L’impatto (relativo) di Covid-19 sul settore delle rinnovabili

Pubblicato il 29 giugno 2020

Nonostante il rallentamento globale causato da Covid-19, il settore delle energie rinnovabili dovrebbe riprendersi rapidamente poiché i driver di investimento a lungo termine rimangono forti, secondo la 55° edizione del report EY Renewable Energy Country Attractiveness Index (Recai). La ricerca considera il potenziale impatto della pandemia, considerando la resilienza dei paesi in termini sanitari ed economici.

Il report evidenzia come l’attenzione ai cambiamenti climatici e ai criteri ESG (Environmental, social and governance) siano sempre più determinanti per la creazione di valore da parte dell’azienda. Gli investitori chiedono alle imprese non solo di realizzare performance finanziarie, ma anche di apportare un contributo positivo alla società. Di conseguenza, le aziende devono rimodulare le proprie strategie aziendali così da ridurre le emissioni, prestare attenzione alle persone, ai lavoratori e alle comunità locali e migliorare la propria governance. Secondo l’analisi di EY, ciò ha portato la business community ad aumentare gli investimenti destinati alle energie rinnovabili.

L’Italia è al 19° posto nel Renewable Energy Country Attractiveness Index, che classifica 40 Paesi in base all’attrattività di investimenti e opportunità di sviluppo nel settore delle energie rinnovabili. Peggiora quindi di due posizioni rispetto a sei mesi fa, per l’impatto del Covid-19, ma le previsioni rimangono ottimistiche per la crescita a lungo termine.

Giacomo Chiavari, Italy Energy Leader di EY, commenta: “I criteri ESG e la sostenibilità, ambientale e non solo, sono i driver fondamentali a supporto degli investimenti in energie rinnovabili. Il raggiungimento della grid parity nel recente passato ha dato una forte spinta agli investimenti, anche di grandi dimensioni, nel nostro Paese grazie al fatto che si è aperto un nuovo mercato di sbocco: accordi di ritiro dell’energia (PPA) da privati o utility interessati all’approvvigionamento di energia verde. A prova di questo fenomeno in corso, la prima asta per impianti rinnovabili secondo la nuova regolazione ha visto elevata partecipazione e prezzi aggressivi, con livelli di sconto rispetto al prezzo d’asta pari al 30% (andando a congelare valori pluriennali inferiori al prezzo di mercato del momento). La seconda asta ha confermato tale scenario, sebbene con valori leggermente più elevati della prima”.

“L’arrivo del Covid -19 e la forte riduzione dei prezzi all’ingrosso ha temporaneamente rallentato lo sviluppo di nuove iniziative, in quanto ha portato instabilità nelle proiezioni del valore dell’energia nel medio periodo. Questa implicazione dell’emergenza è stata particolarmente sentita in Italia, dove il prezzo dell’energia elettrica si è praticamente dimezzato. Nell’auspicato scenario di un graduale ritorno alla stabilità di consumi e prezzi, il settore dovrebbe riprendere il suo trend di crescita” – prosegue Chiavari.

Il report esamina anche l’importanza dei sistemi di accumulo per la decarbonizzazione della rete elettrica, nonché le condizioni necessarie per incoraggiare gli investimenti nei sistemi di stoccaggio su larga scala. EY stima che quest’anno saranno installati oltre 12,6 GWh di batterie di accumulo, rendendo il 2020 un anno record per la crescita dello stoccaggio di energia. Si prevede inoltre che nel 2025 si toccheranno i 230 GWh rispetto agli attuali 17 GWh, con un aumento della capacità pari a 13 volte.

“Nonostante l’emergenza in corso, continua a proseguire la transizione energetica che sta trasformando l’intera industria: questa va favorita e alimentata a tutti i livelli. Le energie rinnovabili avranno un ruolo chiave, sia come impianti di larga scala di energia verde, sia sempre più come fonte di energia di capacità medio-piccola e decentralizzata, per soddisfare consumi locali (industriali, commerciali e residenziali). Sarà importante, in parallelo, continuare il processo di rafforzamento delle reti elettriche intelligenti per mantenere in stabilità il sistema elettrico a livello locale in questa nuova complessa configurazione della rete” – conclude Chiavari.



Contenuti correlati

  • Tech boys and girls: Federica Bondioli

    La ricercatrice di questo mese è Federica Bondioli. Anche con lei, come da tempo siamo abituati a fare, iniziamo a dialogare per riuscire, anche solo in parte, a divulgare gli enormi progressi che sta compiendo la ricerca...

  • RS a fianco del mondo accademico per ispirare i professionisti del futuro

    È stato siglato l’accordo per la sponsorship tecnica tra RS Italia e l’E-Team Squadra Corse dell’Università di Pisa, impegnata nella progettazione e nella costruzione di due macchine da corsa per gareggiare nelle prestigiose competizioni nazionali e internazionali...

  • Aumento dei prezzi dell’energia: tre tecnologie in aiuto ai produttori

    L’aumento dell’inflazione e le turbolenze sociopolitiche su scala internazionale hanno portato a un improvviso aumento del prezzo dei combustibili fossili. Ciò ha causato un picco delle bollette energetiche per i produttori di tutti i settori, con gravi...

  • Gli sviluppi tecnologici del diritto societario

    Nella pubblicazione viene affrontato il tema dell‘introduzione delle tecnologie digitali negli assetti organizzativi e nei meccanismi di corporate governance interrogandosi anche sul corretto equilibrio tra benefici attesi e rischi potenziali Leggi l’articolo

  • A SPS Italia 2022, con Mitsubishi Electric il mondo è più sostenibile

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • A SPS Italia 2022, la strategia net-zero di Cisco

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • A SPS Italia 2022, clima e ambiente al centro per Microsoft

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • Schneider Electric PF Pressofusioni Fiorentine
    Pressofusioni Fiorentine più sostenibile grazie a Schneider Electric

    PF Pressofusioni Fiorentine S.r.l. è un gruppo specializzato nel settore dello stampaggio in pressofusione di minuterie metalliche ed accessori per l’alta moda, quali illuminazione, serramentistica, automotive ed oggettistica. Trattano materiali come la zama e l’ottone e lavorano...

  • Treni a zero emissioni

    Il settore ferroviario, nonostante sia tra i meno inquinanti, ha un grande impatto sulla mobilità a livello globale. I margini di miglioramento per ottenere una maggiore efficienza e ridurne l’impatto nei decenni a venire ci sono e...

  • GPBM spiega le vele: main supporter di UVM al 49° campionato italiano classe Meteor

    Organizzatore della manifestazione è l’Unione Velica Maccagno (UVM), un circolo velico che dal 1977 richiama numerosi appassionati che vedono nell’acqua e nel vento due elementi con i quali divertirsi e praticare sport. L’acqua e il vento non...

Scopri le novità scelte per te x