Dispositivo RFID per il settore industriale e trasporti ferroviari, resistente agli ambienti ostici

New entry nel catalogo prodotti di RFID Global: Industrial UHF Long Range RAIN RFID Reader LRU1002X dalle caratteristiche meccaniche ed elettroniche ancora più resistenti alle sfide dell’industria, dotato di 12 certificazioni per il trasporto ferroviario

Pubblicato il 8 gennaio 2022

RFID Global annuncia l’ingresso nel suo catalogo dispositivi dell’Industrial Long Range Reader LRU1002X in banda UHF, progettato per gli ambienti industriali più difficili e per il settore ferroviario. Frutto di un’evoluzione dell’LRU1002, il nuovo device si contraddistingue per un identikit tecnico che lo rende ancora più resistente agli ambienti ostici dell’industria e, grazie a 12 certificazioni, ideale anche per il settore Railway & Transportation.

Racchiuso in un robusto housing di metallo color antracite (IP64 con cap protettivo) e alimentato da una potenza settabile fino a 2W, il controller RFID dispone di 4 uscite d’antenna, di un multiplexer integrato e della connessione al multiplexer esterno ISC.ANT.UMUX, rendendone semplice l’installazione, il tutto con un ottimo rapporto costo/performance.

L’alta sensibilità del dispositivo si traduce nella capacità di rilevare in modo omogeneo i tag (EPC Gen2, ISO 18000-6C) fino a 12m anche se nell’area operano altri reader RFID, mentre le 4 connessioni d’antenna e i quattro connettori circolari rendono il controller UHF il tool ideale in molteplici applicazioni industriali: tra queste, citiamo la tracciabilità automatica dello stato d’avanzamento della produzione e la movimentazione di lotti/pallet di prodotti, installando il nuovo controller su muletti o nastri trasportatori.

Grazie allo chassis in alluminio con verniciatura a polvere e al sistema di raffreddamento migliorato, il device assicura un’aumentata dispersione di calore, potendo così performare anche in ambienti con elevate temperature e utilizzo prolungato.

Altra nota distintiva del Long Range Reader di RFID Global sono le 12 certificazioni in ambito Railway, che ne fanno un tool tecnologico capace di resistere alle sfide più impegnative di questo comparto, tra cui le vibrazioni (EN 61 373 Cat 1B), il caldo umido (EN 60 068-2-30), il fuoco (EN 45 545), le tensioni nel voltaggio (EN 50 155) e la salinità nell’aria (EN 50 155).
Protetto da possibili malfunzionamenti dell’antenna, come ad esempio il suo cortocircuito o scariche elettrostatiche, il reader è dotato di I/O e relays (8-pin) che, assieme alle interfacce RS232, Ethernet, USB e Wiegand, rendono il dispositivo capace di dialogare con il mondo circostante, abilitando ad esempio l’apertura/chiusura di barriere e robot; mentre 16 luci LED comunicano la diagnosi delle modalità operative dell’apparato e dello stato delle antenne.

Particolare attenzione è stata dedicata in fase di progettazione anche al tema della sicurezza: il reader infatti supporta i nuovi chip EPC Class1 Gen2 V2 e ISO 29167 (es. NXP UCODE DNA) ed è dotato di Secure Key Storage per l’archiviazione delle chiavi dell’applicazione in una memoria sicura (Secure Element).

Tra le performance distintive del controller spiccano la funzione di anti-collisione, l’output del valore RSSI per localizzare i tag RFID, supporti per comunicare con transponder criptati e la funzione “Config Cloning” che consente di “duplicare” la configurazione dell’apparato nel caso di installazione di più device nella stessa sede o in sedi differenti.
Come tutti i dispositivi realizzati da FEIG Electronic, il Long Range Reader LRU1002X è provvisto delle certificazioni sulle radio emissioni (per l’Europa EN 302 208).



Contenuti correlati

  • ProgettistaPiù: fai il pieno di tecnologia  

    Conto alla rovescia per Progettistapiù, il primo convegno digitale sui sistemi e componenti per la progettazione industriale organizzato da Quine Business Publisher e TraceParts. Dal 25 al 28 gennaio 2022 sarà infatti possibile partecipare al convegno in...

  • Rfid: intervista a Marco Catizone, Gruppo Rfid di Anie Automazione

    Automazione Oggi intervista Marco Catizone, rappresentante del Gruppo Rfid di Anie Automazione, che sintetizza i trend tecnologici e di mercato dell’Rfid una delle tecnologie che permettono agli oggetti di essere interconnessi, dialogare tra di loro e inviare informazioni utili in...

  • Cavi su misura

    Dal confezionamento al ferroviario, le soluzioni Lapp permettono un cablaggio semplificato delle linee per il packaging di Acmi e garantiscono affidabilità nella realizzazione di applicazioni per il settore rotabile Leggi l’articolo

  • Rfid: intervista a prof. Antonio Rizzi, Università di Parma

    Automazione Oggi intervista Antonio Rizzi, professore di Logistica Industriale e Supply Chain Management al Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma, nonché fondatore e direttore del RFID Lab sempre all’Università di Parma. Siamo nell’era della quarta...

  • Rfid: intervista a Paola Visentin, RFID Global – Gruppo Softwork

    Automazione Oggi intervista Paola Visentin Marketing & Global Communication in Rfid Global – Gruppo Softwork. Perché l’Rfid abilita la tracciabilità avanzata in produzione e in logistica? Quali sono le prestazioni distintive di questa tecnologia di acquisizione dati?...

  • La moda è sotto tag

    Pellame prezioso e tracciabilità con Rfid: La Patrie firma così l’innovazione nella filiera dell’alta moda Leggi l’articolo

  • Le nuove sfide del magazzino: i risultati dell’indagine dell’Osservatorio Intralogistica 2021

    Arrivato alla sua terza edizione, l’Osservatorio Intralogistica ha presentato i risultati della nuova ricerca condotta nei mesi scorsi su un campione di oltre 90 supply chain manager. I dati raccolti quest’anno riflettono il livello di maturità raggiunto dalla...

  • 3DEXPERIENCE Dassault Systèmes piattaforma
    Progettazione accelerata nel ferroviario con Dassault Systèmes

    Pesa Bydgoszcz SA., produttore polacco di materiale rotabile, ha scelto la piattaforma 3DExperience di Dassault Systèmes per ottimizzare il processo di progettazione e ridurre significativamente il time-to-market dei nuovi prodotti. Il progetto, della durata di tre anni,...

  • La tracciabilità nel settore profumi: Acqua di Parma e la lotta al grey market

    Il grey market nel settore del fashion & luxury è un fenomeno in continua crescita, che riguarda molte categorie di prodotti come profumi e cosmetici, orologi e gioielli, borse, pelletteria, attrezzature fotografiche e persino vini e distillati....

  • I wearable nell’industria

    I dispositivi wearable vengono sempre più utilizzati nell’industria man mano che aumentano i campi d’impiego: dalla logistica alla safety, dalle operation alla manutenzione i dispositivi indossabili facilitano le attività degli operatori anche da remoto Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x