L’edge computing: la chiave per l’integrazione tra livello IT e OT

La trasformazione digitale dell’industria ha dato nuovo slancio al collegamento tra la tecnologia operativa della linea di produzione (OT) con la tecnologia informatica (IT) dell’impresa di livello superiore Tuttavia, per sfruttare al meglio il potenziale della digitalizzazione è necessario più del semplice collegamento in rete tra i due livelli aziendali

Pubblicato il 3 dicembre 2020

L’obiettivo della trasformazione digitale è quello di fornire una base per incrementare la produttività, migliorare la qualità dei prodotti, ottimizzare la disponibilità delle risorse e massimizzare l’utilizzo degli impianti, per soddisfare in tempo reale e al meglio le esigenze della domanda dei clienti. Questo è costruito sulla base del cosiddetto Industrial Internet of Things (IIoT), che genera tutti i dati relativi ai diversi aspetti dell’attività di un impianto.
Ma ovviamente i dati sono dati. Per quale motivo un collegamento verticale diretto tra la linea di produzione e i sistemi aziendali di livello superiore non dovrebbe essere sufficiente a conseguire l’obiettivo della trasformazione digitale descritto sopra?

La risposta risiede nel modo in cui le piattaforme informatiche (IT) e operative (OT) si sono evolute per elaborare diversi tipi di dati, rispondendo a diverse esigenze di elaborazione. Ad oggi, il settore OT opera in tempo reale con velocità di processo di pochi secondi o inferiori; il mondo IT, al contrario, opera in tempi di aggiornamento molto più lunghi, da minuti a ore o più.
Alle spalle del modello industriale 4.0 c’è la necessità che entrambi gli spazi OT e IT sfruttino al meglio i dati che l’altro può fornire. Ma nessuno dei due è impostato per tradurre e interpretare i dati ricevuti dall’altro in un modo o in un lasso di tempo che possa avere un impatto diretto sul funzionamento in tempo reale dell’impianto. Con il progredire della trasformazione digitale, il risultato dell’integrazione diretta IT/OT è spesso semplicemente quello di fornire volumi elevati di dati non filtrati, anziché limitarsi alle informazioni pertinenti necessarie per migliorare realmente le operazioni.

Alcuni sostengono che il cloud possa offrire un ambiente adatto alla gestione di questi volumi elevati di dati, fornendo una piattaforma per l’aggregazione, il filtraggio e l’analisi efficiente dei dati. E certamente, protocolli come OPC UA possono fornire un collegamento diretto dalla linea di produzione fino al Cloud, passando attraverso i sistemi di livello superiore. Ma mentre il Cloud fornisce una piattaforma ideale per sviluppare la conoscenza in merito alle operazioni dell’impianto, non rappresenta la piattaforma giusta per trasformare la conoscenza in azione per le operazioni di produzione. Sì possono fornire funzioni di analisi dei dati utili ed essenziali, ma non l’aggregazione e l’analisi in tempo reale necessarie alla cooperazione OT/IT.

Colmare il divario
Una soluzione più opportuna per l’integrazione OT/IT è fornita dalla nuova tecnologia intelligente che sta facendo la sua comparsa “a margine”. Formando uno strato intermedio tra OT/IT, le tecnologie di Edge computing forniscono una semplice interfaccia tra il mondo IT e quello OT, ed offrono nuove opzioni per l’analisi dei dati.

La soluzione di Edge Computing MELIPC di Mitsubishi Electric può rendere il miglioramento dell’efficienza produttiva una realtà tangibile

La soluzione Melipc Edge-Computing di Mitsubishi Electric offre questa funzionalità abbinata alla compatibilità OPC UA. I dati possono essere pre-elaborati localmente e aggregati per generare informazioni preziose per i sistemi che ne hanno bisogno. È inoltre possibile collegare senza soluzione di continuità la linea di produzione ai sistemi IT di livello superiore come le piattaforme MES e ERP.
Eseguendo sofisticate analisi dei dati in tempo reale, facendo sempre più uso di algoritmi basati sull’intelligenza artificiale e sul machine learning per elaborare i dati in maniera più intelligente, il sistema Melipc può rendere il miglioramento dell’efficienza produttiva una realtà tangibile. Anche il costo dell’elaborazione dei dati può essere notevolmente ridotto, in quanto solo le informazioni necessarie e pertinenti vengono trasmesse da un livello all’altro dell’azienda.

