Gestione dati efficiente e sicura con Cohesity

Pubblicato il 7 luglio 2022
Cohesity Data Protect

Clauger è un’azienda privata specializzata nella refrigerazione industriale e nel trattamento dell’aria. Attualmente collabora con oltre 3 mila aziende, dai grandi gruppi alle Pmi. L’expertise che la contraddistingue ha permesso all’azienda di conquistare la fiducia di un numero sempre maggiore di clienti e la crescita dell’attività richiede ora una gestione ottimale dei dati.

“Con la crescita esponenziale dei dati, Clauger ha dovuto trovare una nuova soluzione. Due anni fa i dati crescevano del 15%, ma nell’ultimo anno sono aumentati del 30% e le nostre previsioni di crescita annuale per i prossimi tre anni sono attorno al 25%”, afferma Olivier Boute, Responsabile IT di Clauger.

I dati sono essenziali per il corretto funzionamento dell’azienda. Alla Clauger, tutti i dati sono preziosi per le operazioni, che si tratti di dati sulla produzione, sulle risorse umane o sui dipendenti. I dati dei clienti hanno un impatto sull’attività dell’azienda, soprattutto nella parte di produzione/costruzione delle fabbriche, che è il suo core business.

“Abbiamo anche la capacità di recuperare tutti i dati dai sensori di una fabbrica utilizzando un’applicazione, che ci permette di fornire ai nostri clienti informazioni preziose: il consumo energetico, la capacità di produzione o la capacità di analisi”, continua Boute. Questi dati sono visualizzati e accessibili al cliente sotto forma di dashboard.

Per proteggere e archiviare i propri dati, inizialmente Clauger ha utilizzato tre soluzioni complementari: la soluzione Veeam per il backup della parte server virtualizzata del sistema VMware, la soluzione EVault di Carbonite per il backup dei file e la soluzione Enterprise Vault di Veritas per l’archiviazione dei file. Sebbene queste soluzioni fossero adatte alle esigenze di Clauger, la divisione dello storage in tre parti diverse rappresentava ancora una criticità.

Per rimanere all’avanguardia nell’innovazione e tenere il passo con la crescita dell’azienda, Clauger ha intrapreso un processo di modernizzazione del suo data storage. Seguendo il suggerimento di Constellation, partner IT della società da molti anni, Clauger ha contattato Cohesity e, dopo aver valutato quasi 10 diverse soluzioni, ha scelto Cohesity per la gestione completa dei dati.

Clauger ha scelto Cohesity per un duplice motivo: per rispondere ai problemi riscontrati frequentemente negli ultimi anni e per raggiungere obiettivi concreti, tra cui il risparmio di tempo nel backup, la garanzia di dati migliori e più sicuri e una maggiore durata nella conservazione dei dati.

“Eravamo alla ricerca di una soluzione globale che ci permettesse di ridurre il numero di fornitori. Cohesity ha avuto il vantaggio di poter soddisfare questa aspettativa, offrendoci un’unica soluzione in sostituzione delle tre esistenti”, afferma Boute. “L’implementazione è stata molto semplice. Cohesity è stata in grado di offrirci una migrazione senza problemi, con una facilità di implementazione senza pari”. Il passaggio a Cohesity è stato completato rapidamente, in appena un mese.

Clauger ha adottato dapprima Cohesity DataProtect per la gestione dei dati e il disaster recovery nel 2019. L’implementazione ha portato immediatamente a un ripristino e a un backup migliori, più semplici e più veloci. Ciò ha permesso a Clauger di ottenere tre ulteriori risultati: la riduzione dei costi, grazie al minor numero di fornitori di servizi, la semplificazione dei processi di gestione dei dati, con un’unica piattaforma in grado di soddisfare gli obiettivi tecnici, e un accesso e una gestione più semplici di un maggior numero di dati. Ora l’azienda sta entrando nella fase finale di implementazione, espandendo il ricorso alle soluzioni Cohesity anche alla protezione dei workload nel cloud.

Oggi Clauger può contare su una gestione completa dei dati, grazie alla soluzione Cohesity che offre alle aziende una estrema facilità d’uso. Ad esempio, con Cohesity SmartFiles è semplice trasferire un file a Cohesity lasciando al suo posto uno shortcut, un collegamento. Per l’utente non cambia nulla, il file rimane visibile e accessibile. L’unica differenza è che il collegamento ora punta a Cohesity. Si tratta di una soluzione più trasparente per i clienti di Clauger: Cohesity non ha introdotto alcuna interruzione, pur offrendo il vantaggio di un miglior servizio di ripristino dei dati. “Ciò permette un vero e proprio risparmio di tempo e una migliore qualità del servizio clienti”, afferma Boute.

La soluzione di gestione dei dati di Cohesity offre anche una maggiore data capacity, che consente all’azienda di limitare le dimensioni dello storage primario. Un vantaggio importante per Clauger, che ha raddoppiato il volume dei suoi dati in soli tre anni.

I tempi più rapidi di backup e ripristino rappresentano senza dubbio uno dei principali vantaggi apportati dalla soluzione Cohesity. “In precedenza, dovevamo destreggiarci tra diverse soluzioni e potevamo impiegare dai 15 ai 30 minuti per recuperare un file”, ricorda Boute. “Ora il sistema indicizzato di Cohesity ci permette di effettuare una ricerca quasi istantanea. Basta digitare il nome del file per trovare tutti quelli con lo stesso nome. È una comodità per i nostri clienti e anche per i dipendenti che utilizzano la soluzione”.

Dimezzando i tempi di backup, Clauger può ora eseguire il backup e il ripristino dei dati in modo affidabile.

