HMS Networks amplia il portafoglio prodotti con le soluzioni Intesis per la building automation

Pubblicato il 24 febbraio 2020

Dal 1° gennaio 2020, HMS Networks commercializza i prodotti e le soluzioni a marchio Intesis – il nuovo brand di HMS Networks. L’ampliamento del portafoglio prodotti, con l’aggiunta delle soluzioni di comunicazione per la building automation, è avvenuto grazie all’acquisizione nel 2016 della società spagnola Intesis, che è entrata a far parte del Gruppo HMS. Dal 1° gennaio 2020, HMS Networks distribuisce tutti i prodotti Intesis attraverso i propri canali di vendita, presenti in tutto il mondo. Con la completa integrazione di Intesis come Business Unit per la Building Automation, il gruppo aggiunge così un quarto brand, Intesis, ai suoi marchi Anybus, Ewon e Ixxat.

Gateway per l’automazione degli edifici

HMS Networks sarà presente per la prima volta a MCE Mostra Convegno Expocomfort, alla Fiera Rho di Milano dall’8 all’11 settembre 2020, dove presenterà due importanti novità in termini di gateway a marchio Intesis. I gateway sono in grado di collegare due diverse reti di building automation, eseguendo una conversione di protocollo. I convertitori supportano i protocolli più comuni come BACnet, KNX, Modbus, DALI, M-Bus ecc. rispondendo alle esigenze della maggior parte delle applicazioni. Un altro prodotto di punta sono i gateway per l’integrazione dei sistemi di climatizzazione nei sistemi di gestione degli edifici. Tali gateway integrano sistemi di condizionamento d’aria di noti produttori, come Daikin, Panasonic, Mitsubishi Electric, Fujitsu ecc. con le reti BACnet, KNX, Modbus o WL.

Grande potenziale di crescita

HMS Networks vede un grande potenziale ed una crescita delle richieste nel campo della building automation. Uno dei motivi trainanti per la crescente automazione degli edifici è la direttiva EPBD dell’UE, che mira a migliorare l’efficienza energetica complessiva degli edifici e a renderli più intelligenti. Per raggiungere questo obiettivo, la messa in rete di singoli sistemi di riscaldamento, raffreddamento, controllo dell’illuminazione, contatori di energia, apertura delle finestre, controllo della penombra, ecc., così come la necessità di effettuare la raccolta dati e di eseguire l’analisi dei dati all’interno degli edifici incrementeranno notevolmente.

Un altro aspetto importante è il senso di benessere, che tiene conto delle esigenze delle persone in un edificio “intelligente” e garantisce maggiore comfort e qualità della vita. Anche questo può essere garantito solo con sistemi collegati in rete ed un gran numero di sistemi per l’acquisizione dati.



Contenuti correlati

  • ADI accelera il progresso nella building automation e nella smart factory

    Analog Devices, Inc. ha annunciato le prime soluzioni al mondo Single-pair Power over Ethernet (SPoE) Power Sourcing Equipment (PSE) e Power Device (PD) che consentono ai clienti di aumentare il livello di intelligenza negli edifici smart, nell’automazione industriale e...

  • Il nuovo sensore di visione 3D per bracci robotici di Omron

    I sensori FH-SMD di Omron possono essere montati su un robot per riconoscere le parti (sfuse) posizionate in modo casuale in tre dimensioni, offrendo assemblaggio con ingombro ridotto e operazioni di ispezione e pick & place difficili...

  • RFID o bar code?

    Ricordate quasi 20 anni fa? Quando c’era un’atmosfera positiva e la tecnologia RFID stava vivendo un boom? L’RFID (Radio Frequency Identification) non è una tecnologia nuova. La fisica che ne è alla base è stata sviluppata all’inizio...

  • Da Softing una soluzione per l’integrazione dei dati CNC Fanuc nel Siemens Industrial Edge

    I prodotti software basati su Docker della famiglia edgePlug di Softing collegano i controller alle applicazioni del Siemens Industrial Edge, una piattaforma di edge computing aperta e direttamente implementabile. Il nuovo edgePlug Fanuc CNC può essere utilizzato per...

  • La nuova piattaforma Manufacturing Excellence di Honeywell

    Honeywell presenta la piattaforma Manufacturing Excellence, che fornisce una visualizzazione della produzione end-to-end in tempo reale e dashboard per molteplici utenti, dagli operatori al management, linee temporali delle unità di processo, status dettagliati delle apparecchiature e trend...

  • Automazione green sul tetto d’Europa con Planet Farms e Siemens

    Grande attenzione viene ancora oggi riservata a una storia italiana sui generis, una pietra miliare per la nostra industria, un caso applicativo in grado di ottenere una eco anche oltre confine. Occorre però fare un passo indietro,...

  • Zerynth parteciperà al programma sull’Industria 4.0 ospitato da SAP.iO Foundry Munich

    Zerinth che supporta le aziende nella digitalizzazione dei processi produttivi e nello sviluppo di prodotti industriali connessi, è stata selezionata tra le 11 startup che entrano a far parte del programma sull’Industry 4.0 ospitato da SAP.iO Foundry Munich. La selezione...

  • Risultati positivi per la 33a Bi-Mu

    Si è chiusa sabato 15 ottobre la trentatreesima edizione di Bi-Mu, biennale della macchina utensile, robotica, automazione, digital e additive manufacturing, in scena a fieramilano Rho. Promossa da Ucimu-Sistemi per produrre e organizzata da Efim-Ente Fiere Italiane...

  • Il nuovo modulo IQAN-G12 di Parker favorisce un accesso remoto alla macchina più rapido e semplice

    La divisione Electronic Motion & Controls (EMC) di Parker Hannifin presenta IQAN-G12: un modulo gateway CAN che utilizza la tecnologia wireless Bluetooth per la diagnostica dei sistemi IQAN in loco o da remoto. Rispetto al modulo precedente,...

  • Automazione e strumentazione pronte per la filiera idrogeno

    Nello scenario della riduzione dei gas serra, un ruolo interessante potrebbe essere l’impiego di idrogeno come combustibile, purché naturalmente si riesca a produrlo a costi ragionevoli e da fonti rinnovabili. In questo ambito le tecnologie di misura...

Scopri le novità scelte per te x