Landi Renzo lancia il nuovo regolatore di pressione meccatronico per idrogeno

Il nuovo regolatore di pressione sarà centrale per i sistemi di nuova generazione che consentiranno di neutralizzare le emissioni di CO2 dei motori a combustione interna alimentati a idrogeno

Pubblicato il 6 febbraio 2024

Landi Renzo, noto a livello globale nel settore della mobilità con natural gas, biometano e idrogeno ha avviato lo sviluppo di regolatori elettronici di pressione per veicoli commerciali medi e pesanti con motori a combustione interna alimentati a idrogeno, realizzando un grande passo in avanti nella transizione energetica e nella decarbonizzazione nel settore della mobilità e dei trasporti.

In collaborazione con Bosch

Questo progetto sta ampliando la collaborazione con l’azienda tedesca Bosch, uno dei principali fornitori del settore automotive a livello internazionale. Con questo progetto inoltre le due aziende migliorano ulteriormente il proprio contributo al percorso di transizione energetica.

Nel 2024 le due aziende hanno l’obiettivo di produrre e commercializzare sistemi di alimentazione per idrogeno applicando regolatori di pressione meccatronici di ultima generazione che permettono di raggiungere le zero emissioni nei veicoli commerciali.

Chi è Landi Renzo

Landi Renzo può vantare una storia di 70 anni a supporto della transizione energetica, oggi forte di più di 120 Ingegneri impegnati nell’area della Ricerca e Sviluppo che lavorano ogni giorno per trasformare soluzioni di prodotto ad alta tecnologia da prototipi a prodotti disponibili sul mercato. L’azienda dispone anche di un Centro di Eccellenza per l’idrogeno ubicato a Bologna, che vanta all’interno una camera bianca Classe 8 e strumentazione di avanguardia.

Inserito nel cuore della linea di alimentazione del combustibile, il regolatore di pressione serve come elemento di disaccoppiamento tra il sistema di stoccaggio e il sistema di introduzione del carburante nella camera di combustione del motore. Precedentemente era sufficiente un regolatore meccanico semplice e robusto per gestire questa funzione. I motori a zero emissioni del futuro, tuttavia, richiedono regolatori di pressioni che non siano solo robusti e affidabili, ma che abbiano delle caratteristiche di performance prima inimmaginabili.

Il regolatore di pressione EM-H garantisce una gestione e una calibrazione ottimale della pressione dell’idrogeno a seconda dei requisiti del veicolo accompagnati con un elevato livello di precisione e rendimento. Disegnato e prodotto in Italia, il regolatore EM-H garantisce le proprie funzionalità attraverso due stadi: uno stadio meccanico che riduce la pressione da alta a media e un secondo stadio interamente elettronico che riduce la pressione da un livello () medio a quello effettivamente richiesto dal sistema di iniezione del motore. Il Sistema dispone di opportune valvole che garantiscono la protezione sia del regolatore di pressione sia della linea di alimentazione del combustibile.

Regolatore di Pressione Meccatronico per Idrogeno EM-H

Grazie al design innovativo, il regolatore EM-H, è in grado di garantire la pressione ideale per gli iniettori a qualsiasi velocità e carico, allo stesso tempo ottimizzando la combustione per sistemi di iniezione ad alta pressione. Per garantire la sicurezza inoltre, il nuovo regolatore di pressione è progettato per garantire l’assoluta assenza di trafilamenti di gas verso l’esterno.

Damiano Micelli, Chief Technology Officer del Gruppo Landi Renzo, ha commentato:

“Questo regolatore meccatronico di pressione per idrogeno è un traguardo tecnologico importante che possiamo offrire al mercato della mobilità e del trasporto sempre in costante evoluzione. I nuovi regolatori di pressione combinano il potenziale dei veicoli tradizionali con la possibilità di raggiungere le zero emissioni di CO2. Questa è una soluzione molto innovativa che presto sarà disponibile per veicoli commerciali medi e pesanti e che consolida ulteriormente il primato del Gruppo Landi Renzo nello sviluppo di soluzioni per l’idrogeno”.



Contenuti correlati

  • Tante strade portano all’idrogeno

    Oggi sono disponibili tecnologie che rendono possibile un nuovo ecosistema energetico, dove l’uso dell’idrogeno sarebbe complementare a una rete elettrica incentrata sulle fonti rinnovabili. Addirittura, per adottare l’idrogeno come vettore energetico, sono possibili numerose scelte tecnologiche. Leggi...

  • Piano Transizione 5.0: l’Italia segue la strada indicata dall’Europa

    Piano Transizione 5.0 e il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sono strettamente collegati, in quanto mirano entrambi a promuovere la transizione verso un’economia sostenibile e digitale in Italia, stimolando l’innovazione e la crescita grazie ai...

  • Aveva Process Simulation
    Due studenti dell’Università di Pisa premiati da Aveva per un progetto sull’idrogeno

    C’è anche un team di studenti italiani fra i vincitori del 6° Concorso Accademico annuale sulla Simulazione di Processo organizzato dalla multinazionale del software industriale Aveva per mettere alla prova gli studenti di ingegneria chimica di Stati...

  • Schneider Electric: all’Innovation Summit di Parigi novità su innovazioni tecnologiche e collaborazioni

    Schneider Electric ha dato il via al suo Innovation Summit World Tour e sottolineato l’urgenza di promuovere un’azione immediata e una collaborazione continua per accelerare la transizione energetica e contrastare la crisi climatica. “Sulla scia del caldo...

  • Gestire, stoccare e trasportare il biometano

    Installate in un impianto di produzione di biogas a Vipiteno, le pompe criogeniche di Vanzetti Engineering sono utilizzate per il trasferimento di bioGNL dai serbatoi di stoccaggio ai camion Un impianto di produzione di biogas, inserito in...

  • Una piattaforma unica per gestire tutta la flotta

    Per l’efficientamento dei servizi di trasporto e la gestione ottimale dei mezzi, Spiz Trasporti dispone di una piattaforma unificata, implementata grazie a Geotab, in grado di effettuare il monitoraggio completo e personalizzato della flotta. Leggi l’articolo

  • Robot industriali, sempre più presenti tra gli umani

    Corea del Sud, Singapore e Germania sono i paesi che guidano l’avanzata dell’automazione robotizzata nel mondo. Al quarto e al quinto posto si piazzano, rispettivamente, Giappone e Cina. L’Italia, in quattordicesima posizione, con 219 robot per 10...

  • Il mercato premia la transizione digitale ed energetica

    Nel quadro di un’industria manifatturiera che si prevede in rialzo nei prossimi anni, il mercato dell’automazione industriale continua a crescere. Sono gli avanzamenti tecnologici a guidare la corsa: Intelligenza Artificiale, Robotica, Tecnologie IoT. In cima al ranking...

  • TUV SUD - Denso certificazione ISOSAE 21434
    Denso ottiene la certificazione ISO/SAE 21434 per la cybersecurity nell’automotive

    TÜV SÜD ha rilasciato la certificazione ISO/SAE 21434 per la cybersecurity nel settore automotive a Denso Corporation. Con il miglioramento delle tecnologie legate al settore automobilistico, come le auto connesse, cresce anche l’importanza delle misure da adottare...

  • La mobilità in un mondo iperconnesso

    Con l’introduzione del concetto di metamobilità, nuove prospettive di innovazione migrano dal settore dei trasporti alle applicazioni industriali Internet delle Cose, Cloud Computing e Big Data hanno amplificato gli effetti della rivoluzione informatica, trasformando il mondo fisico...

Scopri le novità scelte per te x