La trasformazione digitale di Electrolux con PTC

Pubblicato il 30 giugno 2022
Electrolux lavatrici professionali

PTC e il suo partner Pdsvision hanno avviato un importante progetto di digital transformation insieme a Electrolux Professional, multinazionale svedese che produce attrezzature professionali per i settori della ristorazione e della lavanderia. Quale piattaforma di riferimento è stato scelto Windchill, il software PLM di PTC che, utilizzabile in ambienti eterogenei, consentirà a Electrolux Professional di ridurre la complessità dei suoi processi di progettazione multi-CAD e di compiere ulteriori passi in avanti nel suo percorso di trasformazione digitale.

Intraprendendo questo percorso, Electrolux Professional sarà in grado di generare nuove opportunità di crescita, grazie all’adozione di nuove modalità di lavoro e al pieno controllo delle sue tecnologie. Ciò consentirà di ridurre la complessità dei progetti, permettendo di adattare il product design in base alle specifiche necessità del caso.

Electrolux Professional configura i suoi prodotti in base agli ordini che riceve dai suoi clienti. Questa estrema complessità porta l’azienda a gestire migliaia di opzioni e di specifiche varianti per ciascun cliente e tipo di prodotto. L’azienda ogni anno si trova a gestire qualcosa come 5.000 varianti di prodotto, che si sommano ai circa 200 progetti che di norma sono sempre aperti nelle sue tre unità di business.

I reparti di ingegneria, produzione e service si avvalgono di più software CAD e sistemi di gestione dei dati. In particolare, per quanto riguarda il CAD sono quattro i programmi utilizzati: Creo di PTC, SolidWorks, Catia e Autodesk. Questo ambiente multi-CAD per Electrolux Professional ha sempre costituito una grossa sfida per la gestione dei dati.

“Nel corso degli anni il numero delle nostre sedi produttive è aumentato e ciò ci ha portato a fronteggiare una serie di problematiche legate alle diversità non solo dei prodotti, ma anche dei metodi di lavoro e delle piattaforme software utilizzate”, afferma Lars Örnholmer, Enablers Director di Electrolux Professional. “È proprio questo il motivo che ci ha portato a decidere di implementare un ambiente standard, capace al tempo stesso di lasciare spazio alla creatività e di garantire la necessaria libertà ai progettisti di gestire le varianti”.

Electrolux Professional ha quindi optato per una strategia basata su piattaforme di prodotto e design modulare, in modo da soddisfare le esigenze di mercato riducendo al contempo la complessità. In collaborazione con Pdsvision, l’azienda ha introdotto Windchill, la soluzione di gestione del ciclo di vita del prodotto di PTC.

Con Windchill, Electrolux Professional ha implementato una soluzione PLM (product lifecycle management) con la quale è in grado di gestire processi standardizzati capaci di assicurare il controllo e la tracciabilità dei dati, in sostanza garantendo l’uniformità dei dati digitali.

“Una delle principali ragioni per cui abbiamo scelto di lavorare con PTC è stata la loro capacità di supportarci in modo molto focalizzato ed efficiente. Oltre a ciò, Pdsvision ha portato una grande expertise, che ci ha permesso di portare a temine con successo l’implementazione delle soluzioni PTC”, ha concluso Lars Örnholmer.



Contenuti correlati

  • Italia in ritardo rispetto ad altre nazioni europee in termini di digitalizzazione

    Il 19° posto tra gli Stati dell’Unione Europea  nel rapporto Digital Economy and Society Index (DESI) del 2022 mostra la realtà della posizione digitale dell’Italia rispetto ai suoi omologhi europei: trainata da Finlandia, Danimarca ed Estonia, le...

  • Un nuovo hub tecnologico per il Sud: BI-REX apre la sede operativa all’Università di Palermo

    Il Rettore dell’Università di Palermo, Massimo Midiri, e il Direttore Generale BI-REX, Stefano Cattorini, hanno sottoscritto un protocollo di intesa finalizzato alla cooperazione tecnico-scientifica con l’obiettivo di generare valore per il territorio della Regione Sicilia e dell’Emilia-Romagna...

  • Ricerca Schneider Electric: la digitalizzazione crea nuovi lavori di area tecnologica nell’industria

    Una ricerca di Schneider Electric ha rivelato che quasi la metà delle aziende industriali (il 45%) ritiene che nei prossimi tre anni la digitalizzazione sarà lo stimolo principale per la creazione di nuovi profili professionali nell’ambito delle...

  • Digitalizzazione e sostenibilità

    Parliamo di fonderie di alluminio che operano nel settore automobilistico producendo parti per il motore endotermico. La start up innovativa di questo mese è High Performance Die Casting, e sua fondatrice e CEO è Tiziana Tronci, membro...

  • Il packaging è smart

    Multivac ha deciso di adottare soluzioni per rendere le reti IIoT semplici e flessibili, così da sviluppare servizi orientati al cliente e ottenere una maggiore disponibilità delle macchine affidandosi alla tecnologia netField Multivac Sepp Haggenmüller SE &...

  • Digitalizzare il frantoio

    Manutenzione e gestione del frantoio smart in oleifici Barbera grazie all’impiego di EcoStruxure di Schneider Electric Quando si pensa alle eccellenze agroalimentari italiane, la produzione di olio d’oliva non può mancare. È un settore molto frammentato, che...

  • La convergenza IT/OT

    La convergenza tra Information Technology e Operational Technology è un percorso di trasformazione in continua evoluzione. Esaminiamo qui i driver chiave, le sfide e le prospettive future di tale convergenza nel panorama delle ‘fabbriche intelligenti’ La convergenza...

  • Un data space unico e coerente per i costruttori di quadri elettrici

    Come definire il successo nell’industria manifatturiera? Per lungo tempo il successo di un’azienda è stato decretato dalla sua capacità di fornire il prodotto migliore attraverso processi caratterizzati da un alto livello di efficienza economica. Oggi questo non...

  • Econo-Pak
    Macchine incartonatrici Econo-Pak più efficienti, produttive e sicure con Rockwell

    Econo-Pak è un’importante azienda che produce macchine incartonatrici, con oltre 35 anni di esperienza nel settore. Con sede vicino a Francoforte, in Germania, ha mantenuto le caratteristiche di un’azienda a conduzione familiare ed è in grado di...

  • La pianificazione integrata: arma segreta delle filiere contro la crisi

    Forse oggi, dopo i difficili anni del Covid, la recessione non è più così vicina, ma i margini aziendali continuano a essere sotto pressione. La crisi energetica scaturita dalla guerra in Ucraina ha fatto schizzare i costi di produzione...

Scopri le novità scelte per te x