La facilità d’uso e il risparmio di tempo derivano anche dalla gestione semplificata della soluzione Cohesity. L’interfaccia utente web-based e il principio di indicizzazione sono sufficientemente comprensibili da consentire a tutti i dipendenti IT di utilizzare la soluzione senza dover ricorrere a specialisti del prodotto.  Inoltre, il sistema di deduplicazione e compressione dei dati è particolarmente ben sviluppato in Cohesity.

Infine, per rispondere meglio alla crescente evoluzione dei dati, Clauger beneficia della scalabilità della soluzione Cohesity, in particolare per quanto riguarda la capacità dei dati, che è incrementale e illimitata.  Se dovesse essere necessaria una maggiore capacità, è possibile aggiungere facilmente altri nodi a un cluster esistente.

“Secondo le nostre stime, con Cohesity la spesa è inferiore del 25%. E i risparmi sono molto più consistenti, considerando che i prodotti legacy comportano molti costi nascosti da tenere in considerazione: il tempo di amministrazione giornaliero, il monitoraggio della soluzione e naturalmente il tempo di ripristino dei dati”, ha spiegato Boute. Se prima il tempo necessario per la ricerca e la convalida delle informazioni era particolarmente lungo, oggi la leggibilità degli stati di backup di Cohesity permette di essere molto più veloci. Poiché Cohesity supporta una scalabilità massiva, è anche possibile raccogliere più dati su base continua e conservarli per periodi di tempo più lunghi.

Infine, la soluzione Cohesity garantisce a Clauger la massima tranquillità per quanto riguarda il change management e l’evoluzione generale dell’azienda. Mentre Clauger aumentava il numero di dipendenti di quasi il 50% negli ultimi due anni, Cohesity le ha permesso di raddoppiare senza problemi la capacità di archiviazione primaria e ha incoraggiato un maggiore utilizzo quotidiano del sistema di change management, con un conseguente notevole miglioramento della qualità delle relazioni con i clienti.

Questi i vantaggi ottenuti grazie a Cohesity:

– risparmi sul TCO di oltre il 25%, sostituendo tre prodotti legacy con un’unica piattaforma Cohesity.

– ricerche sui file più veloci del 98% rispetto alla soluzione precedente

– maggiore efficienza e scalabilità per gestire un volume di dati più ampio

– backup e ripristini più veloci del 50%



Contenuti correlati

  • Cresce l’adozione delle offerte SaaS gestite da Cohesity

    In occasione di Amazon Web Services (AWS) re:Invent 2022, Cohesity, tra i leader nella gestione innovativa dei dati, ha annunciato che sta registrando un’eccezionale crescita e un’ampia diffusione nell’adozione di Cohesity Cloud Services. Cohesity Cloud Services, già...

  • zero trust_1
    Zero Trust semplifica l’ETL e accellera machine learning e AI

    L’intelligenza artificiale e il machine learning stanno trasformando le pratiche di business, ma solo se le organizzazioni possono vincere la sfida dell’accesso e aggregazione dei dati tra i vari silo e fonti in un unico pool di...

  • Un esempio tangibile

    Nel Competence Center Made, pensato per far toccare con mano alle imprese l’innovazione applicata al mondo dell’industria, Italtel ha realizzato un’infrastruttura di rete e di sicurezza hybrid multi-cloud, zero trust e scalabile Leggi l’articolo

  • 31 Marzo – World Backup Day

    Il 31 marzo sarà la Giornata Mondiale del Backup, una ricorrenza ideata già ben undici anni fa. Se guardiamo indietro agli ultimi anni, cosa abbiamo imparato? Considerato l’elevato stato di allerta sollevato di recente da organizzazioni come...

  • Johnson Controls navi Paglialonga
    Qualità dell’aria sulle navi passeggeri: i consigli di Johnson Controls

    Come ci ricorda Alberto Paglialonga, Director Strategy, Business Development & Marketing Italy di Johnson Controls, per il secondo anno consecutivo il Festival di Sanremo ha regalato agli spettatori una ’chicca’ in termini di intrattenimento: la kermesse canora...

  • Paolo Aversa Managing Director_ally Consulting
    Il futuro dell’aerospace tra gestione dati e collaboration

    Nel nostro Paese il settore dell’aerospace è costituito da numerose aziende manifatturiere di medie e piccole dimensioni che, facendo parte della supply chain dei grandi produttori internazionali, hanno la necessità di rinnovare costantemente i processi e l’organizzazione...

  • Migliorare la Cybersecurity con un approccio moderno ai dati edge

    di Fabio Pascali, Regional Director, Cloudera Ogni impresa sta cercando di raccogliere e analizzare i dati di cui dispone per ottenere una migliore comprensione del proprio business. Che si tratti di file di log, metriche di sensori...

  • Claudio Nassisi Aidr cloud pubblica amministrazione
    Strategia Cloud Italia, il Cloud per la Pubblica Amministrazione

    di Claudio Nassisi, Dottore Commercialista e Phd in economia e socio Aidr La necessità di introdurre nella Pubblica Amministrazione i servizi di cloud computing è stata, da ultimo, prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza...

  • Lunga vita al PLC

    All’alba del nuovo millennio, la componente fisica del sistema di controllo continua a essere un elemento centrale di ogni tipo di sistema automatico, con i tradizionali PLC e DCS che stanno evolvendosi in forme nuove. Anche dal...

  • Quanti dati. Come fare?

    Il volume dei dati cresce anno dopo anno e le imprese continuano ad avere difficoltà a utilizzarli e a generare valore per il business. Come fare? Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x