IFM Electronic: mezzo secolo di innovazione e tecnologia

 
Pubblicato il 4 novembre 2019

Da poco si è festeggiato il cinquantesimo compleanno di IFM Electronic: un’occasione per scoprire le strategie di un’azienda tedesca che ha saputo crescere, fino a diventare un’importante realtà produttiva globale, mantenendo la continuità e l’intraprendenza tipiche di un’azienda a conduzione familiare.

In questo mezzo secolo, IFM è molto cambiata. È partita come piccolo produttore di sensori e oggi è diventata un Gruppo che realizza e fornisce un’ampia gamma di soluzioni e tecnologie per l’automazione: dispositivi di misura, sistemi di controllo e software. IFM può proporre un portafoglio che si è esteso in maniera costante e considerevole, sia nell’ambito della produzione discreta, sia per quanto riguarda la strumentazione di processo.

Oggi IFM è un Gruppo di società a conduzione familiare che impiega circa 7.000 dipendenti e punta a un fatturato annuo di 1 miliardo di euro. La storia dell’azienda è cominciata nel 1969, con Robert Buck e Gerd Marhofer che fondarono una prima società di ingegneria dedicata alla metrologia. Sin dall’inizio, lo sviluppo tecnologico è stato un compito dell’ingegnere elettrico Buck, che ha sviluppato sensori innovativi a Tettnang, cittadina sita nei pressi della parte tedesca del Lago di Costanza, mentre l’aspetto commerciale è stato  appannaggio di Marhofer, che si è occupato delle vendite.

Cinque anni dopo la fondazione, IFM era già diventata un’azienda di riferimento in Germania nel settore dei sensori e dell’automazione. Nel 1976 ci fu un primo importante passo verso l’internazionalizzazione, con l’apertura delle prime filiali estere, in Francia e Giappone. Attualmente il Gruppo è presente in 85 Paesi ed è arrivato ad avere ben 45 filiali nazionali.

IFM produce e utilizza nei suoi impianti un ampio spettro di tecnologie proprie di Industria 4.0. Un esempio è lo stabilimento di Tettnang, dove evoluti sistemi di monitoraggio delle prestazioni, uniti a sofisticate soluzioni di produzione e movimentazione robotica, come linee automatizzate e AGV per il trasporto dei pezzi, consentono di realizzare quei sensori che sono i cardine della della IoT ed elementi fondanti di Industria 4.0. A Tettnang sono realizzati i sensori intelligenti, con comunicazione IO-Link, e le schede PCB altamente integrate per movimento e controllo.

Sono numerose le concause che hanno portato a questa sostanziale evoluzione del modello commerciale dell’azienda. Insieme a un continuo sviluppo tecnologico e commerciale, nel 2001 si è realizzato all’interno di IFM un cambio generazionale. I figli dei fondatori, Martin Buck e Michael Marhofer, sono arrivati alla guida dell’azienda e le hanno consentito di superare brillantemente la fase peggiore della crisi economica globale e le numerose sfide del nuovo millennio.

I ruoli rivestiti dalla nuova generazione, in entrambe le sedi di Tettnang e di Essen, sono ancora gli stessi di 50 anni fa: le vendite e le finanze fanno riferimento alla sede di Essen, con a capo Marhofer, mentre i prodotti sono sviluppati e costruiti sul Lago di Costanza, sotto la guida di di Buck.

Negli ultimi anni, oltre allo sviluppo e alla produzione di sensori, il Gruppo IFM ha diversificato gli investimenti, con una crescente importanza dei servizi e della produzione di software, che nei prossimi anni è prevista in ulteriore crescita. A Siegen sono presenti cinque società appartenenti al Gruppo: GIB, IFM Services (ex QOSIT Informationstechnik), IFM software (che in precedenza era IFM Datalink) e IFM Solutions (ex Tisc).

