All’Hannover Messe igus apre la strada verso l’Engineering Next Level con 190 novità

Pubblicato il 27 aprile 2023

Quest’anno, alla fiera di Hannover, igus è presente con due aree espositive: uno stand (pad. 6) dedicato alle soluzioni smart plastics e un secondo stand (pad. 17) con novità digitali che svelano le molteplici opportunità di un mondo virtuale parallelo. In questo spazio, ad esempio, è possibile indossare un visore VR per utilizzare un braccio robotico nella realtà virtuale, mentre un robot replica i movimenti del visitatore in tempo reale. In questo modo igus crea un ponte tra il mondo reale e quello virtuale: solo un assaggio di ciò che sarà possibile fare in futuro nell’iguverse, il metaverso igus.

Nell’iguverse collaborare diventa un gioco da ragazzi

Nel mondo digitale ingegneri e progettisti si possono incontrare per creare insieme modelli 3D di nuovi macchinari, impianti e veicoli in scala 1:1, evitando costose trasferte e relative emissioni di CO2. La realtà virtuale dell’iguverse consente di sviluppare i prodotti in modo più rapido, sostenibile, affidabile e conveniente, facilitandone la messa in funzione. Nel metaverso ideato da igus è possibile, inoltre, organizzare corsi di formazione e gestire interventi di manutenzione. “Le opportunità che la realtà virtuale offre al mondo dell’ingegneria meccanica sono assolutamente affascinanti. Vogliamo utilizzare attivamente e sfruttare al massimo questa tecnologia, fin da subito”: queste le parole di Frank Blase, amministratore delegato di igus. “Puntiamo a sviluppare soluzioni innovative accessibili con facilità anche da piccole e medie imprese con budget più limitati e competenze meno estese”. Nel medio periodo, igus ha quindi in programma di mettere a disposizione l’iguverse come servizio digitale di cui le aziende potranno avvalersi senza sostenere alcun costo di sviluppo. Tra le numerose novità digitali presentate in anteprima all’Hannover Messe anche igusGO, un sistema di intelligenza artificiale che, in pochi secondi tramite smartphone, trova e ordina il giusto pezzo di ricambio. Utilizzando questa nuova app basata sul cloud, l’utente può scattare una foto del suo prodotto o del suo macchinario che viene analizzata dall’AI per suggerire i componenti igus esenti da lubrificazione che potrebbero essere utilizzati per ottimizzarne i costi.

Nuovi servizi per l’industria 4.0: comandi vocali, “superwise” e “kopla”

Sul fronte delle novità di prodotto, continua a crescere la gamma di robotica low-cost igus che favorisce l’automatizzazione delle medie imprese. A partire da maggio 2023 sarà disponibile ReBeL KID, il nuovo piccolo cobot dotato, su richiesta, anche di comandi vocali e proposto a un prezzo entry level (3.999 Euro). ReBeL KID è una delle tante soluzioni offerte sul marketplace RBTX di igus, dove i clienti possono trovare oltre 350 progetti di automatizzazione, da prendere come esempio concreto o da implementare subito sul campo. Oltre alla gamma di automazione e robotica low cost, ad Hannover igus presenta numerose novità smart plastics: sistemi e componenti quali catene portacavi e cuscinetti, dotati di sensori e integrati nelle reti IoT. Grazie a questi prodotti le aziende possono cogliere le opportunità dell’industria 4.0 avviando, con costi contenuti, processi di Condition Monitoring (monitoraggio delle condizioni) e di Predictive Maintenance (manutenzione predittiva). Altra novità in fase di sviluppo, il progetto “superwise – igus smart service” che coniuga un servizio digitale d’eccellenza con le soluzioni smart plastics. Un altro servizio completamente nuovo è la piattaforma software “kopla”, grazie alla quale le aziende di produzione potranno creare propri configuratori online e strumenti di calcolo. Questa soluzione si rivolge in particolare a società e/o gruppi di medie dimensioni attivi a livello internazionale, che desiderano presentare online i propri prodotti.

igus continua a crescere: verso il milione di clienti

Lo scenario geopolitico degli ultimi anni non ha impedito a igus di continuare a crescere. Ad oggi l’azienda serve oltre 188.000 clienti operanti in più di 50 settori in tutto il mondo e impiega circa 4.600 dipendenti in 31 filiali. Lo scorso 11 novembre, igus ha raggiunto l’inedito traguardo di 1 miliardo di fatturato, mettendo a segno complessivamente nel 2022 una crescita del 25% raggiungendo quota 1,15 miliardi di Euro su base annuale. Prossimo obiettivo: servire un milione di clienti attivi entro il 2030. A questo scopo, igus continua a investire nello sviluppo di nuove soluzioni motion plastics e nei processi che consentono di garantire consegne rapide in tutto il mondo.

