H-Farm insieme a VEM sistemi e Cisco: nuove tecnologie digitali per la formazione dei giovani talenti

H-FARM sceglie VEM sistemi come partner per un percorso di cambiamento delle sue infrastrutture di rete e per i processi di comunicazione e collaborazione tra gli utenti del Campus: al centro le soluzioni Cisco Digital Network Architecture e Webex

Pubblicato il 11 gennaio 2021

VEM sistemi ha siglato una partnership con la piattaforma di innovazione H-FARM, grazie alla quale H-FARM Campus, il polo di innovazione più grande e importante d’Europa, si è affidato alla consulenza del system integrator per adottare nuove infrastrutture e tecnologie digitali di ultima generazione fornite da Cisco per la formazione dei giovani talenti.

La partnership che lega H-FARM, CISCO e VEM ha radici molto profonde, fondate sullo stesso obiettivo: rendere semplice e produttiva la relazione fra persone e tecnologia, e fra persona e persona attraverso la tecnologia. Per rendere concreto questo obiettivo all’interno di H-FARM Campus, dove gli accessi via wi-fi arrivano al 90% degli accessi totali, era necessaria innanzitutto una rete a prova di futuro, semplice, scalabile, sicura, un’architettura basata su ruoli con policy di accesso che seguissero l’identità degli utenti in maniera consistente, da ogni punto di accesso.

Per rispondere a questa esigenza la scelta di VEM sistemi è stata la rete Cisco Digital Network Architecture (DNA), che permette di creare una rete legata agli utenti, per gestire al meglio sicurezza e segmentazione. DNA è particolarmente efficace soprattutto nei grandi Campus, come quello di H-FARM, perché permette una scalabilità davvero facile. Tutto viene gestito dal controller centrale, DNA Center, che offre totale visibilità di utenti, dispositivi, applicazioni e processi.

La nuova Rete Intuitiva ha la capacità di stabilire e applicare policy dall’accesso fino al cloud in modo trasversale a tutti gli elementi della rete: utente, device e applicazione, incrementando di molto la semplificazione. Una architettura basata quindi su ruoli e non su indirizzi IP, le policy di accesso seguono l’identità dell’utente in maniera consistente su tutta la rete e in ogni punto di accesso e al ruolo di ogni utente possono corrispondere policy distinte.

Inoltre, per rispondere alle esigenze di comunicazione e collaborazione senza barriere tra tutte le persone che vivono la quotidianità di H-FARM, VEM sistemi ha reso disponibile Cisco Webex, un potente set di strumenti di business collaboration, che comprende chat, meeting (audio, video e web), whitebording e chiamate in cloud, a tutti gli “abitanti” del campus, dallo staff, ai docenti, agli studenti, che oggi hanno uno spazio di lavoro sicuro sempre a disposizione, ovunque si trovino e su qualsiasi dispositivo.

Alcune delle aule, dove in questo ultimo periodo, causa emergenza sanitaria, la capienza si è più che dimezzata, sono state attrezzate con telecamere Cisco con tecnologia Presenter Track per inquadrare dinamicamente il docente sia alla cattedra sia in movimento davanti ad una lavagna. In questo modo la lezione può essere fruita in maniera ottimale sia da remoto che da altre aule all’interno del campus.
Anche le Cisco Webex Board sono strumenti flessibili e particolarmente indicati sia per sale meeting che in contesto didattico perché consentono di condividere contenuti in modalità wireless, di avere a disposizione una lavagna digitale touch e al contempo un perfetto ed intuitivo sistema di audio e video conferencing.

Gli uffici di H-FARM possono avvalersi di alcune sale con tecnologia telepresence Cisco: audio direzionale, video ad altissima definizione e strumenti di collaborazione in rete, per condividere il tavolo con persone che sono in realtà dall’altra parte del mondo. Sono stati inoltre implementati alcuni Cisco Webex Room Kit: strumenti di collaborazione smart che includono camera, codec, speakers e microfoni e, integrati con uno o più display, portano intelligenza e funzionalità di videoconferenza all’interno di ogni stanza di piccola o media dimensione.

“Scoprire e coltivare il talento è la base della trasformazione digitale delle nostre aziende e del nostro Paese. È una missione che deve diventare nazionale e ha bisogno delle generazioni che si stanno formando” dichiara Riccardo Donadon, Fondatore di H-FARM, che prosegue: “H-FARM è un modello concreto di ciò che è possibile, dove i ragazzi e le imprese si incontrano e contaminano tra loro, in un ambiente sicuro e creativo. Così nascono anche nuove idee di business, che prendono il meglio da entrambe le parti. In questo contesto, il digitale è tutto. Deve funzionare perfettamente, eppure essere invisibile per favorire una vera collaborazione”.