Dalla primavera del 2019, il Gruppo IFM può disporre anche di un nuovo complesso immobiliare: ‘The Summit’. Questa sede, collocata nella zona industriale di Martinshardt, è diventata il sito del Gruppo IFM dedicato al software e alla tecnologia. Una nuova struttura dove le diverse aziende del Gruppo potranno lavorare su nuove tecnologie e soluzioni software innovative per l’industria, in settori 4.0 come il networking, la comunicazione e la connettività.

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • Software industriale: centrale per la crescita

    ‘Digitale e industria: il futuro è adesso’: questo il titolo dell’edizione 2022 di Forum Software Industriale, ultima tappa del percorso di eventi proposti quest’anno da Anie Automazione, qui nello specifico presente con il Gruppo Software Industriale, e...

  • Pressione e livello al servizio della produzione

    Terranova Instruments dispone di un’ampia proposta di strumentazione di processo, per acquisire praticamente tutte le variabili utili in produzione. Per le loro caratteristiche di robustezza, affidabilità e precisione, Terranova può vantare diversi strumenti particolarmente adatti all’uso nell’industria...

  • PTC acquisisce ServiceMax, nota nel campo delle soluzioni SaaS di Field Service Management

    PTC ha annunciato di aver firmato un accordo definitivo per l’acquisizione di ServiceMax per circa 1,46 miliardi di dollari in contanti, esente da debiti e cassa, da una società controllata a maggioranza da Silver Lake. ServiceMax è...

  • Sistemi di tracciabilità e monitoraggio

    L’adozione di sistemi di tracciabilità e monitoraggio degli asset basati sulla tecnologia IoT consente alle aziende di ottenere i dati necessari per migliorare la gestione dei cicli produttivi complessi e delle apparecchiature di produzione Leggi l’articolo

  • Settore idrico: Siemens presenta a Ecomondo 2022 un portfolio integrato

    Giving the best for our most precious resource. For an efficient and sustainable water industry (Dare il meglio per la nostra risorsa più preziosa. Per un settore idrico efficiente e sostenibile): con questo motto, Siemens partecipa a Ecomondo...

  • A SPS 2022 Analog Devices presenta soluzioni per una produzione intelligente e sostenibile

    Analog Devices (ADI) presenta alla fiera SPS 2022 (Norimberga, 8-10 novembre) tecnologie e soluzioni all’avanguardia che consentono di realizzare l’intelligent edge per una produzione smart e sostenibile. La tecnologia di ADI aiuta i clienti ad aumentare la...

  • Nuovo sistema software DeltaV IO.Connect da Emerson

    Emerson ha rilasciato DeltaV IO.CONNECT, un nuovo servizio software in abbonamento progettato per aiutare a semplificare la modernizzazione degli impianti con un percorso ad architettura aperta che consente di passare a schemi di controllo più efficienti senza...

  • Leuze Sensor People
    Sicurezza assicurata nelle stazioni di trasferimento con i sensori e laser scanner Leuze

    Nelle applicazioni in cui i veicoli per il rifornimento dei corridoi interagiscono nelle stazioni di trasferimento con un collegamento diretto a un’area pericolosa, il funzionamento deve essere il più sicuro ed efficiente possibile: in tutta l’area, il...

  • Comau e Siemens per l’integrazione della robotica e dell’intelligenza artificiale nel PLC

    Nel corso dell’evento “L’integrazione della robotica e dell’intelligenza artificiale nel PLC”, Comau e Siemens hanno presentato diversi casi applicativi, a dimostrazione della capacità concreta dei PLC Siemens di comunicare a livello industriale con robot controller Comau. L’evento...

  • Sensori guidano i robot nel farmaceutico più impegnativo

    Macofar, business unit bolognese della multinazionale Romaco, specializzata in macchine e sistemi per il processo e il confezionamento di prodotti e specialità farmaceutiche, ha scelto di equipaggiare il suo sistema MicroRobot 50, una macchina altamente innovativa per...

Scopri le novità scelte per te x