A2A sviluppa con Matlab una soluzione completa di gestione del rischio per i mercati dell’energia

Una società multiutility nel settore dell’energia accelera lo sviluppo del modello dei prezzi e riduce i tempi di calcolo del rischio da un’ora a 30 secondi

Pubblicato il 9 novembre 2011

MathWorks ha annunciato che A2A, una delle maggiori società operanti nel settore dell’energia in Italia, ha usato Matlab e le sue toolbox in dotazione per sviluppare la propria piattaforma di gestione del rischio. Con Matlab come base per la propria architettura di produzione, A2A ha ridotto i tempi di calcolo dei rischi da un’ora a 30 secondi, ha dimezzato il tempo di sviluppo dei sistemi e ha accelerato lo sviluppo del modello dei prezzi. A2A era alla ricerca di uno strumento che aiutasse i suoi analisti ad accelerare i calcoli, sviluppare modelli più sofisticati e ridurre al minimo gli errori. In precedenza l’azienda usava delle soluzioni basate su fogli di calcolo, complesse da mantenere e lente da utilizzare, che richiedevano un’ora o più di tempo degli analisti per calcolare il valore a rischio (VaR) con circa 60 fattori di rischio. Dopo aver valutato le soluzioni di gestione del rischio standard e vari ambienti di calcolo tecnico, A2A ha impiegato Matlab per creare una nuova piattaforma di sviluppo per la gestione del rischio. Matlab ha consentito agli analisti di A2A di sviluppare applicazioni basate sui dati e su modelli, quali un’applicazione VaR che opera con 400 fattori di rischio, integrati nelle architetture dei sistemi della società.

“Matlab è perfetto per il tipo di calcoli complessi di cui abbiamo bisogno”, dichiara Simone Visonà, Risk Manager in A2A. “L’uso di Matlab ha aperto ad A2A maggiori opportunità di trading, consentendoci di calcolare rapidamente un prezzo equo e il rischio di mercato per nuovi contratti.” La piattaforma di gestione del rischio di A2A aiuta l’azienda a raccogliere dati di mercato storici e attuali, applicare sofisticati modelli non lineari, eseguire simulazioni Monte Carlo, quantificare il VaR e presentare graficamente i risultati. Ora i Risk Manager sono in grado di tener conto di un numero di fattori di rischio 10 volte maggiore che in passato e di completare tali calcoli in circa 30 secondi. “A2A è una delle tante organizzazioni che scelgono di costruire le proprie piattaforme di gestione del rischio piuttosto che acquistare soluzioni standard” ha affermato Steve Wilcockson, marketing manager per il settore finanziario di MathWorks. “Anche se la personalizzazione e l’evoluzione dei sistemi di rischio necessitano di tempo e risorse, A2A avrà l’agilità per adeguare i propri sistemi al variare dei mercati, modificandoli fino a comprendere fattori di rischio diversi nelle loro strutture di trading, test e rischio. Inoltre, la base di codice quantitativo di A2A, in termini di righe di codice, è inferiore di un ordine di grandezza rispetto a quanto sarebbe in C++ o in Java ed è significativamente più gestibile.”

MathWorks: www.mathworks.com



Contenuti correlati

  • Prepararsi al codice di rete

    Parliamo di grid code e dell’emergere di fornitori di energia rinnovabile. Esaminiamo le tendenze e analizziamo l’impatto sui requisiti per le unità di generazione di energia che funzioneranno in parallelo con la rete fino a cercare di...

  • Gas: un potenziale volano di crescita

    Lo studio esamina lo stato dell’arte del mercato dell’energia in Italia con specifico riferimento al settore del gas, in un’ottica di rinnovamento sostenibile del sistema delle gare, potenziale volano di una crescita economica olistica del settore Leggi...

  • Un futuro verde per l’industria con idrogeno e rinnovabili

    Facendo innovazione, anche per l’industria impiantistica e dell’energia, compreso il settore oil&gas, la transizione ecologica e l’economia verde possono diventare l’occasione per uscire da una crisi sistemica e puntare al rilancio. È questo il caso del progetto...

  • Migliorare il monitoraggio dell’infrastruttura IT e IoT

    La sede francese di Engie Solutions, gruppo energetico mondiale che opera nei settori della produzione e distribuzione di gas naturale, energie rinnovabili e servizi, è recentemente passata dal sistema di monitoraggio PRTG Network Monitor – che utilizzava...

  • Energia verde nelle reti gas

    I misuratori di portata a ultrasuoni di Sick operano in modo stabile anche con variazioni nella composizione dei gas e questo è particolarmente utile nelle applicazioni power-to-gas, con l’immissione in rete di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili....

  • Energia, il 56% delle aziende non ha una strategia di cybersecurity

    In un contesto segnato da un nuovo modello energetico che sta accelerando l’adozione delle tecnologie dell’informazione, le aziende del settore dell’energia e delle utilities hanno una visione e una strategia chiara di cybersecurity. L’89% di queste ha,...

  • monitoraggio_dinamico_impianti_energetici Ego Energy
    Ego Energy trasforma i dati energetici delle aziende in valore

    20 milioni di dati al giorno acquisiti da fonti esterne, 900 dispositivi monitorati sul campo, 800mila misure al giorno acquisite in tempo reale, 3.000 processi complessi gestiti ogni giorno: questa è fotografia di EGO Energy, azienda genovese...

  • Dopo il Covid-19 il settore energetico non sarà più lo stesso

    Il lockdown forzato, iniziato a marzo 2020, e la conseguente crisi economica dovuta alla pandemia hanno messo in discussione stili di vita e modelli di consumo delle aziende italiane e internazionali. Il Covid-19 e il suo impatto...

  • Affrontare il rischio: come farlo correttamente

    Gli eventi catastrofici sono tutt’altro che imprevedibili. Eppure, costantemente nel corso della storia, i governi e le aziende non sono riusciti a prendere precauzioni adeguate a mitigare e rispondere ad essi, come sostiene l’ultimo studio elaborato da Arthur D....

  • I gateway smart grid di Ixxat consentono ai moduli I/O e ai sensori Wi-Fi di connettersi alle reti elettriche

    HMS Networks amplia la gamma di gateway Ixxat SG per il collegamento in rete dei componenti energetici. Due nuove versioni multi-IO consentono di collegare i tradizionali sensori I/O, nonché sensori o dispositivi in Wi-Fi, ai sistemi elettrici...

Scopri le novità scelte per te x