Il sistema Melipc fornisce un ambiente di memorizzazione ed elaborazione dei dati in tempo reale all’interno di un sistema industriale rafforzato. Dal punto di vista dell’elaborazione dei dati, incorpora una suite di strumenti analitici che includono l’analisi della regressione multipla, il sistema Mahalanobis-Taguchi e il controllo statistico di processo (SPC), nonché funzionalità AI come il riconoscimento di forme d’onda simili – dando un feedback alla linea di produzione in tempo reale.
Di conseguenza, può combinare le funzioni di raccolta, filtraggio, elaborazione e analisi dei dati utilizzando il know-how della linea di produzione abbinato alla diagnosi e il feedback della manutenzione predittiva. Tutto avviene all’interno di un flusso di informazioni in tempo reale che può indirizzare le decisioni dei sistemi di produzione. Fornisce una base per la trasformazione digitale dell’azienda, mettendo a disposizione una piattaforma per la connessione di macchine e dispositivi che permetta ai processi di produzione di reagire più rapidamente e in modo più intelligente ai cambiamenti interni ed esterni.

L’aumento dei volumi dei dati provenienti dalla linea di produzione e la necessità di utilizzarli in modo più intelligente, è sia un fattore abilitante per la trasformazione digitale dell’industria che una sfida. L’Edge Computing come livello intermedio tra IT e OT è la risposta a questa sfida, aprendo la strada all’architettura basata su evento che contraddistingue Industry 4.0. È lo strumento chiave che permette a qualsiasi impianto di produzione di realizzare il proprio potenziale e trasformarsi in un’impresa intelligente, fornendo il bridge tra il mondo OT e quello IT.

 

Fonte immagini: Mitsubishi Electric Corporation, Japan

Christian Nomine, Strategic Product Manager Visualisation di Mitsubishi Electric Europe B.V.



Contenuti correlati

  • Con Omron verso la digitalizzazione, seguendo un approccio Kaizen

    Kaizen, ovvero ‘cambiare in meglio’, mettersi alla prova per ottenere risultati migliorativi concreti: di questo e di digitalizzazione si è parlato in occasione della giornata di studio promossa da Omron, in collaborazione con i partner FasThink e Kaizen Institute,...

  • La tecnologia industriale che porta nel futuro

    Bosch Rexroth ha da poco festeggiato i suoi 70 anni in Italia, confermandosi come una presenza fondamentale per lo sviluppo delle tecnologie di automazione idraulica e di produzione industriale. Di seguito, si ripercorre la storia di un...

  • Sicurezza: normative e legislazioni, come farvi fronte

    La sicurezza è un concetto: bisogna imparare a conoscerlo e a diffondere la cultura della sicurezza. Normative e legislazioni servono e sono doverose in ogni attività produttiva, ma vanno comprese nel loro senso più profondo. Per aumentare...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • Schneider Electric: all’Innovation Summit di Parigi novità su innovazioni tecnologiche e collaborazioni

    Schneider Electric ha dato il via al suo Innovation Summit World Tour e sottolineato l’urgenza di promuovere un’azione immediata e una collaborazione continua per accelerare la transizione energetica e contrastare la crisi climatica. “Sulla scia del caldo...

  • A SPS Italia 2024: soluzioni Panasonic per packaging, alimentare e lavorazione metallo

    Il pacchetto motion di Panasonic viene utilizzato con successo dagli OEM di diversi settori industriali che richiedono profili di movimento complessi. Come ad esempio nel settore alimentare, per la realizzazione di un’affettatrice automatica da 22 assi, migliorandone la precisione di taglio,...

  • Paessler: come ottimizzare la gestione e il controllo degli ambienti cloud

    Negli ultimi anni, i responsabili delle infrastrutture IT si sono trovati ad affrontare questioni complesse legate al cloud e a porsi numerose domande sull’approccio migliore da adottare. Tante domande sul cloud È conveniente spostare i carichi di...

  • Mitsubishi Electric sviluppa un’AI per l’analisi comportamentale

    Mitsubishi Electric Corporation ha annunciato di aver sviluppato un’intelligenza artificiale (IA) per l’analisi comportamentale capace di analizzare in pochi minuti il livello di efficienza delle attività manuali eseguite nei siti produttivi, senza che si riveli necessario, da...

  • Nuove interfacce HMI e Scada

    Integrazione, connettività e trasformazione digitale sono le principali leve con cui i fornitori di tecnologia cercano di rendere più competitive le offerte di interfaccia uomo-macchina. L’attuale fase di transizione vede la convivenza di numerose tendenze che consentono...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a Maurizio Bardella di Murrelektronik

    Abbiamo intervistato Maurizio Bardella, Technical Director di Murrelektronik, per capire meglio chi è quest’azienda e che cosa porterà in fiera a SPS Italia 2024, a Parma, il prossimo 28-30 maggio, padiglione 3, stand C015. Scopriamo dunque cosa...

Scopri le novità scelte per te x