La logistica ‘del futuro’

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 8 maggio 2024

Le prospettive della logistica, alle prese con esigenze crescenti di velocità e precisione, aumento dei costi e incertezza economica, e le soluzioni di Zebra

Entro i prossimi 5 anni la maggior parte dei responsabili di magazzino a livello globale prevede di investire in machine learning (94%), analisi predittiva (92%), machine vision (86%) e computer vision (85%). Sono i dati emersi dallo studio di Zebra Technologies del 2023 ‘Making Modern Warehousing a Reality: Supply Chain Resiliency & Agility’, che confermano come i decision maker che operano in questo settore stiano accelerando i piani di investimento in tecnologie per risolvere le sfide relative all’ottimizzazione della manodopera, alla semplificazione delle attività, nonché alle imprecisioni nella gestione delle scorte e al passaggio a sistemi basati sul cloud. Infatti, le tecnologie avanzate di AI sono in grado di offrire funzionalità di automazione, analisi e processo decisionale automatizzato nell’ambito della supply chain e del magazzino. Tra le aree di maggior interesse, oltre all’AI, vanno nominate deep learning e le operazioni di machine learning (ML Ops). In questi ambiti, infatti, è possibile notare progressi nella visione e nell’elaborazione del linguaggio naturale, in particolare nei large language model (LLM), nonché nelle tecniche per migliorare le prestazioni e l’interpretabilità delle reti neurali profonde, delle applicazioni AI e di deep learning nel settore manifatturiero, automotive, sanitario e finanziario. Inoltre, l’introduzione di applicazioni software basate su AI nello stack tecnologico di un’azienda, per supportare il flusso di informazioni, le attività operative e i processi decisionali automatizzati, permette di aiutare gli operatori in prima linea a fornire ciò che i clienti desiderano, quando lo desiderano, gestendo in modo efficiente ogni aspetto del business. Tuttavia, rimane un problema critico: le risposte a eventuali interruzioni impreviste sono spesso troppo lente, e si sente la necessità di operare con maggiore velocità e precisione. Gli errori, la mancanza di prodotti disponibili o sovrautilizzati e i problemi di manodopera sono sempre più presenti in un contesto in cui i clienti richiedono tempi rapidi di consegna. Ed è per questo motivo che la tecnologia e i sensori, messi a disposizione degli operatori, o all’interno dell’infrastruttura dei centri di distribuzione, sono fondamentali. In ambienti con disponibilità limitata di manodopera, i sensori e le infrastrutture fisse svolgeranno un ruolo sempre più fondamentale nell’acquisizione dei dati: la scansione industriale fissa, le telecamere intelligenti, la machine vision e l’Rfid faranno quindi il loro ingresso nelle supply chain integrate. Non a caso, i responsabili di magazzino a livello globale si affidano sempre più spesso alle tecnologie a sensore, tra cui tag e sensori passivi per l’identificazione a radiofrequenza Rfid (81%), tecnologie di localizzazione in tempo reale con tag attivi (68%), sensori mobili sui carrelli elevatori (68%), sensori di monitoraggio della temperatura ed etichette intelligenti (67%).

Le esigenze emergenti in magazzino e nella supply chain

Ci sono una serie di difficoltà del mondo del lavoro che affliggono il settore del magazzino e che, in una certa misura, sono fuori dal controllo delle aziende del comparto. La perdita di posti di lavoro, l’incertezza sperimentata durante la pandemia, l’invecchiamento, la contrazione demografica e le differenze generazionali relative a preferenze lavorative e di carriera sono solo alcune di queste. In quest’ultimo periodo, per esempio, gli operatori in ambito magazzino e logistica hanno dovuto affrontare pressioni inflazionistiche, difficoltà relative all’assunzione e al mantenimento del personale, e avvenimenti che hanno avuto un impatto negativo sulle supply chain su scala globale. Si pensi alla crisi, dovuta alla siccità, del Canale di Panama, per cui si stimano ritardi delle navi fino a 20 giorni, una riduzione dei passaggi giornalieri e tariffe di attraversamento più che raddoppiate. Per il Canale passa il 3% del commercio marittimo globale e la sua crisi implica conseguenze a catena, come tariffe di spedizione più elevate, consegne ritardate ai porti, necessità di percorsi di trasporto alternativi e scaffali vuoti nei magazzini. L’instabilità, inoltre, si potrebbe espandere, soprattutto ora che la resilienza della supply chain è messa a dura prova, dimostrandosi inadeguata. Con catene di approvvigionamento più complesse e potenzialmente più frammentate, aumenta infatti il numero dei nodi della supply chain stessa. Per rispondere a questa situazione, le aziende stanno adottando soluzioni di modernizzazione della catena di fornitura e del magazzino basate su AI, cloud, analisi e digital twin, che possono offrire visibilità, flessibilità e resilienza per affrontare il mondo odierno, in cui le supply chain sono globali, complesse e colpite da crisi mondiali. Nonostante ciò, queste tecnologie non devono essere viste come una ‘bacchetta magica’: è fondamentale implementarle quando opportuno, come parte di un ecosistema visibile e flessibile. Per questo le aziende necessitano di partner come Zebra che, grazie all’esperienza maturata sul campo, possono supportarli nel gestire le catene di approvvigionamento.

