L’agricoltura diventa smart con l’Internet of Things

Pierucci Agricoltura ha “digitalizzato” con gli strumenti IoT di Zerynth la sua attività di fornitura di mezzi tecnici per il vivaismo e produzione di substrati

Pubblicato il 18 giugno 2021

Migliorare la crescita delle coltivazioni, salvare il 20% di acqua e risparmiare il 30% di tempo in operazioni di monitoraggio: è quanto accade quando l’agricoltura diventa smart, come racconta Pierucci Agricoltura, azienda italiana specializzata in prodotti agricoli e vivaistici, che con gli strumenti IoT di Zerynth ha “digitalizzato” la sua attività di fornitura di mezzi tecnici per il vivaismo e produzione di substrati.

Nell’ultimo anno il settore primario è diventato sempre più tecnologico: basti pensare che nel 2020 all’interno del mercato IoT il comparto con la crescita più significativa è stato proprio quello della Smart Agricolture, con un aumento di soluzioni pari al 17%, per un business da 140 milioni di euro (*). Con la diffusione di soluzioni per il monitoraggio e il controllo di mezzi e attrezzature agricole, macchinari connessi e robot per le attività in campo, la digitalizzazione punta a portare in agricoltura più efficienza, sostenibilità e competitività.

A dimostrarlo è Pierucci Agricoltura, azienda toscana specializzata nella fornitura di fertilizzanti e altri mezzi tecnici per l’agricoltura e il vivaismo, che ha fatto “evolvere” la sua attività tradizionale grazie agli strumenti IoT dell’italiana Zerynth.

Seguendo la sua mission di supportare le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi, Zerynth ha infatti fornito a Pierucci Agricoltura Nurset, un sistema IoT finalizzato a registrare e monitorare in tempo reale la coltivazione delle piante in vivaio che ha permesso al vivaio di raddoppiare la crescita delle coltivazioni, salvare il 20% di acqua nonché ridurre drasticamente le operazioni di monitoraggio in loco.

La soluzione pensata da Zerynth è stata rapidamente implementata nel sistema di Pierucci Agricoltura, consentendo all’azienda agricola di raggiungere elevati standard per la sostenibilità ambientale ed economica e di diventare un partner strategico per le aziende del settore

Tramite sensori installati nei vani tecnici, il sistema Nurset pensato da Zerynth ha permesso a Pierucci Agricoltura di rilevare anche da remoto informazioni sulla salute delle piante (livello di umidità, salinità, temperatura del substrato e tempo di irrigazione), sulle prestazioni del sistema di irrigazione (consumo di acqua e pressione, potenza assorbita, livello fertilizzante) e sulle condizioni ambientali (temperatura, velocità e direzione del vento). I dati vengono quindi inviati ad una piattaforma cloud per una completa gestione da remoto degli stessi e possono essere visualizzati e analizzati tramite una dashboard personalizzata accessibile da qualsiasi dispositivo.

È inoltre presente un sistema di allarme in tempo reale con avvisi tramite e-mail o SMS. La soluzione consente anche un’attuazione da remoto e/o in automatico dei dispositivi elettromeccanici atti all’irrigazione e alla fertirrigazione. Il sistema Nurset ha portato ai clienti a cui Pierucci Agricoltura offre assistenza un risparmio del 30% in termini di tempo per quanto riguarda il controllo e il monitoraggio.

“Grazie a questa integrazione siamo riusciti a coniugare la tradizionale offerta di componenti tecnici per l’agricoltura con una soluzione avanzata e intelligente che ci aiuta ad ottimizzare la crescita della coltivazione, a ridurre i costi di manutenzione e limitare il consumo di energia”, spiega Emanuele Pierucci, CEO di Pierucci Agricoltura. “Con l’aiuto di Zerynth, abbiamo rilasciato la nostra soluzione sul mercato, che è unica nel settore agricolo. Il progetto è stato un successo sbalorditivo: ha raggiunto tutti gli obiettivi in meno di 6 mesi, ha aperto per noi un nuovo flusso di entrate e ha aumentato in modo significativo il nostro vantaggio competitivo”.

