HPE ed Eni avviano la realizzazione di un supercomputer industriali

HPC6 di Eni accelererà la modellazione e la simulazione basate su IA per sostenere la transizione energetica

Pubblicato il 9 febbraio 2024

Hewlett Packard Enterprise ha annunciato che sta realizzando per Eni, uno dei maggiori fornitori di energia al mondo, un supercomputer di prossima generazione chiamato HPC6.

Eni utilizzerà il sistema per promuovere la ricerca scientifica e l’ingegneria al fine di accelerare l’innovazione nella transizione energetica. Eni da tempo utilizza i supercomputer per raggiungere il proprio obiettivo net zero. Una volta completato, HPC6 sarà uno dei supercomputer più potenti al mondo di proprietà di un’impresa, una distinzione importante in quanto i sistemi più prestanti sono generalmente di proprietà di enti pubblici e istituti di ricerca.

Il supercomputer HPC6

HPC6 sarà costruito con i supercomputer HPE Cray EX4000 dotati di CPU AMD EPYCTM e acceleratori AMD InstinctTM, gli stessi che alimentano il supercomputer più veloce del mondo, per supportare carichi di lavoro ad alta intensità di dati e immagini per l’intelligenza artificiale (AI), la modellazione e la simulazione. Il sistema rafforzerà l’attuale ricerca Eni, che si concentra sullo studio e l’individuazione di nuove fonti energetiche, tra cui le rinnovabili. HPC6 aumenterà la potenza di calcolo disponibile per Eni fino a raggiungere un picco di prestazioni teoriche di 600 milioni di miliardi (600 seguito da 15 zeri) di operazioni in virgola mobile al secondo, o 600 petaFLOP/s.

“Le aziende sono impegnate a trovare il giusto equilibrio tra le enormi opportunità di business offerte dai loro investimenti nell’IA con la responsabilità di mitigare l’impatto ambientale di questi potenti sistemi”, ha dichiarato Antonio Neri, presidente e CEO di HPE. “In qualità di leader nello sviluppo di soluzioni di IA e supercomputing efficienti dal punto di vista energetico, HPE è in una posizione unica per aiutare le organizzazioni a ridurre al minimo il consumo energetico massimizzando al contempo i risultati aziendali. Siamo entusiasti di svolgere un ruolo nell’impegno di Eni per la decarbonizzazione attraverso la digitalizzazione e l’innovazione”.

Il valore aggiunto di HPE

L’HPC6 di Eni sarà installato nel suo Green Data Center in Italia, una struttura ad alta efficienza energetica che sarà aggiornata per supportare le funzionalità liquid-cooling di HPE, in grado di raffreddare i sistemi ad alta intensità di calcolo utilizzando meno energia rispetto a quelli raffreddati ad aria.

HPE ha realizzato sei tra i primi 10 supercomputer energeticamente più efficienti al mondo secondo la classifica Green500, pubblicata nel novembre 2023. Il sistema includerà anche HPE Slingshot Interconnect, una rete ad alte prestazioni basata su Ethernet aperta e progettata per supportare carichi di lavoro exascale, e HPE Cray ClusterStor E1000, uno storage file system parallelo open-source basato su Lustre per prestazioni più rapide ed efficienti.

“L’intelligenza artificiale e il supercalcolo svolgono un ruolo davvero importante per il progresso della ricerca, che HPE abilita attraverso soluzioni che generano la migliore efficienza complessiva dei sistemi HPC”, ha dichiarato Claudio Bassoli, presidente e amministratore delegato di Hewlett Packard Enterprise Italia. “Sono particolarmente orgoglioso che Eni ci abbia affidato un progetto che richiede soluzioni efficienti e innovative per le quali HPE è riconosciuta come leader mondiale”.



Contenuti correlati

  • La Space Economy è pronta a decollare

    L’Economia dello Spazio, definita dall’OCSE come un complesso di attività che generano valore e vantaggi attraverso l’esplorazione, la ricerca e l’utilizzo dello Spazio, si estende su un’ampia gamma di settori. Da un lato si concentra su tutto...

  • L’efficienza energetica nell’industria

    Trend, ostacoli e fattori trainanti per l’incremento degli investimenti in efficienza energetica nell’industria. La situazione europea e quella italiana. Diventa sempre più rilevante il contributo delle tecnologie digitali. Uno studio dell’Enea segnala importanti risultati ottenuti grazie alle...

  • Controlli tradizionali e machine learning per l’efficienza energetica negli edifici

    L’efficienza energetica negli edifici è un argomento di cui, giustamente, si sente parlare da molto tempo, rappresentando un elemento fondamentale per la decarbonizzazione, che necessariamente passa attraverso l’uso più razionale delle risorse energetiche… Leggi l’articolo

  • sicurezza AI Axitea
    AI e sicurezza: come prevenire gli infortuni sul lavoro

    Di Marco Bavazzano, Amministratore Delegato di Axitea Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle...

  • AI per le intranet: uno strumento che integra e potenzia le capacità umane, senza sostituirle

    Già da tempo l’intelligenza artificiale fa parte della nostra vita quotidiana ed è usata da moltissime aziende, in Italia e nel mondo. Gli algoritmi intelligenti sono capaci di apprendere ed elaborare le informazioni e suggeriscono alle persone...

  • Piano Transizione 5.0: l’Italia segue la strada indicata dall’Europa

    Piano Transizione 5.0 e il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sono strettamente collegati, in quanto mirano entrambi a promuovere la transizione verso un’economia sostenibile e digitale in Italia, stimolando l’innovazione e la crescita grazie ai...

  • MCMA di primavera: 4.0 e AI per la manutenzione

    Manca poco all’appuntamento con MCMA Bergamo, evento per la Manutenzione Industriale e Asset Management,  in programma il 17 aprile alla Fiera di Bergamo. In Italia il mercato dell’intelligenza artificiale cresce in maniera energica. Nel 2023 segna un +52%, raggiungendo il valore...

  • AI verso un futuro più ‘umano’ e sostenibile

    Creare dei microprocessori in grado di replicare i sistemi di apprendimento biologico, così da rendere l’intelligenza artificiale più flessibile, efficiente e sostenibile anche dal punto di vista ambientale. È questa la sfida lanciata da un gruppo internazionale...

  • C-Energy: ottimizzare l’efficienza energetica in fabbrica

    Marposs presenta C-Energy, un modulo software innovativo che trasforma il monitoraggio energetico in un sistema di gestione completo per qualsiasi stabilimento industriale. Comprendere e ottimizzare i consumi In un contesto di prezzi energetici elevati e di crescente...

  • AI: argomento di discussione globale

    Un’intelligenza artificiale affidabile può reinventare le aziende e contribuire a risolvere le sfide globali “Vago ma eccitante”. Queste parole sono state l’eufemismo del XX secolo, scarabocchiate a margine del famoso articolo di Tim Berners-Lee del 1989 in...

Scopri le novità scelte per te x