Beni strumentali, produzione e consumo in crescita

Pubblicato il 15 luglio 2015

Il mercato italiano dei beni strumentali torna a correre. E’ quanto emerge dai dati resi noti da Federmacchine, la federazione che, in seno a Confindustria, riunisce le associazioni che rappresentano i costruttori italiani di beni strumentali. I dati di consuntivo relativi al 2014 testimoniano un anno effervescente sia per la produzione dei costruttori italiani, in crescita del 4,9% a quota 36,7 miliardi di euro, sia per il consumo nazionale, cresciuto a sua volta del 10,8% portandosi a quota 17,3 miliardi di euro.

L’aumento del fatturato complessivo riflette una situazione positiva in tutti i 13 comparti rappresentati in seno a Federmacchine (4600 aziende in tutto). Dei 36 miliardi fatturati, 26 sono relativi ad esportazioni (+2,1%) e 10,6 miliardi a vendite a clienti italiani (+12,3%). La maggiore crescita del mercato interno fa sì che, nonostante l’aumento in valore assoluto, le esportazioni valgano ora “solo” il 71% del fatturato, due punti percentuali in meno rispetto al 2013. Anche le importazioni sono aumentate (+8,5%, 6,8 miliardi di euro).

“I numeri del 2014 – ha dichiarato Giancarlo Losma, presidente di Federmacchine – ci restituiscono la fotografia di un settore vivace che ha saputo resistere alla crisi e ora coglie i benefici della ripresa del consumo italiano, certamente favorita dalla Nuova Legge Sabatini, già rifinanziata per tutto il 2015, e dal bonus macchinari, purtroppo scaduto il 30 giugno”.

I principali indicatori economici confermano che la ripresa registrata nel 2014 durerà anche nel 2015. Per sostenerla Federmacchine richiede, oltre alla reintroduzione del bonus macchinari, una misura di incentivo alla sostituzione di macchinari obsoleti, la liberalizzazione degli ammortamenti relativi ai beni strumentali acquistati e un ulteriore abbattimento dell’IRAP.

 

Franco Canna



Contenuti correlati

  • Transizione 4.0/Federmacchine non si arrende e scrive al Ministro Giorgetti

    Federmacchine, la federazione delle imprese italiane costruttrici di beni strumentali, non si arrende e, per voce delle 12 associazioni di categoria ad essa federate, torna a chiedere al Ministro Giancarlo Giorgetti un intervento immediato di modifica dei...

  • Vaccini non riconosciuti: un problema per l’intera economia

    Oltre ai turisti stranieri respinti dalle strutture turistiche pur essendo vaccinati ma con vaccini come Sputnik o Sinovac lo stesso problema si pone adesso anche per tutto il mondo del business travel, un segmento importantissimo della nostra...

  • Federmacchine: nel 2021 l’industria italiana del bene strumentale è ripartita

    Archiviato un 2020 davvero complicato, sebbene migliore rispetto alle attese stilate a inizio pandemia, nel 2021 l’industria italiana costruttrice di beni strumentali registra ripresa sostenuta dell’attività. Questo, in sintesi, è quanto emerge dai dati presentati da Giuseppe Lesce,...

  • Beni strumentali, chiude lo sportello per la nuova Sabatini

    Le richieste di prenotazione per il contributo previsto dalla nuova Sabatini al 1° giugno hanno superato le risorse finanziarie residue disponibili. Pertanto con decreto direttoriale del ministero dello Sviluppo dello stesso giorno è stata disposta la chiusura...

  • Boom di investimenti in beni strumentali, quasi esaurite le risorse della nuova Sabatini

    La nuova Sabatini piace alle PMI italiane tant’è che stando ai dati di maggio sui finanziamenti si sarebbe raggiunta la cifra di 1 miliardo e 335 milioni di euro di prenotazioni. Poco meno di 5 miliardi nei...

  • Transizione 4.0, ecco le stime sull’impatto dell’incentivo

    Il PNRR inviato a Bruxelles contiene le stime sugli effetti che derivano dal piano di incentivi fiscali Transizione 4.0, finanziato in parte proprio con le risorse del Recovery Fund. Si stima che in totale saranno coinvolte 91...

  • Bonus beni strumentali, ipotesi compensazione in un anno per il 2021 

    Sono ancora delusi coloro che speravano nella possibilità di cedere a terzi, anche parzialmente, i crediti d’imposta derivanti da investimenti in Transizione 4.0. Misura come noto bloccata dalla Ragioneria di Stato. Si profila però all’orizzonte una novità che potrebbe far contenti coloro...

  • Costruttori beni strumentali: eccellenza Italiana

    Nel settore dei beni strumentali, l’Italia vanta competenze eccezionali, che la pongono ai vertici delle graduatorie mondiali di produzione ed esportazione. I costruttori italiani sono flessibili, creativi con grande innovazione e una offerta di un servizio, non...

  • Annual Report 2018 di Acimall: un ottimo 2018 per il comparto del legno

    Acimall, l’associazione confindustriale che rappresenta il settore delle tecnologie per la lavorazione del legno, ha pubblicato l’“Annual Report 2018”. Il rapporto – disponibile on line  – offre una visione completa e approfondita del comparto della tecnologia per...

  • 2018, anno record

    Nel 2018, il fatturato dell’industria italiana costruttrice di beni strumentali si è attestato a 49,4 miliardi di euro, segnando un incremento del 6% rispetto all’anno precedente e allungando così il trend positivo avviato nel 2014. Si tratta...

Scopri le novità scelte per te x