15 anni di storia e buone prospettive per la CC-Link Partner Association

Pubblicato il 14 dicembre 2015

La fiera SPS/IPC/Drives 2015 è stata un’importante pietra miliare per CLPA (CC-Link Partner Association). Novembre 2015 segna esattamente 15 anni dalla fondazione dell’organizzazione e la nascita della famiglia di tecnologie CC-Link per reti aperte di automazione.

In questi 15 anni, le tecnologie CC-link, dominanti sul mercato giapponese, sono state accettate a livello globale. Gli ultimi 15 anni sono stati fondamentali per il mondo dell’automazione in generale. Nello specifico, è stato possibile semplificare notevolmente il cablaggio di sensori e attuatori, riducendo il numero di cavi utilizzati per il collegamento con i controllori mediante l’utilizzo di fieldbus e, in seguito, l’uso in ambito industriale delle reti Ethernet è diventato uno standard accettato nei reparti di produzione, anche in termini di stabilità e affidabilità.

CLPA è stata sempre in prima linea in tutti questi sviluppi. I fieldbus CC-Link si sono rapidamente affermati come leader del mercato giapponese e della sua base produttiva, importantissima a livello mondiale. A partire da lì, l’espansione globale degli utenti finali nel settore automotive e in altri settori si è rapidamente estesa a tutta l’Asia e oltre. Nel corso del processo, la tecnologia fieldbus si è affinata per offrire ulteriori funzionalità, come una rete di sicurezza certificata SIL 3. A metà del percorso, venne introdotta un’anteprima mondiale: CC -Link IE, l’unica rete aperta di automazione con prestazioni gigabit.

Nonostante Industry 4.0 fosse ancora lontana, CLPA fu lungimirante nel prevedere la sempre crescente domanda di banda larga e nel reagire con una tecnologia che ancora oggi è leader del mercato. CC-Link IE aggiunse entro poco tempo ulteriori capacità, il che ha portato oggi i sistemi a poter combinare I/O, sicurezza, movimento e gestione energetica sullo stesso cavo.

Per incrementare ulteriormente l’adozione di CC-Link IE, CLPA presentò inoltre il protocollo SLMP (Seamless Message Protocol), un metodo che consente a tutti i tipi di dispositivi di comunicare in rete riducendo gli sforzi di sviluppo. Mentre la sua tecnologia manteneva una posizione leader nel settore, CLPA, originariamente solo giapponese, si trasformò in un’organizzazione globale presente in tutto il mondo, in grado di supportare i suoi utenti ovunque fossero.

Il numero di aziende iscritte è cresciuto costantemente, fino ad arrivare ai 2.400 partner di oggi. Anche i fornitori di sistemi di automazione abbracciarono ben presto le tecnologie CLPA, portando alla rapida creazione di un grande catalogo di prodotti. Oggi, circa 300 aziende offrono oltre 1.400 prodotti di qualsiasi tipo, garantendo la massima flessibilità e una grande libertà di scelta sia ai costruttori di macchine che agli utenti finali.

CC-Link IE e CC-Link hanno potuto così ottenere una base installata globale di quasi 15 milioni di dispositivi, nei settori industriali più diversi. Gli ultimi anni hanno visto CLPA avvalersi della sua grande forza in Asia per aiutare le aziende partner di tutta Europa ad espandere le loro attività in questo importante mercato. Il programma Porta aperta per l’Asia (G2A) era partito per aiutare le aziende a sviluppare e lanciare in tutto il mercato asiatico i loro dispositivi compatibili con CC-Link IE e CC-Link, una volta entrati a far parte della CLPA e superato il test di conformità.

John Browett, General Manager di CLPA Europe, ha commentato: “Negli ultimi anni, l’importanza di CC-Link IE e CC-Link per le aziende europee è cresciuta, come dimostrato dal costante aumento del numero di aziende europee che diventano partner, sviluppano prodotti ed entrano nel programma G2A. Inoltre, anche l’ingresso nel consiglio di amministrazione di CLPA di importanti produttori europei di soluzioni per l’automazione – come Balluff e Molex – è un segnale positivo. Nessuno sa cosa ci porterà il futuro. Ma avere a disposizione tecnologie leader del settore, come CC-Link IE, significa per le aziende affrontare al meglio tutte le sfide che Industry 4.0 metterà sulla loro strada”.



Contenuti correlati

  • Melfa RV-12CRL, il nuovo robot antropomorfo di Mitsubishi Electric

    Mitsubishi Electric ha lanciato Melfa RV-12CRL, il nuovo robot antropomorfo caratterizzato da un’estensione di 1.504 mm e una capacità di carico di 12 kg. Dotato di un ampio raggio d’azione, il robot Melfa RV-12CRL è adatto a...

  • Le reti industriali nell’Era dell’Edge Computing, del 5G e della cybersecurity

    I fattori trainanti delle reti industriali includono Industria 4.0, IIoT, comunicazioni Machine-To-Machine e wireless. Intorno a Edge Computing, 5G e Cybersecurity si stanno giocando le sfide più interessanti. Leggi l’articolo

  • Speciale CLPA 2024: tutti i vantaggi offerti da CC-Link IE TSN

    L’Industria 5.0 punta verso l’interconnessione e una produzione data driven: in questo contesto le reti industriali assumono un ruolo cruciale per garantire una comunicazione dati efficiente, affidabile, sicura. Lo standard CC-Link IE TSN supporta al meglio la...

  • Tecnologie innovative al servizio dei caricatori di barre

    Combinare il know-how applicativo di Top Automazioni con le caratteristiche avanzate delle soluzioni di automazione di Mitsubishi Electric permette di realizzare caricatori di barre che garantiscono velocità, flessibilità, versatilità Nata negli anni ’70 come piccola realtà artigiana...

  • Le potenzialità dell’Industrial IoT

    Fra i rischi legati alla sicurezza e alla privacy dei dati, ma non solo, e i vantaggi offerti dall’IIoT-Industrial Internet of Things, in termini di efficientamento e sostenibilità, solo per citarne alcuni, vediamo i consigli degli esperti...

  • CC-Link IE TSN: quali vantaggi offre?

    Alle soglie dell’Industria 5.0, sempre più interconnessa e guidata dai dati, le reti industriali assumono un ruolo ancora più centrale per garantire uno scambio efficiente di dati. Per supportare al meglio la convergenza OT-IT, garantendo l’interoperabilità fra asset...

  • Mitsubishi Electric sviluppa un’AI per l’analisi comportamentale

    Mitsubishi Electric Corporation ha annunciato di aver sviluppato un’intelligenza artificiale (IA) per l’analisi comportamentale capace di analizzare in pochi minuti il livello di efficienza delle attività manuali eseguite nei siti produttivi, senza che si riveli necessario, da...

  • Nuove interfacce HMI e Scada

    Integrazione, connettività e trasformazione digitale sono le principali leve con cui i fornitori di tecnologia cercano di rendere più competitive le offerte di interfaccia uomo-macchina. L’attuale fase di transizione vede la convivenza di numerose tendenze che consentono...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a John Browett di CLPA

    Automazione Oggi intervista John Browett, general manager di CLPA – CC-Link Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024 al padiglione 6, stand G030. Automazione Oggi interviews John Browett, general manager of CLPA – CC-Link Partner...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista ad Alberto Griffini di CLPA

    Automazione Oggi intervista qui Alberto Griffini, business developer di CLPA – CCLink Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024, pad.6, standG030. LE NOSTRE DOMANDE 1. Partiamo dell’uso di CC-Link IE TSN in Italia: 2 motivi per...

Scopri le novità scelte per te x