Il consorzio CLPA supera i 4000 associati

Pubblicato il 24 novembre 2021

Dai timidi inizi oltre 20 anni fa, CLPA ha recentemente registrato crescite annuali a doppia cifra, grazie all’aumento esponenziale del numero di aziende che riconoscono i vantaggi dell’Industrial Ethernet con larghezza di banda Gigabit. Questa crescita è stata ulteriormente favorita da CC-Link IE TSN, la prima tecnologia per reti aperte a combinare larghezza di banda Gigabit con lo standard TSN (Time Sensitive Networking). Il risultato è che in tutto il mondo operano ormai oltre 30 milioni di dispositivi basati sulle tecnologie CLPA.

Il fieldbus originario del consorzio, CC-Link, è stato sviluppato dal leader globale dell’automazione Mitsubishi Electric. Dopo la trasformazione in tecnologia aperta nel 2000, ha continuato a coinvolgere altre aziende tecnologiche leader a livello globale, come Analog Devices, Balluff, Cisco, Cognex e Molex, convincendole ad unirsi a Mitsubishi Electric nel consiglio di amministrazione del consorzio.

CLPA ha una reputazione consolidata per quanto riguarda l’innovazione, con vantaggi assoluti come la prima rete Industrial Ethernet aperta con larghezza di banda gigabit al mondo, CC-Link IE, ed ora con CC-Link IE TSN. Questo ha portato le reti del consorzio ad essere scelte da importanti aziende manifatturiere in un’ampia gamma di settori: automotive, semiconduttori, elettronica di consumo e food & beverage, per citarne solo alcuni. Ma non è solo il numero di partner a crescere esponenzialmente. Anche la quantità di aziende che ha aggiunto al proprio portafoglio prodotti compatibili con CLPA continua a crescere. Attualmente sono disponibili 2.400 prodotti da 360 aziende provenienti da tutto il mondo.

Il consorzio ha recentemente festeggiato il proprio anniversario, senza per questo aver rallentato in alcun modo il passo col quale continua a proporre innovazione. Oltre al TSN, ha recentemente annunciato la pubblicazione di linee guida per la sicurezza e il supporto alle reti wireless. Ha dimostrato quindi di voler restare un affidabile partner anche per il futuro, mentre la diffusione di Industry 4.0 nel settore manifatturiero continua a crescere.

Browett, General Manager, CLPA-Europe



Contenuti correlati

  • mouser electronics podcast automazione
    I nuovi trend dell’automazione industriale nel podcast di Mouser Electronics

    Mouser Electronics ha reso disponibile la settima e ultima puntata del programma Empowering Innovation Together 2021. Questo episodio finale va ad approfondire le potenzialità delle tecnologie di automazione industriale e i legami del mondo dell’apprendimento automatico con...

  • CLPA: un nuovo whitepaper rivela come sviluppare dispositivi che sfruttino i benefici del TSN

    Consorzio CLPA (CC-Link Partner Association) ha pubblicato un whitepaper sull’ecosistema di sviluppo per dispositivi di automazione compatibili con lo standard Time Sensitive Networking liberamente scaricabile. Creato per i vendor di prodotti per l’automazione, “Come promuovere i vostri prodotti...

  • Texas Instruments: ecco il sensore di posizione 3D ad effetto Hall
    Texas Instruments: ecco il sensore di posizione 3D ad effetto Hall

    Texas Instruments alza il sipario sul sensore di posizione 3D ad effetto Hall. Con il TMAG5170, i tecnici possono ottenere alta precisione non calibrata a velocità fino a 20 kSPS per un controllo più veloce e accurato, in tempo...

  • Ottimizzazione proattiva: obiettivo centrato

    Collaboration, MES e IIoT per l’analisi in tempo reale della produzione Leggi l’articolo

  • Industry 4.0 e Industry 5.0 non sono così distanti

    Perché puntare sulla leadership per cogliere le opportunità dell’Industry 4.0 e approcciare il 5.0. Ce lo spiega l’autore, director of Supply Chain Solutions in Zebra Technologies Leggi l’articolo

  • Deep learning per l'analisi delle immagini con software VisionPro Cognex
    Deep learning per l’analisi delle immagini con software VisionPro Cognex

    Cognex porta alla ribalta il software VisionPro Deep Learning, che offre analisi delle immagini basato sul deep learning e progettato per l’automazione industriale. VisionPro Deep Learning di Cognex riduce la barriera d’ingresso per gli utenti grazie a un’interfaccia...

  • Smart factory sotto attacco: ecco quanto costa un fermo impianto

    Quanto costa un fermo macchina in un impianto industriale? Che disservizio porta la mancata erogazione del servizio? Quanto può costare la non sicurezza? Il video “Attack at an Industrial Facility” offre una risposta a queste domande. GUARDA IL VIDEO...

  • 10 anni di crescita per Automation24

    Lo shop online specializzato in automazione industriale celebra il suo decimo anniversario e continua il suo percorso di crescita siglando nuove partnership che allargano il suo orizzonte alla strumentazione di processo e ai prodotti per la sicurezza...

  • Reti Industriali

    Cresce il mercato della comunicazione industriale spinto dalla digitalizzazione e dall’incremento di tutte le attività eseguite da remoto. L’andamento delle tre grandi macroaree, Fieldbus, Ethernet e Wireless, e la convergenza IT-OT nelle smart factory Leggi l’articolo  

  • L’approccio ‘Kaizen’ allo smart manufacturing

    Con cent’anni di esperienza nell’automazione industriale, Mitsubishi Electric mette a disposizione il proprio know-how e un vasto portafoglio di soluzioni per accompagnare le aziende nel processo di digitalizzazione, attraverso un nuovo approccio basato sulla filosofia giapponese Kaizen,...

Scopri le novità scelte per te x