Ricerca applicata alle imprese: approvati i progetti all’avanguardia di SENEC, Unisalento e CNR Nanotec

Due giovani ricercatori lavoreranno a progetti di ricerca finanziati dalla Regione Puglia per sviluppare nuove tecnologie nel settore del fotovoltaico e dare impulso alla crescita del territorio. Un esempio della collaborazione virtuosa tra pubblico e privato

Pubblicato il 25 maggio 2022

SENEC, azienda nota a livello internazionale nel settore dell’autosufficienza energetica, insieme all’Università del Salento ed al CNR Nanotec di Lecce, si è aggiudicata due progetti nell’ambito dell’iniziativa “Riparti” promossa dalla Regione Puglia. L’iniziativa è nata per finanziare assegni di ricerca per laureati con l’obiettivo di creare, attraverso la ricerca e l’innovazione applicate alle imprese presenti nel territorio pugliese, un circuito virtuoso capace di dare nuovo impulso alla crescita locale.

I progetti presentati da SENEC, Unisalento e CNR Nanotec riguardano lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia nel settore del fotovoltaico e dell’accumulo, capaci di migliorare il rapporto prestazioni-costo e, contemporaneamente, impiegare materie prime più facilmente reperibili e ancor più ecosostenibili.
In particolare, la ricerca si concentrerà sulle celle solari tandem a base di silicio e perovskite – per garantire un’efficienza oltre il 25%, superiore a quella garantita dalle celle a singola giunzione – e su batterie ecosostenibili a base di materiali organici, in grado di ridurre i costi di produzione e di superare i limiti delle tradizionali batterie agli ossidi metallici, che utilizzano elementi rari, costosi ed esauribili.

I progetti avranno la durata di diciotto mesi: dieci saranno dedicati alla ricerca presso i laboratori dell’Università e del CNR Nanotec, mentre i restanti otto mesi vedranno i ricercatori impegnati a lavorare con SENEC, allo scopo di sviluppare dei prototipi di prodotto e studiarne la commerciabilità. Tra gli obiettivi, anche quello di rispondere a questioni strategiche di interesse globale, quali il progressivo esaurimento dei combustibili fossili e la necessità di soluzioni ecosostenibili per fronteggiare il riscaldamento del pianeta e altre problematiche ambientali e sociali. I lavori saranno coordinati da un gruppo di lavoro composto da ricercatori dell’Università del Salento e del CNR, sotto la direzione di Giuseppe Gigli, fondatore e direttore dell’Istituto di nanotecnologie, dove è anche coordinatore del gruppo di nanotecnologie molecolari.

“Siamo davvero orgogliosi di questa collaborazione con due importanti istituzioni come Unisalento e CNR Nanotec” commenta Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia. “La ricerca per sviluppare tecnologie sempre più performanti, ecocompatibili e innovative rappresenta una direttrice del nostro lavoro e risponde perfettamente alla nostra filosofia aziendale. Unire le forze con enti di ricerca non può che portare a risultati migliori. A tutto ciò si aggiunge anche l’opportunità di creare valore e favorire lo sviluppo economico a livello locale, un aspetto che ci sta molto a cuore. La sinergia tra tessuto produttivo ed enti di ricerca è fondamentale per il territorio, perché insieme possiamo generare crescita e rispondere al bisogno sempre maggiore di innovazione e di sostenibilità”.

Questa collaborazione tra SENEC, Unisalento e CNR Nanotec rappresenta solo il primo tassello di un disegno più ampio, che ha l’obiettivo di dare vita a un vero e proprio “joint lab”, un laboratorio di idee e di iniziative congiunte pubblico-privato, come la partecipazione al PNRR o ad altri bandi che consentano di coniugare al meglio il mondo dell’impresa con quello della ricerca.



Contenuti correlati

  • Tecnologie per il legno: ancora un ottimo Q1

    II primo trimestre 2022 conferma, pur con sensibili differenze rispetto al precedente, lo stato di buona salute del settore delle tecnologie per l’industria del mobile e la lavorazione del legno. È quanto emerge dalla oramai consueta indagine trimestrale realizzata dall’Ufficio studi...

  • Grande successo per IPACK-IMA

    Il ritorno in presenza di IPACK-IMA, fiera internazionale del comparto processing e packaging nel 2022, ha rappresentato la sintesi delle migliori soluzioni tecnologiche in termini di ricerca e innovazione. Soluzioni rimaste negli stabilimenti per anni e finalmente...

  • Altair e Politecnico di Milano

    Altair, multinazionale che opera nei settori della simulazione, data analytics e nell’intelligenza artificiale, ha firmato un accordo di ricerca con il Politecnico di Milano. L’accordo consentirà ad Altair di partecipare all’Osservatorio Space Economy 2022, un gruppo di...

  • Elmec sostenibilità
    La strategia di gestione aziendale sostenibile di Elmec

    Mercato agricolo con prodotti locali, volontariato d’impresa e progetto “Zero Sprechi”, sono solo alcune delle iniziative che il Gruppo Elmec, che da 50 anni accompagna le aziende nel loro percorso verso la digitalizzazione, ha organizzato in occasione...

  • RS a fianco del mondo accademico per ispirare i professionisti del futuro

    È stato siglato l’accordo per la sponsorship tecnica tra RS Italia e l’E-Team Squadra Corse dell’Università di Pisa, impegnata nella progettazione e nella costruzione di due macchine da corsa per gareggiare nelle prestigiose competizioni nazionali e internazionali...

  • Aumento dei prezzi dell’energia: tre tecnologie in aiuto ai produttori

    L’aumento dell’inflazione e le turbolenze sociopolitiche su scala internazionale hanno portato a un improvviso aumento del prezzo dei combustibili fossili. Ciò ha causato un picco delle bollette energetiche per i produttori di tutti i settori, con gravi...

  • Schneider Electric Ecostruxure Automation Expert acque
    Schneider Electric vince il premio Water Technology Company of the Year

    Schneider Electric ha vinto il premio “Water Technology Company of the Year” in occasione dei Global Water Awards 2022.  Il premio riconosce l’impegno di Schneider nella sostenibilità e nella digitalizzazione nei settori della distribuzione idrica, gestione delle...

  • L’EA favorisce la sostenibilità

    La rivoluzione digitale ha un impatto significativo sull’ambiente. Esaminiamo qui il rapporto tra sviluppo sostenibile e architettura IT Leggi l’articolo

  • Comau Ilika batterie
    Batterie allo stato solido, Comau e Ilika tracciano gli scenari produttivi

    Ilika Technologies, pioniere nella tecnologia Assb per i veicoli elettrici, e Comau hanno completato con successo uno studio di un anno, finanziato dal governo britannico, sui macchinari e i processi necessari per produrre la tecnologia allo stato...

  • La start-up innovativa ESGeo vince a Londra il “Tech RocketShip Awards Italy 2022”

    Due tonnellate di emissioni di CO2 per ogni milione di fatturato sono tante per una banca? E per una fabbrica di prodotti alimentari con pari fatturato? E quindici ore di formazione in media l’anno per un addetto...

Scopri le novità scelte per te x