Le novità sviluppate da Zebra per la logistica

Le aziende con cui Zebra collabora sono alla ricerca di modi per superare queste sfide, e Zebra è pronta a fornire soluzioni sicure, innovative e affidabili per la logistica e la distribuzione attraverso un ecosistema di noti partner di mercato. Alla base degli sforzi di Zebra per trasformare il magazzino e renderlo un ambiente più moderno, vi sono soluzioni come i mobile computer TC53e e TC58e, compatibili con Android 17 e dotati di wi-fi 6E e delle nuove specifiche 5G 3GPP Release 16, che espandono la portata del 5G per permettere nuovi servizi e implementazioni. Inoltre, questi dispositivi sono equipaggiati con il processore Octa-Core di Qualcomm, che offre un notevole aumento della potenza di elaborazione, con memoria e storage aggiuntivi per applicazioni future. Inoltre, per rispondere alle esigenze delle aziende che intendono implementare tecnologie a sensore, il modello TC53e-Rfid si caratterizza per lo stesso form factor del TC53e, ma è dotato di un lettore Rfid ad altissima frequenza (UHF Rfid) a corto raggio, volto al monitoraggio dell’inventario nei magazzini interni e in ambienti logistici. Per gli ambienti che necessitano mobile computer ultra robusti, invece, la nuova serie MC9400 è una soluzione wireless conveniente, in grado di operare in modo efficiente in ambienti industriali difficili, sia all’interno che all’esterno, mentre il computer indossabile WT6400, progettato per gli ambienti di lavoro industriali, è in grado di resistere a temperature fino a -30 °C.

Zebra Technologies – www.zebra.com/it/it.html

Scarica il pdf



Contenuti correlati

  • Remira supply chain sostenibilità
    Come rendere la supply chain sostenibile in 4 step

    Eventi meteorologici estremi come inondazioni, uragani e siccità, sono ormai sempre più frequenti. A causa proprio di questi ultimi, le catene di approvvigionamento subiscono gravi interruzioni che comportano tempi di consegna più lunghi, costi più elevati e...

  • Scanner industriale fisso per applicazioni AI e sensori 3D da Zebra Technologies

    Zebra Technologies ha presentato a SPS Italia 2024 lo scanner industriale fisso FS42 e i sensori 3D della serie 3S, continuando a promuovere innovazioni tecnologiche sicure come l’AI per il settore manifatturiero, oltre a migliorare l’efficienza attraverso...

  • Logistica e intralogistica: qual è il futuro?

    Il settore della logistica e intralogistica sta vivendo un periodo di rapida evoluzione, legato all’introduzione di nuove tecnologie in risposta a una serie di criticità. Ne parliamo qui con: Enzo Tumminaro, country manager di Zebra Italia, Donato...

  • Da uno studio di Zebra Technologies: più automazione per risolvere le sfide del magazzino

    Uno studio di Zebra Technologies su automazione, potenziamento tecnologico e programmazione della manodopera, analizza le principali sfide che spingono i leader del magazzino a investire in automazione e in altre tecnologie, oltre ad approfondire come poter affrontare al meglio...

  • Come sarà il magazzino del futuro?

    Con i moderni sistemi di trasporto automatico il magazzino prossimo venturo potrà essere flessibile, interconnesso e smart. Per arrivare a centrare l’obiettivo, LCS e SEW-Eurodrive hanno sviluppato una soluzione completa e integrata per la smart factory di...

  • Logistica ‘doc’ per il mobile di lusso

    Il mobile di lusso è una icona del Made in Italy e la gestione logistica di simili arredi è un’attività che deve rispondere ai più elevati criteri di eccellenza e professionalità. È questa l’esperienza di De Girolami,...

  • IT+OT=IIoT

    Trasmissione dati dal campo ai livelli superiori tramite Industrial Ethernet nell’era dell’IoT: ottimizzazione della produzione e gestione della supply chain L’avvento dell’Internet delle cose (IoT) ha rivoluzionato il settore industriale, introducendo nuove opportunità per il controllo della...

  • Affrontare le sfide nell’era della digitalizzazione

    Quando si definisce una strategia di cybersecurity è essenziale coinvolgere nella discussione tutti gli attori, anche quelli della supply chain Oggigiorno, il processo di digitalizzazione degli ambienti industriali, caratterizzato da una crescente connettività e automazione, rappresenta un’arma...

  • Zebra Technologies Too Good To Go
    Zebra Technologies premia la sostenibilità dei suoi partner, il primo è Too Good To Go

    Zebra Technologies ha avviato il Sustainability Partner Recognition Program per premiare i partner di canale che implementano le soluzioni di Zebra per raggiungere risultati sostenibili. Il nuovo programma è aperto a tutti i partner hardware PartnerConnect e...

  • Il processo Integrated Business Planning nella moda ottimizza la supply chain

    In un settore in rapida evoluzione come quello della moda è necessario che le previsioni di vendita siano precise, anche di fronte a fluttuazioni stagionali o a comportamenti di mercato imprevedibili, per permettere alle aziende di tutelare...

Scopri le novità scelte per te x