Tecnologie eco-friendly: igus condivide una soluzione proprietaria per riscaldare senza gas

Dare una svolta al proprio potenziale progettuale significa anche ridurre le emissioni di CO2. Entro il 2025 igus intende azzerare l’impatto climatico dei propri processi produttivi. A questo scopo, una delle ultime novità è un sistema sviluppato in proprio che permette di riscaldare lo stabilimento sfruttando l’acqua di raffreddamento riscaldata dalle macchine per stampaggio a iniezione. + Una tecnologia che igus ha deciso di mettere a disposizione dell’intero comparto industriale, divulgando l’esatta procedura MHRS (Machine Heat Recovery System) messa a punto internamente. Da anni, igus si impegna a ridurre l’impatto ambientale della plastica ponendo particolare attenzione al tema del riciclo con il programma “Chainge”, inaugurato nel 2019. Si tratta di una piattaforma online che premette di trattare tutte le plastiche tecniche, dal poliammide al PEEK, consentendo ai clienti igus di riciclare le loro catene portacavi, indipendentemente dal produttore. L’azienda, inoltre, promuove una serie di iniziative che rientrano nel concetto “From Ocean Plastics to Motion Plastics”. Tra queste, in programma per fine agosto 2023, il lancio sul mercato della igus:bike, realizzata con reti da pesca riciclate.



Contenuti correlati

  • Le reti industriali nell’Era dell’Edge Computing, del 5G e della cybersecurity

    I fattori trainanti delle reti industriali includono Industria 4.0, IIoT, comunicazioni Machine-To-Machine e wireless. Intorno a Edge Computing, 5G e Cybersecurity si stanno giocando le sfide più interessanti. Leggi l’articolo

  • Automazione e robotica nell’Industria 5.0: tra reale e virtuale

    L’innovazione tecnologica, sia nell’industria che nella società, è da sempre caratterizzata da svolte epocali, spesso legate a specifiche invenzioni rivoluzionarie o alla diffusione di nuovi principi ispiratori e nuovi approcci allo sviluppo… Leggi l’articolo

  • Sostenibile e intelligente, ecco la manifattura del futuro secondo Schneider Electric

    Green & smart: la manifattura 5.0 secondo Schneider Electric deve seguire queste due direttrici, puntando su soluzioni di digitalizzazione, automazione ed elettrificazione che la multinazionale è in grado di fornire in 4 ambiti strategici: industria, edifici, infrastrutture...

  • SICK partecipa all’edizione 2024 di SPS Italia con tante novità sulla sensoristica

    Soluzioni personalizzate per un futuro su misura. Da qui parte SICK a SPS Italia, la fiera sulla tecnologia e l’innovazione diventata un punto di riferimento per il comparto manifatturiero italiano. Appuntamento a Fiere di Parma, dal 28 al...

  • Commend: comunicazioni efficienti a prova di “rumore” e “sicurezza”

    Quando il rumore aumenta, le comunicazioni devono essere ancora più chiare. Lo sa bene Commend Italia, specialista in sistemi di comunicazione e sicurezza, che ha collaborato con il Gruppo Pittini, produttore europeo specializzato in acciai lunghi per l’edilizia...

  • Schneider Electric presenta EcoStruxure Secure Connect

    Schneider Electric va incontro alle crescenti esigenze di cybersecurity in ambito industriale proponendo EcoStruxure Secure Connect. Nel settore dell’automazione industriale, stiamo assistendo a un aumento significativo di macchine installate e connesse, per le quali la cybersecurity rappresenta un requisito fondamentale. Da...

  • NSK partecipa allo sviluppo di una mano robotica altamente personalizzabile

    NSK e il Centro Aerospaziale Tedesco (DLR, Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt) stanno sviluppando una mano robotica che aiuterà ad automatizzare attività manuali, in particolare nell’industria dei servizi. Il concetto ruota attorno a una mano robotica...

  • Il futuro prossimo dell’automazione

    La sempre più rapida evoluzione dei mercati internazionali richiede una chiara identificazione delle principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l’automazione industriale nel 2024 e oltre. Omron condivide sei previsioni per il prossimo futuro. Leggi l’articolo

  • Hyper-light Carbon: il nuovo materiale con cui Prosilas migliora la stampa 3D

    Gli sviluppi più interessanti nell’ambito dell’additive manufacturing riguardano i materiali, che sono gli elementi in grado di conferire caratteristiche uniche ai manufatti: robustezza, leggerezza, qualità superficiale… Con oltre 20 anni di esperienza nel settore della stampa 3D,...

  • Metaverso e mondi virtuali per le imprese

    Si diffonde la convinzione che l’industria sia uno dei settori più rilevanti di impatto del metaverso. I dirigenti del settore manifatturiero sembrano fiduciosi che il Metaverso Industriale possa rappresentare una grande promessa per il settore. I casi...

Scopri le novità scelte per te x