CLPA: il futuro dell’Ethernet industriale aperto con CC-Link IE TSN

Dalla rivista:
Fieldbus & Networks

 
Pubblicato il 28 novembre 2018

CC-Link Partner Association (che ha sede a Nagoya, in Giappone), l’organizzazione che promuove la rete integrata CC-Link IE basata su rete Ethernet, ha annunciato di avere completato la specifica per CC-Link IE TSN, l’innovativa rete del futuro basata sull’attuale CC-Link IE. Lo sviluppo di CC-Link IE TSN è mirato alla soddisfazione delle future esigenze del mercato e include la tecnologia Time Sensitive Networking (TSN): si tratta di standard aggiuntivi correlati a IEEE Ethernet, che integrano l’OT (Operational Technology) e l’IT rafforzando sia le prestazioni che la funzionalità.

Inoltre, grazie alla diversificazione dei metodi di sviluppo, consente di implementare con flessibilità diversi tipi di apparecchiature, nonché di utilizzare tecnologie miste di comunicazione delle informazioni, grazie al protocollo IP (Internet Protocol) e alla tecnologia delle comunicazioni di controllo. Si prevede che tutto ciò possa migliorare l’efficienza e ridurre le tempistiche di realizzazione di smart factory che utilizzano l’IIoT (Industrial Internet of Things). Ulteriori dettagli sulla specifica CC-Link IE TSN saranno pubblicati sul sito CLPA dedicato ai partner.

La specifica CC-Link IE è stata rilasciata nel 2007, come prima rete industriale aperta da 1 Gbps basata su rete Ethernet, e ha ampliato la propria funzione e il proprio ambito di applicazione al controllo del movimento e della sicurezza, partendo dall’iniziale funzione di controllo generale di I/O. Grazie alle sue funzioni permette comunicazioni di controllo (dati ciclici) che uniscono l’alta velocità alla grande capacità e le combina con un altro tipo di comunicazioni (transient data). Le due modalità di comunicazione possono convivere grazie alla larghezza di banda, pari a 1 Gbps. Inoltre, le cause degli errori di rete sono facilmente identificabili. Si prevede che la facilità di realizzazione, non solo del sistema che controlla e monitora un sito di produzione, ma anche di quello che raccoglie ed analizza le informazioni riguardanti il sito di produzione stesso, possa offrire grandi benefici a un’ampia gamma di settori.

D’altro canto, negli ultimi anni i sistemi IIoT sono arrivati alla fase di realizzazione pratica e questo ha fatto sì che il mercato richiedesse maggiori possibilità di utilizzare un’ampia gamma di dispositivi che si avvalgono di comunicazioni Ethernet generiche, così come è aumentata la domanda di dispositivi di controllo motion ad alte prestazioni e di protocolli, per implementare queste funzioni in svariate apparecchiature. Proprio per soddisfare tutte queste esigenze, CLPA ha sviluppato CC-Link IE TSN, una rete che migliora notevolmente sia le prestazioni che le funzioni dell’attuale CC-Link IE. Inoltre, anche l’apertura della rete aumenta grazie all’utilizzo della tecnologia TSN.

La specifica dettagliata di CC-Link IE TSN verrà resa disponibile alle aziende partner di CLPA tramite il sito web dell’associazione. I partner che sono stati coinvolti nella formulazione delle specifiche stanno affrontando la fase di sviluppo dei prodotti; si prevede quindi che i prodotti compatibili saranno disponibili nel 2019.



Contenuti correlati

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Si è tenuta a Bologna la giornata di lavori intitolata “Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?” organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza. “Nata nl 1959 come azienda famigliare, Lapp conta oggi più di...

  • White paper CLPA: come sviluppare dispositivi che sfruttino i benefici del TSN

    Il consorzio CLPA (CC-Link Partner Association) ha pubblicato un white paper sull’ecosistema di sviluppo per dispositivi di automazione compatibili con lo standard TSN (Time Sensitive Networking) liberamente scaricabile. Creato per i vendor di prodotti per l’automazione, “Come...

  • Più sicurezza dai guasti

    Basf ha rinnovato la sottostazione elettrica del suo impianto di Beaumont, in Texas, grazie all’aiuto di Schneider Electric Leggi l’articolo

  • Il nuovo white paper che esplora la potenzialità di TSN per migliorare i processi produttivi

    CC-Link Partner Association (CLPA) ha annunciato la pubblicazione di un white paper sul protocollo TSN (Time-Sensitive Networking) disponibile online  Speciale Supplemento CC-Link IE TSN che propone un’analisi approfondita su cos’è questa tecnologia e perché sia fondamentale per creare Smart...

  • Networking di fabbrica

    Come garantire l’affidabilità delle reti Ethernet industriali? Quali sono le sfide e le soluzioni per la progettazione di reti stabili ed efficienti? Lo abbiamo chiesto a Marco Artoli, project manager Industrial Communication di Lapp Leggi l’articolo

  • Nuovo standard 10Base-T1L: è cambiato qualcosa?

    Vediamo in questo articolo i fondamenti del nuovo standard 10Base-T1L e i prodotti relativi, a loro volta rilevanti nella scelta dei dispositivi di connessione adatti alle varie applicazioni. Con 10Base-T1L gioca inoltre un ruolo importante la trasmissione...

  • Consorzio CLPA supera i 4.000 associati

    CLPA (CC-Link Partner Association) ha superato un’importante pietra miliare nel suo percorso mirato alla promozione e lo sviluppo delle tecnologie aperte per le comunicazioni industriali “state-of-the-art”. Il Consorzio conta ormai oltre 4.000 membri in tutto il mondo,...

  • CLPA rafforza il supporto al mercato italiano dell’automazione

    CC-Link Partner Association (CLPA) sta espandendo il supporto offerto in Italia a vendor di prodotti per l’automazione, costruttori di macchine e utenti finali. Con la nomina di Alberto Griffini a Business Developer, l’organizzazione mira a soddisfare la...

  • IEC 62402: lo standard per gestire l’obsolescenza all’interno delle imprese

    La norma IEC 62402 tratta dell’obsolescenza degli elementi (Obsolescence Management) e considera questo fattore come “il passaggio da un articolo richiesto, ancora in uso, da disponibile a non disponibile dal produttore”. Qualsiasi elemento in uso, presto o...

  • Nuovi passacavi di icotek KEL-SCDP-TR 

    Con la piastra passacavi per foratura metrica KEL-SCDP-TR di icotek è possibile posare e sigillare singoli cavi senza connettori fino a un grado di protezione IP65 e secondo DIN EN 60529. La nuova variante KEL-SCDP-TR 63|5+1 consente...

Scopri le novità scelte per te x