Macchine incartonatrici Econo-Pak più efficienti, produttive e sicure con Rockwell

Pubblicato il 29 gennaio 2024
Econo-Pak

Econo-Pak è un’importante azienda che produce macchine incartonatrici, con oltre 35 anni di esperienza nel settore. Con sede vicino a Francoforte, in Germania, ha mantenuto le caratteristiche di un’azienda a conduzione familiare ed è in grado di offrire un servizio personalizzato ai clienti. Le macchine Econo-Pak sono adatte a un’ampia gamma di applicazioni di confezionamento in vari settori industriali e possono essere facilmente personalizzate per soddisfare le specifiche esigenze dei clienti.

Negli scorsi anni, Econo-Pak ha collaborato con Rockwell Automation per progettare e costruire macchine incartonatrici più efficienti, produttive e sicure. Queste macchine sono in grado di soddisfare una quantità elevata di ordini e di garantire tempi di consegna rapidi ed efficienti, soprattutto in un contesto di tensioni globali e incertezza come quello generato dall’attuale crisi di disponibilità. In controtendenza, Rockwell Automation è stata in grado di supportare Econo-Pak assicurando che il materiale fosse fornito in anticipo rispetto alle necessità.

Negli ultimi anni, una delle principali sfide incontrate dai produttori di macchine per il confezionamento è stata la richiesta di maggiore agilità e flessibilità. Vista l’incertezza economica globale e le continue difficoltà delle catene di approvvigionamento, nel mercato odierno, la possibilità di cambiare rapidamente la produzione diventa essenziale. I costruttori di macchine sono alla ricerca di modi per diventare più agili e passare da una produzione all’altra in base alla domanda. Ciò significa ridurre il tempo necessario affinché una macchina passi dal produrre una forma di cartone a un’altra, oltre che semplificare il processo.

Max Schneider, responsabile commerciale internazionale di Econo-Pak spiega: “Abbiamo iniziato a collaborare con Rockwell Automation circa due anni fa, con l’obiettivo di supportare i nostri clienti a digitalizzare i loro macchinari, in modo da renderli più resilienti all’incertezza e più proattivi nell’adattare la loro produzione alla domanda del mercato. Ciò richiedeva soluzioni che consentissero un rapido processo decisionale e un cambio formato senza soluzione di continuità.”

Grazie al supporto di Rockwell Automation, Econo-Pak adesso è in grado di fornire macchine che risolvono queste sfide grazie all’uso di tecnologia digital twin, come il software Emulate3D. Questo software consente di simulare i test attraverso dei “gemelli digitali”, evitando un approccio per tentativi ed errori, e creando un processo più efficiente ed economico che replica perfettamente il mondo reale.

“Il supporto che abbiamo ricevuto da Rockwell Automation ci ha permesso di introdurre la nuova tecnologia in modo ottimale per i nostri clienti, sia in termini di servizio che di assistenza tecnica”, ha aggiunto Schneider.

Quando si parla di macchine per l’imballaggio, la sicurezza è una delle principali preoccupazioni. Gli operatori spesso lavorano in prossimità delle macchine; quindi ridurre l’interazione umana e creare un ambiente di lavoro più sicuro è fondamentale. Econo-Pak ha migliorato la sicurezza adottando caricatori bassi per alimentare le macchine con il materiale di cartone. Questi caricatori bassi sono stati richiesti specificamente dai clienti al fine di creare macchine più ergonomiche e migliorare la lavorazione del cartone.

“Uno dei nostri clienti, un produttore di gelati, voleva aumentare le dimensioni delle sue scatole, ma allo stesso tempo voleva assicurarsi che il cambiamento non introducesse nuovi rischi nelle operazioni. Le macchine con caricatori bassi migliorano la sicurezza riducendo l’altezza di carico del caricatore”, ha aggiunto Schneider.

Anche Econo-Pak e Rockwell Automation hanno posto l’accento sull’ergonomia nella progettazione e sul funzionamento delle loro macchine. Abbassando i caricatori, gli operatori non devono più salire sulle piattaforme per caricare i cartoni, come avrebbero dovuto invece fare con una macchina con caricatori più alti. Questo, insieme a maggiori livelli di automazione e digitalizzazione delle macchine, consente a Econo-Pak di migliorare la sicurezza dei dipendenti mantenendo la produttività.

Un altro modo in cui Rockwell Automation ha sostenuto gli obiettivi di Econo-Pak è il miglioramento delle capacità di manutenzione delle macchine, in particolare attraverso l’erogazione di servizi da remoto. Le macchine Econo-Pak sono diventate “senza utensili”, ovvero possono essere modificate senza l’ausilio di utensili convenzionali, come ad esempio i cacciaviti. Questo, non solo crea un ambiente di lavoro più sicuro, riducendo la necessità di interazione diretta con le macchine, ma permette anche di risolvere i problemi a distanza.

“Grazie alle nuove funzionalità di manutenzione remota, possiamo offrire ai nostri clienti numerosi vantaggi, tra cui il risparmio sui costi, l’aumento dell’efficienza, il miglioramento dei tempi di operatività e la sicurezza, consentendo ai tecnici di risolvere i problemi e riparare le apparecchiature da remoto. Queste funzioni riducono la necessità di costosi interventi in loco e aumentano la produttività e la redditività”, ha dichiarato Schneider.

