Gruppo Camozzi, il nuovo polo della meccanica strizza l’occhio al Green deal

Sta per nascere a Brescia negli spazi un tempo utilizzati da Innse Cilindri un polo per attività manifatturiere meccaniche ad alta tecnologia orientate al Green deal europeo

Pubblicato il 6 settembre 2021

Con l’acquisizione da parte del gruppo Camozzi dei complessi aziendali della Innse Cilindri (gruppo Ilva) a Brescia vengono poste le basi per la creazione di un nuovo polo della meccanica. Il sito è infatti adiacente alle aree Innse Berardi, già di proprietà al gruppo Camozzi.

L’idea infatti, secondo quanto dichiarato da Lodovico Camozzi, presidente e ad di Camozzi Group, è quella di sviluppare attività manifatturiere meccaniche ad alta tecnologia e orientate al Green deal europeo, con un piano di investimento nell’ordine dei 10 milioni di euro.

Il gruppo Camozzi è attivo anche su Milano, con robot e ricerca negli impianti della ex Innocenti e della Lambretta e dove ha in corso collaborazioni con il Politecnico e l’Istituto Italiano di Tecnologia, con focus su stampa 3D, Industria 4.0 e PNRR.

Nell’intervista concessa al Corriere ai primi di agosto Lodovico Camozzi ha lanciato un chiaro messaggio di positività: “La volontà di cambiare c’è da parte di tante industrie familiari. Mio padre Attilio, operaio, come i suoi fratelli Geromino e Luigino, voleva fare l’imprenditore e innovare. Noi proseguiamo seguendo i loro insegnamenti”.

 

Franco Metta



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x