MC4 2014: Un’edizione ricca di contenuti

Pubblicato il 19 marzo 2014

L’edizione 2014 della mostra convegno MC4 è stata aperta da Antonella Cattaneo ed Enrico Abaterusso, di Fiera Milano Media, che hanno introdotto la sessione plenaria: un importante momento informativo e formativo nel quadro di una manifestazione che è stata, complessivamente, molto ricca di contenuti, sia da un punto di vista economico sia da uno tecnologico.

All’intervento della sessione plenaria tenuto da Marco Vecchio, Segretario di Anie Automazione, è seguita la “smart lesson” di Alessandro Gasparetto, docente di Meccanica Applicata alle Macchine presso la facoltà di ingegneria dell’Università di Udine.

Vecchio ha analizzato il mercato dell’automazione industriale prendendo in considerazione i più recenti dati disponibili, relativi ai principali settori manifatturieri di destinazione, illustrandone andamento e previsioni. Vecchio, nel suo intervento, ha potuto basarsi su dei dati di prima mano, grazie al fatto che Anie è, per sua stessa natura, in contatto diretto con le industrie del settore.

L’anno 2013 ha presentato un miglioramento per quanto riguarda il grado di utilizzo degli impianti dell’industria manifatturiera italiana, che resta a livelli inferiori alla media storica, ma si accompagna anche ad altri segnali qualitativi di recupero per il 2014. Per l’industria manifatturiera si registra anche un miglioramento della durata del tempo di “produzione assicurata” e un buon andamento delle esportazioni.

Per le imprese dell’automazione, se verranno confermati i dati di preconsuntivo di Anie, ci potrebbe essere una crescita del fatturato dei fornitori di componenti e sistemi per l’automazione industriale, di circa il 2,5% nel 2013. Ma, per esempio, anche l’industria alimentare e delle bevande, che tradizionalmente ha un comportamento anticiclico, con consumi normalmente ritenuti incomprimibili, ha dimostrato di aver comunque risentito della crisi.

Certamente lo scenario economico del nostro paese presenta ancora grandi criticità, come l’elevato l’livello di disoccupazione e le difficoltà delle imprese nell’ambito del credito, ma i dati raccolti da Anie Automazione lasciano spazio a un moderato ottimismo per il futuro prossimo.

La sessione plenaria dell’MC4 è proseguita con la lezione di Alessandro Gasparetto, che ha costituito un momento di forte interesse in termini di contenuti tecnologici. Nella lezione, dal titolo “Pianificazione della traiettoria di macchine automatiche e robot”, Gasparetto ha illustrato i concetti base necessari alla comprensione di un problema fondamentale del motion planning.

Gasparetto è riuscito a coniugare semplicità espositiva con profondità di contenuti, dimostrando come nell’ambito della robotica esistano strumenti teorici maturi ed evoluti che, se sono conosciuti ed applicati nel motion control industriale, sono in grado di dare benefici concreti in termini di applicazioni innovative e miglioramento dell’efficienza.

Lo studio e la pianificazione della traiettoria possono avvalersi di strumenti estremamente raffinati che comprendono elementi di topologia, come lo studio dei grafi, e arrivano a comprendere metodologie di calcolo che sono molto simili a quelle sviluppate nell’ambito della teoria della misura, nell’analisi matematica, e nel calcolo differenziale classico della meccanica teorica.

Gasparetto ha descritto in maniera semplice i principali algoritmi utilizzati per la pianificazione della traiettoria, che sono principalmente di tre tipi: algoritmi di tipo roadmap (grafi di visibilità), decomposizione in celle, potenziale artificiale.

I risultati dell’applicazione di questi strumenti sono concreti e tangibili e comprendono, per esempio, la possibilità di mettere a punto traiettorie ottimizzate per macchine e robot manipolatori che minimizzano i punti di discontinuità, riducendo le vibrazioni e aumentando affidabilità e durata delle macchine. Anche nell’ambito delle applicazioni robotiche per la verniciatura, per esempio, i vantaggi della pianificazione della traiettoria e del percorso possono essere rilevanti, migliorando la qualità del prodotto e minimizzando tempi e costi dei cicli di lavoro.

 

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • MC600plus Moog
    Le novità Moog per il Motion Control a Mecspe

    Moog partecipa a Mecspe 2021 (Pad. 30 – F88). L’appuntamento è l’occasione per Moog per illustrare il suo approccio integrato al Motion Control. “Siamo entusiasti di poter accogliere i nostri clienti nella cornice del Mecspe, all’insegna del...

  • Dalla simulazione al virtual commissioning

    La continua crescita di applicazioni concrete ha aumentato i benefici dell’adozione delle tecnologie di gemello digitale (digital twin). Lenze ha voluto superare il concetto di management shell, estendendo il suo supporto agli ambiti della simulazione, della diagnostica...

  • Digital Twin: un valido alleato della manutenzione predittiva

    La creazione di modelli virtuali in grado di replicare il funzionamento delle fasi produttive può portare una serie di vantaggi sostanziali nell’automazione della gestione dei processi industriali. Il gemello digitale permette di analizzare e ottimizzare le prestazioni...

  • Nuova Marketing & Communication Manager per B&R

    Dallo scorso 14 giugno, Benedetta Aliai Torres è entrata a far parte della squadra di B&R Automazione Industriale in qualità di Marketing & Communication Manager, presso la sede di Cesate (MI). Succede a Nicoletta Ghironi che è ora dedicata...

  • Nuovo polo della meccanica nella motor valley

    Ancora nuove acquisizioni attinenti al mondo del motion control da parte di IGI Private Equity, società milanese attiva nella gestione del risparmio, specializzata nell’investimento nel capitale di società di piccole e medie dimensioni, tipicamente italiane, attraverso operazioni...

  • Moog, i segreti del successo

    Moog – leader mondiale nella fornitura di soluzioni ad alte prestazioni per il controllo del movimento – collabora con i principali player mondiali per lo studio e lo sviluppo di macchine di ultimissima generazione in numerose applicazioni...

  • NSK guide lineari dh ds
    Massima affidabilità per le guide lineari DH/DS di NSK

    Con la nuova serie DH/DS a lunga durata, NSK offre guide lineari in grado di percorrere una distanza doppia rispetto ai modelli tradizionali della casa nipponica. La vita operativa delle guide è stata allungata grazie a numerose...

  • Riduttori industriali MaxxDrive di Nord: i più robusti per ogni situazione

    Il portafoglio complessivo dei riduttori ad assi paralleli e ortogonali MaxxDrive di Nord Drivesystems offre coppie di uscita elevate da 15 a 282 kNm su 11 taglie. Oltre a questa collaudata serie standard, Nord Drivesystems offre la nuova serie...

  • Manutenzione in mare

    Alewijnse implementa un nuovo concept di controllo per le installazioni offshore impiegando ThinManager, una soluzione di facile manutenzione che riduce del 75% i costi di hardware e cablaggio Manutenzione in mare

  • Parker ridefinisce le valvole per strumentazione e i manifold, lanciando un nuovo catalogo, che offre maggiori vantaggi nell’applicazione

    Parker Instrumentation Products Division Europe, divisione di Parker Hannifin, attivo a livello globale nelle tecnologie di movimentazione e controllo, ha recentemente lanciato un nuovo catalogo con le sue ultime famiglie di strumentazione e una gamma più avanzata di valvole a...

Scopri le novità scelte per te x