In futuro, Econo-Pak intende progredire ulteriormente in questo ambito offrendo funzionalità di manutenzione predittiva, che consentiranno ai clienti di realizzare significativi risparmi grazie a una manutenzione proattiva delle macchine ed evitando il rischio di fermi.

La collaborazione tra Econo-Pak e Rockwell Automation è stata estremamente vantaggiosa per entrambe le aziende. Oltre all’esperienza, alle competenze e alle conoscenze specifiche fornite da Rockwell Automation, Econo-Pak ha potuto sfruttare anche l’ecosistema PartnerNetwork. Si tratta di una rete globale di esperti e di risorse, che offre opportunità di collaborazione con altre aziende leader di settore.

Alla base del rapporto c’è una forte affinità culturale e l’entusiasmo per una collaborazione comune. Secondo Sebastian Cruz Euceda, Account Manager, OEM Region West di Rockwell Automation, “La collaborazione con Econo-Pak si basa sulla fiducia reciproca e sulla trasparenza. È solo grazie a questo livello di interazione così profondo che possiamo raggiungere il successo comune”.

“Il nostro rapporto con Rockwell Automation è quello di due veri partner. È davvero aperto e collaborativo, e lo è stato fin dall’inizio. Questo è un aspetto molto importante per noi di Econo-Pak, in quanto la nostra collaborazione con Rockwell Automation va oltre il semplice adempimento delle richieste contrattuali, aiutando i nostri clienti ad abbracciare la digitalizzazione e a prepararsi per il futuro”, ha concluso Schneider.



Contenuti correlati

  • Italia in ritardo rispetto ad altre nazioni europee in termini di digitalizzazione

    Il 19° posto tra gli Stati dell’Unione Europea  nel rapporto Digital Economy and Society Index (DESI) del 2022 mostra la realtà della posizione digitale dell’Italia rispetto ai suoi omologhi europei: trainata da Finlandia, Danimarca ed Estonia, le...

  • 5 fattori che rallentano i processi di approvvigionamento secondo Iungo

    Con la crisi del Mar Rosso, l’Italia perde 95 milioni di euro al giorno: sono queste le stime di Confartigianato, che ha calcolato l’entità dell’impatto causato dalla riduzione del traffico delle navi mercantili tra l’Oceano Indiano e...

  • Alla fiera A&T di Torino Softeam presenta la sua ‘ricetta’ per la manutenzione predittiva

    Anticipare i guasti e i fermi macchina, individuare il livello ottimale nell’utilizzo degli asset e prevenire ogni imprevisto. Sono questi gli obiettivi che dovrebbero avere tutte le aziende manifatturiere per non compromettere il proprio business. Per arrivarci,...

  • Flir termocamere monitoraggio condizioni termiche
    I vantaggi del condition monitoring con le termocamere Flir

    La qualità del prodotto è in cima alla lista delle priorità di qualsiasi produttore che tenga alla sua reputazione. Indipendentemente dal fatto che si producano articoli finiti o componenti da incorporare nei prodotti di altre aziende, i...

  • Ricerca Schneider Electric: la digitalizzazione crea nuovi lavori di area tecnologica nell’industria

    Una ricerca di Schneider Electric ha rivelato che quasi la metà delle aziende industriali (il 45%) ritiene che nei prossimi tre anni la digitalizzazione sarà lo stimolo principale per la creazione di nuovi profili professionali nell’ambito delle...

  • Digitalizzazione e sostenibilità

    Parliamo di fonderie di alluminio che operano nel settore automobilistico producendo parti per il motore endotermico. La start up innovativa di questo mese è High Performance Die Casting, e sua fondatrice e CEO è Tiziana Tronci, membro...

  • Come sarà la supply chain del futuro?

    Resiliente, sostenibile e tecnologica, ecco le caratteristiche che dovrà avere la supply chain nel 2024 Costruire supply chain resilienti è diventato un compito più arduo del previsto, complice l’attuale situazione economica a cui si aggiunge l’esigenza delle...

  • Industria 4.0: crescono le richieste di manutenzione predittiva. Quick Algorithm risponde

    Il mercato della manutenzione predittiva è in pieno boom. Nel decennio 2010-2020, il numero di dispositivi industriali collegati tramite l’Internet of Things è salito da circa 800 milioni nel 2010 a 11,7 miliardi nel 2020 e si...

  • Il packaging è smart

    Multivac ha deciso di adottare soluzioni per rendere le reti IIoT semplici e flessibili, così da sviluppare servizi orientati al cliente e ottenere una maggiore disponibilità delle macchine affidandosi alla tecnologia netField Multivac Sepp Haggenmüller SE &...

  • Digitalizzare il frantoio

    Manutenzione e gestione del frantoio smart in oleifici Barbera grazie all’impiego di EcoStruxure di Schneider Electric Quando si pensa alle eccellenze agroalimentari italiane, la produzione di olio d’oliva non può mancare. È un settore molto frammentato, che...

Scopri le novità scelte per te x