Energie rinnovabili ed efficienza energetica nel parco-demo di Phoenix Contact

Pubblicato il 31 ottobre 2023
Phoenix Contact All Electric Society

Lungo la strada di accesso a Phoenix Contact presso il sito di Blomberg è stata creata una nuova area di ingresso su una superficie di circa 7.600 m². Il fulcro è un parco liberamente accessibile che rende tangibile a tutti la visione futura della All Electric Society e la spiega in modo comprensibile. Un elemento distintivo è un albero solare di 12 metri di diametro sulla rotatoria adiacente al parco. Può ruotare attorno all’asse centrale in modo da essere sempre ad angolo retto rispetto al sole.

Basato sul flusso di energia dall’estrazione alla conversione, allo stoccaggio e alla distribuzione fino all’uso ottimizzato dell’energia, il parco mostra come la All Electric Society possa diventare una realtà. Applicazioni reali spiegano come funziona l’accoppiamento settoriale e quali tecnologie lo rendono possibile. Il parco rappresenta un’immagine del mondo reale in scala ridotta. Cubi di vetro per le rispettive applicazioni, installazioni all’aperto e un padiglione con sala di controllo e sale riunioni costituiscono le aree espositive del parco. Questo mostra un quadro olistico dell’uso parsimonioso delle risorse basato sulle tecnologie esistenti.

Il filo conduttore del parco è costituito dal flusso di energia e di dati. In questo tema, le applicazioni vengono inserite in un contesto significativo e viene mostrata la loro influenza reciproca. Il punto di partenza è la generazione di energia rinnovabile con il solare e l’eolico. Nel parco stesso, i moduli fotovoltaici forniscono elettricità in modo sostenibile. Si trovano sui tetti dei cubi e delle stazioni di ricarica, integrati nella facciata del padiglione e utilizzati come pannelli per il pavimento. Nel parco sono installati circa 550 moduli fotovoltaici che forniscono 155.000 kWh di elettricità all’anno. Il tema dell’energia eolica è esemplificato da una gondola eolica accessibile nel parco e da un albero del vento. Anche piccoli movimenti del vento fanno ruotare le sue pale verdi di plastica, che funzionano come turbine, e generano energia. Con le sue 36 pale, le cosiddette Aeroleafs, l’albero del vento può generare un totale di 10,8 kWp di elettricità.

Poiché le risorse del sole e del vento non sono sempre disponibili nella stessa quantità, deve essere possibile immagazzinare l’energia in eccesso e rilasciarla nuovamente quando necessario. A questo scopo si utilizzano, ad esempio, i sistemi di accumulo a batteria. Ciò significa che i consumatori di energia possono essere riforniti di questa energia in qualsiasi momento, quando necessario. I consumatori di energia nel parco sono gli edifici, le stazioni di ricarica elettrica e le applicazioni del parco stesso. Questi consumatori sono anche utilizzati per dimostrare varie misure di ottimizzazione che servono a ridurre la domanda di energia e l’uso delle risorse.

Il collegamento elettrico di generatori di energia, dispositivi di accumulo, utenze e rete di media tensione avviene tramite una stazione di rete locale. Un sistema di gestione dell’energia garantisce l’equilibrio tra produttori, impianti di stoccaggio e consumatori. L’energia viene così fornita nei campi di tensione e corrente richiesti. Questo sistema registra tutti i dati caratteristici rilevanti e controlla i flussi di energia corrispondenti attraverso la stazione di rete locale. Nell’All Electric Society Park, tuttavia, non è necessaria solo l’energia elettrica, ma anche altre fonti di energia. I cubi e il padiglione nel parco devono essere riscaldati o raffreddati, ad esempio. Questo flusso di energia è controllato da un sistema indipendente di gestione dell’energia di riscaldamento e raffreddamento. In questo caso, vengono prese in considerazione e utilizzate anche le perdite di calore che si verificano durante la conversione dell’energia. Viene utilizzato un accumulatore di ghiaccio con due pompe di calore.

I due sistemi indipendenti di gestione dell’energia (“energia elettrica” e “riscaldamento/raffreddamento”) sono combinati e gestiti centralmente in un sistema di gestione dell’energia sovrapposto. Questo controlla l’intero parco in tutte le aree energetiche.

