Hengstler festeggia il 175° anniversario

Hengstler GmbH festeggia il suo anniversario: l'azienda di Aldingen, in Germania, fu fondata 175 anni fa come fornitore per l'industria degli orologi. Oggi è uno dei produttori all’avanguardia di componenti per contatori e controlli industriali e serve clienti rinomati in una vasta gamma di settori a livello mondiale

Pubblicato il 25 giugno 2021

Questa storia di successo è iniziata nel 1846 con la produzione di molle sonore per orologi da parete e orologi a pendolo. I clienti erano principalmente le fabbriche di orologi della Foresta Nera. Già fin dai primi decenni della sua esistenza, l’azienda si è affermata a livello internazionale: il filo per le molle spesso giungeva dalla Svezia, le molle stesse venivano esportate fino in Giappone.

Negli anni ’20, alla gamma di prodotti si aggiunsero contacolpi e contagiri: in quel periodo, Hengstler sviluppò i più piccoli contatori azzerabili del mondo. Nel 1957 l’azienda ha presentato il sistema di contatori 400: si trattava di contatori a base di plastica con un sistema a innesto che offrivano un’elevata efficienza a prezzi ragionevoli. Questo prodotto rese Hengstler un’azienda all’avanguardia nel mercato. I contatori Hengstler sono stati utilizzati in tutto il mondo anche nei registratori a nastro di molti produttori rinomati.

Hengstler è stata innovativa anche nel campo della tecnologia di stampaggio a iniezione della plastica; l’azienda ha introdotto lo stampo master come strumento di stampaggio a iniezione e ha così rivoluzionato la produzione di componenti in plastica. I componenti prodotti non venivano utilizzati solo nella produzione interna, ma venivano anche venduti liberamente.

Alla fine degli anni ’60, Hengstler inventò il flexitimer, uno dei primi dispositivi di registrazione delle presenze. Parallelamente, lo slogan di Hengstler ‘I like flexitime’ divenne negli anni ’70 sinonimo di condizioni di lavoro più umane.

L’azienda di Aldingen ha segnato di nuovo la storia dell’industria anche nel 1975, inventando il relè di sicurezza con contatti ad azionamento positivo. Il principio di costruzione è ora utilizzato da tutti i produttori di questi componenti. Inoltre, Hengstler ha iniziato e portato avanti lo sviluppo della tecnologia opto-ASIC, che, tra le altre cose, ha consentito di aumentare notevolmente la precisione degli encoder rotativi. Oggi le stampanti, gli encoder rotativi, i contatori, i relè e le taglierine di Hengstler sono utilizzati in numerose applicazioni in tutto il mondo, nella tecnologia dell’automazione, così come nelle turbine eoliche, nei veicoli commerciali, nelle biglietterie o nel settore medico.



Contenuti correlati

  • Progetti personalizzati in tempi rapidi

    Irem, azienda piemontese specializzata nella produzione di macchine elettriche destinate al controllo e alla generazione di energia, ha scelto il software Spac Automazione di SDProget per standardizzare e snellire la progettazione dell’automazione a bordo macchina Leggi l’articolo

  • Un’idea per sostenere la schiena dal peso del mondo

    Il mal di schiena è la causa di una su dieci assenze per malattia ed è la causa del 13 per cento dei pensionamenti anticipati. L’80% delle persone ha vissuto personalmente il disturbo e il dolore è...

  • Post Covid: la disruption delle supply chain pesa sulle imprese, ma quali sono le soluzioni?

    La pandemia sembra non voler mollare la presa sull’economia reale. Se, da un lato, dall’autunno 2020 è ripartita pian piano la domanda di prodotti e servizi, dall’altro, le industrie di produzione, costrette a tenere gli impianti fermi...

  • Panasonic Industry presenta il relè HE-R su PCB per la gestione dei sistemi trifase

    L’infrastruttura delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici e la diffusione di efficienti wall box domestici sono più che mai fattori decisivi per il supporto alla futura elettromobilità. Di conseguenza, la domanda di componenti compatti, robusti e...

  • Trasportare (in) sicurezza

    I robot mobili si stanno rivelando soluzioni efficaci capaci di incrementare tanto la produttività, quanto la sicurezza dei luoghi di lavoro Leggi l’articolo

  • rockwell automation ethisphere
    Rockwell Automation presenta i “Martedì TechEd”: per una formazione pratica e interattiva nell’era digitale

    Rockwell Automation ha annunciato una nuova esperienza di formazione digitale chiamata Martedì TechEd, per dare seguito al suo evento TechEd EMEA. Martedì TechEd sarà una esperienza di formazione flessibile e interattiva che unirà la teoria online alle sessioni...

  • I miei primi 40 anni: storia di una innovazione

    Ampliamento dell’offerta, specializzazione, incremento della capacità produttiva, espansione in nuovi mercati. A distanza di 40 anni, continua la crescita di Beckhoff, che, nel corso degli ultimi mesi, in assenza di eventi fisici, si è affidata alle tecnologie...

  • Robotica e sostenibilità

    Fra gli ‘effetti collaterali’ del Covid-19 che hanno avuto un maggiore impatto nell’ambito produttivo vi è senz’altro l’accelerazione che la pandemia ha impresso all’adozione di sistemi di automazione, in particolare robotici. Analizzando infatti le tendenze industriali, tutte...

  • o9 Solutions a supporto di Pirelli per il digital Integrated Business Planning

    Pirelli e o9 Solutions saranno partner per la trasformazione digitale dell’Integrated Business Planning aziendale. o9, piattaforma basata sull’intelligenza artificiale e machine learning, viene già utilizzata oggi dalla società di pneumatici per la pianificazione strategica di lungo periodo...

  • Attraverso l’Europa in 84 giorni

    “Il Coronavirus ha mostrato a tutti noi quanto sia importante il contatto personale. In tempi di pandemia, in cui l’opportunità di scambiare idee e parlare di questioni tecniche nelle fiere è diventata rara, abbiamo deciso di adottare...

Scopri le novità scelte per te x