IFM Electronic: mezzo secolo di innovazione e tecnologia

 
Pubblicato il 4 novembre 2019

Da poco si è festeggiato il cinquantesimo compleanno di IFM Electronic: un’occasione per scoprire le strategie di un’azienda tedesca che ha saputo crescere, fino a diventare un’importante realtà produttiva globale, mantenendo la continuità e l’intraprendenza tipiche di un’azienda a conduzione familiare.

In questo mezzo secolo, IFM è molto cambiata. È partita come piccolo produttore di sensori e oggi è diventata un Gruppo che realizza e fornisce un’ampia gamma di soluzioni e tecnologie per l’automazione: dispositivi di misura, sistemi di controllo e software. IFM può proporre un portafoglio che si è esteso in maniera costante e considerevole, sia nell’ambito della produzione discreta, sia per quanto riguarda la strumentazione di processo.

Oggi IFM è un Gruppo di società a conduzione familiare che impiega circa 7.000 dipendenti e punta a un fatturato annuo di 1 miliardo di euro. La storia dell’azienda è cominciata nel 1969, con Robert Buck e Gerd Marhofer che fondarono una prima società di ingegneria dedicata alla metrologia. Sin dall’inizio, lo sviluppo tecnologico è stato un compito dell’ingegnere elettrico Buck, che ha sviluppato sensori innovativi a Tettnang, cittadina sita nei pressi della parte tedesca del Lago di Costanza, mentre l’aspetto commerciale è stato  appannaggio di Marhofer, che si è occupato delle vendite.

Cinque anni dopo la fondazione, IFM era già diventata un’azienda di riferimento in Germania nel settore dei sensori e dell’automazione. Nel 1976 ci fu un primo importante passo verso l’internazionalizzazione, con l’apertura delle prime filiali estere, in Francia e Giappone. Attualmente il Gruppo è presente in 85 Paesi ed è arrivato ad avere ben 45 filiali nazionali.

IFM produce e utilizza nei suoi impianti un ampio spettro di tecnologie proprie di Industria 4.0. Un esempio è lo stabilimento di Tettnang, dove evoluti sistemi di monitoraggio delle prestazioni, uniti a sofisticate soluzioni di produzione e movimentazione robotica, come linee automatizzate e AGV per il trasporto dei pezzi, consentono di realizzare quei sensori che sono i cardine della della IoT ed elementi fondanti di Industria 4.0. A Tettnang sono realizzati i sensori intelligenti, con comunicazione IO-Link, e le schede PCB altamente integrate per movimento e controllo.

Sono numerose le concause che hanno portato a questa sostanziale evoluzione del modello commerciale dell’azienda. Insieme a un continuo sviluppo tecnologico e commerciale, nel 2001 si è realizzato all’interno di IFM un cambio generazionale. I figli dei fondatori, Martin Buck e Michael Marhofer, sono arrivati alla guida dell’azienda e le hanno consentito di superare brillantemente la fase peggiore della crisi economica globale e le numerose sfide del nuovo millennio.

I ruoli rivestiti dalla nuova generazione, in entrambe le sedi di Tettnang e di Essen, sono ancora gli stessi di 50 anni fa: le vendite e le finanze fanno riferimento alla sede di Essen, con a capo Marhofer, mentre i prodotti sono sviluppati e costruiti sul Lago di Costanza, sotto la guida di di Buck.

Negli ultimi anni, oltre allo sviluppo e alla produzione di sensori, il Gruppo IFM ha diversificato gli investimenti, con una crescente importanza dei servizi e della produzione di software, che nei prossimi anni è prevista in ulteriore crescita. A Siegen sono presenti cinque società appartenenti al Gruppo: GIB, IFM Services (ex QOSIT Informationstechnik), IFM software (che in precedenza era IFM Datalink) e IFM Solutions (ex Tisc).

Dalla primavera del 2019, il Gruppo IFM può disporre anche di un nuovo complesso immobiliare: ‘The Summit’. Questa sede, collocata nella zona industriale di Martinshardt, è diventata il sito del Gruppo IFM dedicato al software e alla tecnologia. Una nuova struttura dove le diverse aziende del Gruppo potranno lavorare su nuove tecnologie e soluzioni software innovative per l’industria, in settori 4.0 come il networking, la comunicazione e la connettività.

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • Sistemi di visione

    Diamo qui una panoramica delle tecnologie e dei sistemi di visione, la cui presenza è sempre più indispensabile in tutti i processi produttivi e lungo l’intera supply chain Leggi l’articolo

  • Arrow Dani edge
    Edge Computing al servizio delle persone con mobilità limitata con Arrow

    Arrow Electronics ha presentato il nuovo progetto Data Analytics & Network Innovation, noto anche come “Progetto Dani“, che contribuisce a migliorare la vita delle persone che utilizzano la sedia a rotelle e di coloro con mobilità limitata....

  • Pilz festeggia un anno record e guarda con fiducia al 2022

    Che il tema della sicurezza sia questione di DNA in Pilz lo si capisce subito, così come si percepisce quello spirito di famiglia, di comunità, che da sempre la contraddistingue nonostante una presenza ormai globale. Ancora azienda a...

  • Gefran a SPS presenta la digitalizzazione pervasiva e sostenibile

    Gefran partecipa alla decima edizione di SPS Italia, appuntamento dedicato alle tecnologie al servizio della trasformazione digitale, che torna in presenza dal 24 al 26 maggio (Padiglione 3, Stand F007). I visitatori saranno accolti in uno stand...

  • È trasparente ma…

    I sensori per oggetti trasparenti, con tecnologia UV brevettata, rilevano la presenza di fogli di plastica trasparente durante la termoformatura Leggi l’articolo

  • Resilienza, proattività e reattività

    Oggi ho imparato che esistono almeno due scuole di pensiero circa l’augurio cinese “possa tu vivere tempi interessanti” (anche tralasciando il fatto che, a quanto pare, ci sono diversi dubbi anche sull’origine cinese del detto…)… Leggi l’articolo

  • Comunicazione assicurata

    I dispositivi di rete quali switch, gateway, router, moduli I/O, snodi centrali della comunicazione dati industriale, devono garantire un flusso dati efficiente e affidabile anche in ambienti estremi Leggi l’articolo 

  • Un nuovo stabilimento di Mitsubishi Electric nascerà nella Prefettura giapponese di Aichi entro il 2025

    In data 28 marzo 2022, Mitsubishi Electric Corporation ha annunciato di aver acquistato 42.000 m2 di terreno a Owariasahi, città della Prefettura giapponese di Aichi, per realizzare un nuovo stabilimento che, a partire da aprile 2025, produrrà...

  • Cobot, più sicurezza nella collaborazione uomo-macchina

    Le innovazioni in sensori, intelligenza artificiale, machine learning migliorano la consapevolezza situazionale dei robot, consentendo loro di operare in prossimità degli operatori, senza necessità di recinzioni. Leggi l’articolo

  • Accretech Surfcom Nex
    Misura combinata di profili e superfici con Surfcom Nex di Accretech

    Surfcom Nex costituisce l’ultima evoluzione della serie Surfcom di Accretech: un unico sistema in grado di soddisfare le diverse esigenze dei clienti in materia di misurazioni combinate di profili e superfici in modo flessibile, preciso e rapido...

Scopri le novità scelte per te x