I moduli Ewellix estendono le capacità dei robot collaborativi

Pubblicato il 25 ottobre 2019

Ewellix introduce una nuova serie di moduli per il movimento lineare, capaci di espandere in modo significativo l’area di lavoro dei piccoli robot e cobot per l’automazione industriale. I nuovi Liftkit e Slidekit sono in grado di estendere il raggio d’azione e la mobilità di robot standard, senza la necessità di usare taglie maggiori più costose, complicati accessori e nuovi programmi. I nuovi moduli sono pronti da installare e possono essere operativi in soli 30 minuti.

Il modulo Liftkit si basa su una colonna telescopica, in grado di alzare o abbassare un robot o cobot standard fino a 900 mm; in alcune applicazioni, questa misura può essere ulteriormente estesa. Il Liftkit è disponibile in tre versioni con altrettante colonne telescopiche: la TLT per carichi leggeri e lunghe corse; la CPMT per carichi pesanti; e la CPSM ove richieste elevata velocità e un’accuratezza di posizionamento entro ±0,01 mm. Questi moduli sono ideali per tutte le applicazioni di ‘pick & place’ e pallettizzazione, nelle quali sia richiesta una maggiore estensione in altezza.

Per le applicazioni che necessitano di maggiore mobilità orizzontale, il modulo Slidekit consente a ciascun robot di aumentare il suo raggio d’azione fino a 1.800 mm. Lo Slidekit è basato su un modulo lineare equipaggiato con guide profilate e viti a sfere Ewellix, ed è in grado di assicurare un posizionamento e una ripetibilità estremamente accurati.

Liftkit e Slidekit sono robusti e affidabili, possono anche essere usati insieme per creare un sistema eccezionalmente versatile a un costo estremamente competitivo. Ewellix offre inoltre l’opzione di realizzare versioni personalizzate. I KIT sono anche disponibili sotto forma di soluzioni ‘plug&play’ per essere utilizzati con tutti i robot prodotti dalla Universal Robots (UR). Queste versioni sono fornite complete di tutto l’hardware, gli attacchi, le unità di controllo e le interfacce necessari per una rapida e facile installazione.

Damien Ehry, Business Support Manager di Ewellix, vede vantaggi considerevoli in termini di tempo e costi, soprattutto per gli OEM e le industrie di medie dimensioni. “Liftkit e Slidekit sono sistemi ‘plug&play’, che includono tutte le interfacce elettriche e meccaniche necessarie per connettersi ai robot UR, consentendo all’utente finale di usare immediatamente il sistema. Un’azienda di medie dimensioni, che installi due o tre celle dotate di robot collaborativi, può diventare produttiva quasi immediatamente, senza necessità di sviluppare costose soluzioni ad hoc.”



Contenuti correlati

  • Omron Robotics and Safety Technologies: partnership strategica con Lowpad per i robot mobili

    Omron Robotics and Safety Technologies e Lowpad annunciano una collaborazione strategica per espandere la linea di robot mobili Omron con l’offerta di prodotti a basso profilo di Lowpad. Omron è attiva nel settore dei robot mobili autonomi...

  • Un fedele amico dell’uomo

    I robot che camminano rappresentano l’integrazione di moltissime innovazioni nel campo della robotica che li rende adatti a svariate applicazioni. Uno sguardo al futuro per scoprire dove questi compagni meccanici stanno prendendo piede Insegnare ai robot a...

  • Robot calibrati e precisi con Keba

    Da quando i robot industriali sono stati introdotti negli Anni 50, sono cambiate in modo radicale sia le specifiche di progetto che i metodi di realizzazione. Originariamente, il loro impiego era focalizzato ad assolvere compiti ripetitivi di...

  • Automazione igienica, flessibile e salvaspazio

    I robot Stäubli, nello stabilimento della tedesca BMI, sono stati utilizzati nella linea di confezionamento per blocchi di formaggio a pasta dura Per produrre 35.000 tonnellate di formaggio a pasta dura all’anno sono necessari circa 350 milioni...

  • Ucimu: un 2023 complessivamente in positivo e un 2024 di tenuta

    2023 ancora positivo per l’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot e automazione che ottiene un nuovo record di produzione; si allunga così il trend favorevole che dovrebbe trovare conferma anche nel 2024. Questo, in sintesi, quanto...

  • Omron Industrial Part Feeder
    Smistamento efficiente dei componenti con l’Industrial Part Feeder di Omron

    Omron aggiunge al suo ampio portafoglio di soluzioni robotiche l’industrial Part Feeder (iPF). Progettato appositamente per lo smistamento efficiente dei componenti, iPF semplifica i processi di produzione, come assemblaggio, imballaggio, smistamento e ispezione, nei diversi settori industriali....

  • Innodisk DRAM PRO Series
    Soluzioni Innodisk per il calcolo ad alte prestazioni nell’aerospace

    La crescita di AIoT, edge computing e server edge esterni mette sotto pressione la gestione termica dei sistemi di elaborazione ad alte prestazioni. Il modulo Ultra Temperature DRAM di Innodisk si configura come una soluzione robusta per...

  • cobot_Omron_TM_S
    Robot collaborativi Omron ancora più veloci e sicuri

    I robot collaborativi Omron TM serie S sono stati progettati per numerose applicazioni in diversi settori, e offrono hardware avanzato, maggiori funzioni e certificazioni di sicurezza e funzionalità di configurazione di nuova generazione, per una grande facilità...

  • Universal Robots_UR30_machine-tending
    UR30 di Universal Robots è il cobot con paylod di 30 kg

    Universal Robots espande il suo portfolio di prodotti con un nuovo cobot con capacità di carico di 30 kg. UR30 è il secondo della nuova serie di cobot innovativi di nuova generazione di Universal Robot ed è...

  • Scegliere il sensore di forza/coppia dei robot: integrato o autonomo?

    Di Klajd Lika, CEO, Bota Systems  I sensori di forza/coppia stanno acquisentdo sempre più popolarità nelle applicazioni robotiche – la tendenza è ormai evidente. A fare la differenza è l’impiego diffuso dei robot in contesti eterogenei, dove...

Scopri le novità scelte per te x