igus: un segnale sulle variazioni attraverso un sistema CF.D

Pubblicato il 13 giugno 2019

Il sistema CF.D igus permette, nelle smart factory, di monitorare i cavi inseriti in catene portacavi e di evitare interruzioni dell’attività produttiva. E’ questa la novità presentata dalla società all’edizione di novembre scorso dell’SPS di Norimberga, un’idea innovativa, in anteprima, per il controllo intelligente di cavi bus nei sistemi per catene portacavi. Grazie a un sistema di notifica istantanea, il sistema CF.D segnala le variazioni – anche minime – nelle caratteristiche di trasmissione dei cavi e permette di anticipare eventuali stop dell’impianto. Si possono così evitare i costi altissimi legati ai fermi macchina imprevisti.

Prima o poi, nell’uso in catene portacavi, le caratteristiche trasmissive dei cavi bus si alterano. Questo vale, oltre che per le corse lineari, anche per i cavi impiegati in movimenti tridimensionali, per esempio negli allestimenti robotici. Questo fenomeno porta inevitabilmente ad interruzioni nel trasferimento dei dati, guasti dell’impianto e fermi non pianificati. La soluzione che lo specialista in motion plastics, igus ha presentato all’SPS IPC Drives di Parma, consente di riconoscere in anticipo eventuali danni al cavo bus chainflex utilizzato. Questo sistema intelligente è composto da un’unità di valutazione e un modulo di risposta. Questi ultimi sono inseriti alle estremità del cavo bus soggetto ad elevate sollecitazioni meccaniche.

L’unità di valutazione viene di solito posizionata nell’armadio elettrico posto sulla parte fissa mentre il modulo di risposta si colloca nella cassetta di distribuzione situata nella parte mobile. Tra i due sono trasmessi pacchetti di dati specifici allo scopo di misurare la qualità del cavo che viene valutata in modo continuo in base al numero crescente di pacchetti persi o danneggiati. Se un certo valore – predefinito – è superato, il cliente riceve una prima segnalazione tramite Led giallo e l’interruzione di un contatto. Questa soglia di allarme può essere consultata anche tramite un collegamento in rete e la situazione può essere visualizzata – in tempo reale – online. Un Led rosso informerà il cliente in merito al superamento di una seconda soglia di allarme e l’errore (guasto nel trasferimento bus) potrà essere localizzato rapidamente controllando l’armadio elettrico.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x