FDT Group: un convegno su FDT/DTM

La tecnologia FDT/DTM mette a disposizione degli utenti una piattaforma unica per la progettazione, configurazione e manutenzione della strumentazione in campo, indipendentemente dal fornitore

Pubblicato il 10 ottobre 2011

Di Ilaria De Poli

Libertà nella scelta della strumentazione da impiegare, protezione dell’investimento, accesso trasparente ai dati e facilità di utilizzo: sono questi alcuni dei punti di forza della tecnologia FDT/DTM, i cui pro e contro sono stati al centro di un recente convegno tenutosi presso il parco tecnologico Kilometro Rosso, in provincia di Bergamo.

L’incontro, organizzato da FDT Group, associazione che promuove e supporta l’uso della tecnologia, è stato moderato da Micaela Caserza Magro, ricercatore dell’Università di Genova e membro del Comitato Tecnico di Fieldbus&Networks.

Dopo un’iniziale intervento di Evaldo Bartaloni, direttore tecnico di Clui-Exera (Club Utenti Italiani), anch’egli membro del Comitato Tecnico di Fieldbus&Networks, che ha sottolineato alcuni vantaggi offerti dalla tecnologia FDT/DTM e messo in luce i punti di debolezza, il convegno è proseguito con le presentazioni di Enrico Colombo (Yokogawa) e Marco Caliari (Phoenix Contact).

È emerso come questa tecnologia affranchi gli utenti da soluzioni proprietarie, proponendo un ambiente unico di configurazione e comunicazione tramite i protocolli Hart, Profibus e Fouldation Fieldbus. La piattaforma FDT/DTM supporta la messa in servizio, la manutenzione e la diagnostica dell’intero impianto da un unico sistema di controllo/engineering; impiegando un’unica interfaccia e un solo database. Il file DTM funge da ‘driver’ del dispositivo e permette l’accesso a tutti i parametri indipendentemente dalla Frame Application del costruttore; la Frame Application è un tool grafico che riporta la struttura dell’impianto e riconosce tutte le DTM presenti sul mercato.

Ulteriori benefici derivano dalla possibilità di analizzare e trattare una vasta mole di dati provenienti dalla strumentazione in campo per fare diagnostica avanzata, monitorando per esempio passo passo lo stato degli apparati, per intervenire subito in caso di deterioramento, prima che si registrino dei fermi impianto. Si semplifica inoltre l’iter di ricerca guasti. FDT assicura inoltre la compatibilità con strumenti anche datati e gli aggiornamenti software sono scaricabili direttamente dai siti dei fornitori.

Pur riconoscendo gli indubbi vantaggi offerti da FDT/DTM, gli utenti hanno fatto notare come le procedure di accesso ai dispositivi siano spesso complesse e come l’interfaccia DTM non sia sempre omogenea fra i fornitori; lo stesso vale per il tipo di informazioni visualizzate per dispositivo. Altre problematiche sono legate alla politica delle licenze (alcuni software vengono venduti con mono-licenze) e alla difficoltà nel reperimento delle informazioni legate alle operazioni di installazione e utilizzo della soluzione.

Ulteriori sviluppi tecnologici potrebbero riguardare l’inclusione di oggetti di tipo elettrico, come switchgear e controlgear, per i quali occorre ancora impiegare software proprietari, e di OPC server per le operazioni di gestione da remoto e manutenzione. FDT potrebbe inoltre arrivare a supportare altri protocolli di comunicazione, come Profinet.

L’intero articolo inerente alla giornata e agli interventi che si sono susseguiti si potrà leggere sul prossimo numero di Fieldbus&Networks – novembre 2011.

Clui Exera: www.clui.it
FDT Group: www.fdtgroup.org
Phoenix Contact: www.phoenixcontact.it
Yokogawa: www.yokogawa.it



Contenuti correlati

  • Manifattura, la crisi segna l’ascesa dei service online

    La crisi internazionale impatta prepotentemente anche sull’industria manifatturiera, stretta nella morsa tra il ‘caro energia’ e le difficoltà nel reperire materie prime. Molte aziende, di ogni dimensione, corrono ai ripari intraprendendo vie alternative alla delocalizzazione, riscoprendo i...

  • Copa-Data lancia zenon 11: soluzioni software per rispondere alle sfide del futuro

    Copa-Data ha rilasciato zenon 11, l’ultima versione della sua piattaforma software per l’automazione industriale. Questa nuova versione introduce la MTP Suite, uno strumento potente e rivoluzionario che permette la produzione modulare per applicazioni in ambito automotive, food&beverage, life...

  • Connettori da 7/8’’ (2,2 cm) a norma UL Alimentazione affidabile di dispositivi per automazione

    Il produttore di connettori cilindrici industriali binder presenta il suo programma per la tecnologia dei connettori da 7/8″, disponibili in varianti a 3, 4 o 5 pin, dotati di terminali con morsetti a vite o configurati con...

  • Messa in servizio più rapida senza sorprese sull’alimentazione grazie a B&R

    La nuova funzione di calcolo della potenza nella versione 4.11 dell’ambiente di progettazione Automation Studio di B&R mostra, agli sviluppatori, dove sono necessari i moduli di alimentazione nel layout del loro sistema di I/O X20. Ottimizzare facilmente...

  • I membri di ETG si riuniscono con successo in Asia

    Sono ripartite in luglio 2022 le tradizionali riunioni dei membri ETG–EtherCAT Technology Group in Asia. Dopo una pausa lunga due anni a causa della pandemia, dunque, si sono tenute l’11a riunione dei membri ETG in Corea e la 16a...

  • ‘Comunità energetiche’: la nuova funzione di SPAC EasySol 23

    Le comunità energetiche sono un insieme di privati cittadini, aziende o enti pubblici che producono, distribuiscono e condividono energia pulita e rinnovabile. Quando le comunità energetiche utilizzano l’energia proveniente da fonti alternative come, ad esempio, il fotovoltaico,...

  • IO-Link via Wireless con le soluzioni netFIELD di Hilscher

    La piattaforma tecnologica netFIELD di Hilscher si è recentemente arricchita di due importanti soluzioni per la connettività in IO-Link Wireless: netFIELD IO-Link Wireless Master e netFIELD Device IO-Link Wireless Bridge. Basato sullo standard IO-Link IEC 61131-9, IO-Link...

  • Partnership per un servizio internazionale

    Con l’obiettivo di accrescere la conoscenza del brand in tutta Europa e supportare i propri clienti anche nelle sedi estere, SDProget ha stretto una partnership con TCS, azienda spagnola che fornisce servizi di ingegneria professionale, supporto aziendale...

  • Partnership per un servizio internazionale

    Con l’obiettivo di accrescere la conoscenza del brand in tutta Europa e supportare i propri clienti anche nelle sedi estere, SDProget ha stretto una partnership con TCS, azienda spagnola che fornisce servizi di ingegneria professionale, supporto aziendale...

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Si è tenuta a Bologna la giornata di lavori intitolata “Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?” organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza. “Nata nl 1959 come azienda famigliare, Lapp conta oggi più di...

Scopri le novità scelte per te x