(*) Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano



Contenuti correlati

  • Piattaforme cloud industriali per ridisegnare la gestione degli asset

    Nel mondo dell’automazione, le piattaforme industrial IoT (IIoT) aiutano a migliorare i processi decisionali nell’amministrazione delle risorse, e a controllare con maggior efficienza impianti e infrastrutture. La pandemia da Covid-19 ha inoltre contribuito ad accrescere il divario...

  • Edge e IoT: sono asso nella manica delle aziende e dei cybercriminali
    Edge e IoT: sono asso nella manica delle aziende e dei cybercriminali

    Nel prossimo futuro è prevedibile che i dispositivi IoT e le strutture di edge computing miglioreranno e saranno sempre più numerosi. Ma molte aziende non sono ancora abbastanza preparate per stare al passo con questo cambiamento così...

  • Intervista a Max Mauri, CEO di Seco

    Seco è un’azienda italiana che opera nel mercato dell’alta tecnologia, progettando, sviluppando e producendo soluzioni per il medicale, l’automazione, l’aerospace e la difesa, il vending, il wellness fino ad arrivare all’Intelligenza Artificiale, e alla creazione di soluzioni...

  • Conrad Sourcing
    Il futuro della tecnologia edilizia di Conrad è sostenibile e hi-tech

    Con oltre 375.000 prodotti la piattaforma Conrad Sourcing dispone tutto ciò di cui i professionisti della tecnologia degli edifici necessitano per il loro lavoro. Sia che si tratti di espansione, funzionamento, manutenzione o riparazione, i clienti Conrad...

  • EBV Elektronik NaBi Solo
    NaBi Solo è il tracker a lunga autonomia di EBV Elektronik

    EBV Elektronik collabora con General Mechatronics, azienda altamente innovativa con sede a Budapest. General Mechatronics Ltd ha ideato un dispositivo di rilevamento intelligente progettato per l’uso in sistemi e applicazioni di tracciamento delle risorse. Fondata nel 2012...

  • I risultati della ricerca “Industrial IoT: A Reality Check” di Reply

    La nuova ricerca “Industrial IoT: A Reality Check” di Reply esplora due aree chiave che stanno spingendo la crescita dell’IoT all’interno del mercato industriale: smart factory e smart transport & logistics. Connettendo macchinari e strumenti, l’Industrial IoT...

  • Dammi tre parole… Internet of Things!

    di Biagino Costanzo, Dirigente d’azienda e Socio AIDR “Gli uomini sono diventati gli strumenti dei loro stessi strumenti” (Henry David Thoreau) IoT, ecco tre lettere magiche, Internet of Things o ancora Internet delle cose o, se vogliamo,...

  • Dalla parte dell’operatore

    IoT, intelligenza artificiale, collaborazione uomo-macchina, digitalizzazione, flessibilità e scambio dati. Come lo sviluppo tecnologico sta trasformando le macchine in importanti alleati per la qualità e la salvaguardia degli operatori in ottica ‘smart production’? Leggi l’articolo

  • Convergenza fra rete e sicurezza

    Sicurezza e rete devono costituire un unico sistema integrato, in modo che ogni volta che l’infrastruttura di rete si evolve o si espande, la sicurezza sia in grado di adattarsi automaticamente al nuovo ambiente Leggi l’articolo

  • Dispositivi IoT: un rischio per la sicurezza delle reti OT?

    Juniper Research prevede che saranno 83 miliardi le connessioni IoT esistenti entro i prossimi tre anni, con il settore industriale a rappresentarne oltre il 70%. Se da un lato le tecnologie Internet of Things (IoT), come i...

Scopri le novità scelte per te x