Le misure di efficienza che riducono il consumo di energia sono tanto importanti quanto la raccolta e la valutazione dei dati relativi al consumo e alla produzione di energia per poter controllare il flusso energetico. Solo con un’ulteriore riduzione della domanda di energia primaria attraverso misure di efficienza può funzionare un’alimentazione di energia basata su risorse rinnovabili. Il parco mostra i punti di partenza per questo obiettivo con un funzionamento degli edifici ottimizzato dal punto di vista energetico.

Anche il tema dell’efficienza è strettamente legato alla sostenibilità. Questo aspetto è stato preso in considerazione anche nel parco: il padiglione è costruito secondo il principio “Cradle to Cradle” o della progettazione rigenerativa e sono stati utilizzati solo materiali riciclabili. Questo approccio a un’economia circolare continua e coerente mette in primo piano la produzione sostenibile.

L’All Electric Society Park è sinonimo di uso sostenibile delle risorse e costituisce quindi un esempio di realizzazione della All Electric Society.



Contenuti correlati

  • Alimentatori per condizioni ambientali estreme da Phoenix Contact

    Il nuovo alimentatore Trio Power di terza generazione è ora disponibile, per la prima volta, da Phoenix Contact con una verniciatura di protezione sul circuito stampato. Ciò consente un utilizzo affidabile anche in condizioni ambientali estreme, semplificando il cablaggio....

  • Stazioni di ricarica per l’e-mobility

    Le stazioni di ricarica per veicoli elettici richiedono un insieme di tecnologie che vanno dal sistema di controllo alla connettività elettrica ad alte prestazioni. Phoenix Contact si propone come partner competente con un’offerta di soluzioni completa. Leggi...

  • HPE ed Eni avviano la realizzazione di un supercomputer industriali

    Hewlett Packard Enterprise ha annunciato che sta realizzando per Eni, uno dei maggiori fornitori di energia al mondo, un supercomputer di prossima generazione chiamato HPC6. Eni utilizzerà il sistema per promuovere la ricerca scientifica e l’ingegneria al fine...

  • Gefran e Frigosystem insieme per la termoregolazione dei processi industriali

    La corretta temperatura di processo, ovvero la sua termoregolazione, rappresenta un fattore produttivo essenziale, soprattutto in applicazioni dove è necessario sottostare a tolleranze termiche molto ristrette, come nella trasformazione delle materie plastiche, per cui anche piccole variazioni...

  • Efficienza energetica data-driven

    Ridurre il consumo di energia per le attività industriali è un imperativo. Per questo un produttore di apparecchiature per il vuoto ha scelto un partner come Omron per raggiungere l’obiettivo Con l’aggravarsi del problema della carenza di...

  • Mega trend

    Secondo Schaffner sono 3 le principali tendenze che stanno accelerando l’innovazione tecnologica nel campo delle interferenze elettromagnetiche La società moderna sta diventando sempre più digitalizzata ed elettrificata, e molti strumenti che utilizziamo, dal più piccolo dispositivo al...

  • I tablet rugged a supporto di turbine eoliche

    Siamo sempre più abituati alla vista di turbine eoliche al largo delle coste di molti Paesi europei: con l’aumento della produzione di energia rinnovabile in tutta Europa, infatti, l’eolico rappresenta oggi un quinto di tutta l’elettricità generata...

  • Alfa Laval scambiatori di calore
    Sfruttare il calore per produrre energia con Alfa Laval

    Essere efficienti, evitare lo spreco di elettricità e di risorse, impegnarsi per una transizione energetica sostenibile: sono concetti che negli ultimi anni sono stati ripetuti come un mantra. Ma cosa si sta facendo per renderli reali? Alfa...

  • Phoenix Contact Termitrab
    Scaricatori di sovratensione Termitrab di Phoenix Contact per la protezione degli impianti

    Negli impianti tecnici, le linee di segnale sono come delle vie neuronali. È quindi molto importante proteggere queste parti dell’impianto dalle sovratensioni causate da operazioni di commutazione o da fulmini. Gli scaricatori di sovratensione della famiglia di...

  • Phoenix Contact piombo lead-free
    Phoenix Contact in prima linea verso un futuro senza piombo nell’elettronica

    La produzione industriale attenta all’ambiente e alla salute umana è considerata una delle maggiori sfide degli ultimi decenni e dei prossimi anni a venire. La direttiva europea RoHS limita già o addirittura vieta le sostanze che hanno...

Scopri le novità scelte per te x