“Stiamo attraversando una fase di trasformazione accelerata della società, della cultura e delle aziende, dettato dall’adozione sempre più massiva dell’intelligenza artificiale assieme a un nuovo ecosistema tecnologico. La trasformazione va compresa e guidata, perché coinvolge ogni aspetto della nostra cultura e della nostra società. È cruciale educare al nuovo per creare produttività e avere la tecnologia giusta per abilitare l’innovazione, due fattori questi perfettamente amalgamati nella realtà H-FARM, in cui giovani talenti hanno la possibilità di formarsi in un contesto all’avanguardia” commenta Stefano Bossi, Amministratore Delegato di VEM sistemi.

“Condividiamo con H-FARM e VEM il desiderio di offrire opportunità a giovani di talento, formandoli alle nuove professioni e fornendo loro le competenze necessarie per costruire il loro domani, creare innovazione e raggiungere nuovi traguardi, partecipando in modo attivo alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese. Il digitale è il fondamento su cui basare il nostro futuro” conclude Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.

La digitalizzazione è un’opportunità di accoglienza, contaminazione, moltiplicazione di possibilità e abilita l’innovazione. Il futuro del nostro paese è dei giovani che stanno vivendo adesso il periodo della loro formazione. In un ambiente tecnologico, creativo e sicuro possono coltivare i propri talenti e imparare a costruire qualcosa di nuovo per un futuro inclusivo.

Immagine fonte Pixabay/geralt



Contenuti correlati

  • Realtà Virtuale per il Virtual Commissioning dei Sistemi Manifatturieri Complessi

    Il Virtual Commissioning permette di simulare il comportamento fisico di macchine e impianti industriali, utilizzando modelli digitali tridimensionali. Con opportuni strumenti di Realtà Virtuale, i tecnici possono immergersi nella simulazione, familiarizzando con le macchine di futura installazione,...

  • Digitalizzazione e tradizione per una pizza di qualità

    Con la sua proposta di soluzioni intelligenti per l’industria alimentare, Eaton ha supportato il percorso di trasformazione tecnologica e digitale di diverse aziende. Megic Pizza ha scelto le soluzioni di Eaton per automatizzare e digitalizzare il ciclo...

  • Quattro pilastri della Smart Factory

    I pilastri della Smart Factory, che determineranno la produzione automotive del futuro, comprendono: digitalizzazione, intralogistica, integrazione IT-OT ed ecosistemi industriali. Che cosa bisogna aspettarsi ora in termini di mobilità ambientale. Leggi l’articolo

  • Flexible Manufacturing Digital Roadshow: lo smart manufacturing secondo Omron

    In questa video intervista tratteremo di innovazione. Durante infatti le tre giornate dell’evento Flexible Manufacturing Digital Roadshow, organizzato da Omron presso la sede di Omron Automotive Electronics Italy a Frosinone, è stato possibile sperimentare le tecnologie e le soluzioni...

  • Boom per la Digital Transformation in UE: entro il 2027 si sfioreranno i 900 miliardi di dollari di fatturato

    Digitalizzazione e digital transformation vanno di pari passo con gli investimenti: questo è il concetto che emerge da una serie di ricerche condotte sulle principali testate internazionali dell’universo economico. Le prime conferme in merito giungono da Maximize Market...

  • Clusit diventa partner di Cyber 4.0

    Non esiste digitalizzazione senza sicurezza: questa tesi, alla base delle attività di sensibilizzazione, divulgazione e formazione erogate da Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, è anche il pilastro su cui si basa la neo avviata collaborazione...

  • Affrontare il futuro con l’agritech

    Quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain, si pensa all’industria di nuova generazione. Tuttavia, le nuove tecnologie hanno già fatto il loro ingresso anche nel settore agricolo Leggi l’articolo

  • Come cambiare le carte in tavola?

    Rapidità e affidabilità, queste le caratteristiche che rendono vantaggiosi e performanti i cambi di produzione, oltre ad aiutare i produttori a ridurre gli errori e a sfruttare una pianificazione proattiva delle risorse. Le proposte di ServiTecno Leggi...

  • Tre chiavi per il futuro

    Innovazione, digitalizzazione e sostenibilità: queste le parole chiave della strategia di IMQ per il prossimo futuro, come ha sottolineato l’AD del gruppo, Antonella Scaglia Leggi l’articolo

  • Digitale: pronti ad accelerare?

    La crescita in Italia del mercato del digitale, dopo una forte impennata nel 2021, vive un momentaneo rallentamento dovuto alle incertezze del quadro macro-economico. Tuttavia, le stime a medio termine indicano una fortissima accelerazione della trasformazione digitale,...

Scopri le novità scelte per te x