NI svela il futuro di LabVIEW

Pubblicato il 23 maggio 2017

A NIWeek 2017, National Instruments presenta LabVIEW NXG 1.0, come la nuova generazione del software di progettazione, in grado di portare la produttività della piattaforma anche verso i non esperti di programmazione

 

 

Tra le diverse novità presentate ufficialmente oggi da NI, nella seconda giornata dell’evento NIWeek, dedicato a clienti e partner, LabVIEW NXG 1.0 (nella foto) rappresenta il tassello chiave della visione strategica della casa di Austin. Obiettivo mettere nelle mani di ingegneri, sviluppatori, scienziati uno strumento sempre più potente e di uso intuitivo, per affrontare anche le sfide più ardue di ingegnerizzazione dei sistemi. Queste sfide oggi spaziano in molti campi, e si chiamano 5G, Internet of Things (IoT), veicoli a guida autonoma, solo per citarne alcune.
Jeff Kodosky (nella foto), Cofounder e Business e Technology Fellow di NI, e conosciuto come il ‘padre di LabVIEW’, spiega come, attraverso LabVIEW NXG 1.0 si passa a un nuovo approccio nell’automazione della misura, che abilita i diversi esperti di settore a focalizzarsi su ciò che conta di più, cioè la risoluzione del problema, non l’uso dello strumento. Diventa così possibile accelerare la produttività e la capacità d’innovazione.

Come l’avvento dei fogli di calcolo ha aiutato ad automatizzare molte operazioni, aggiunge Kodosky, LabVIEW deve diventare “uno strumento per tutti gli ingegneri, che devono risolvere problemi anche nelle applicazioni più sfidanti, e ciò grazie a un ambiente di programmazione grafico”. Per lungo tempo, dice ancora Kodosky, NI si è focalizzata sul rendere possibili ulteriori operazioni con LabVIEW, invece di puntare ad aiutare gli ingegneri a automatizzare le misure con rapidità e facilità. Ora, con l’introduzione di LabVIEW NXG, completamente ridisegnato, si sta proprio indirizzando questo obiettivo. E, con tale approccio, anche applicazioni più complesse possono beneficiare della capacità di programmazione grafica del linguaggio G di LabVIEW.

La release 1.0 di LabVIEW NXG, dichiara NI, aiuta gli ingegneri a eseguire le misure con gli strumenti da banco incrementando in modo notevole la loro produttività, attraverso nuovi workflow che rendono la programmazione opzionale, e permettono di acquisire e analizzare in maniera iterativa i dati di misura. Tali workflow, precisa la società, consentono in sostanza di semplificare l’automazione costruendo il codice necessario, senza richiedere intervento dell’utente.
LabVIEW NXG introduce anche un editor reingegnerizzato, in grado di estendere ulteriormente l’apertura di LabVIEW, integradolo con un più ampio insieme di linguaggi e migliorando la produttività della programmazione.

Giorgio Fusari



Contenuti correlati

  • Una sola piattaforma per ingegnerizzare i sistemi del futuro

    Quest’anno, all’evento NIWeek di Austin, tante le applicazioni innovative abilitate dalla programmazione grafica, in ambiti che spaziano dalla Internet of Things, al 5G, alle auto a guida autonoma. Sotto i riflettori soprattutto la nuova generazione di LabView....

  • Video intervista a Anna Pedale, National Instruments

    A SPS Italia, Anna Pedale, field marketing engineer di National Instruments, racconta le novità di LabView  

  • TSN: NI porta il ‘time-sensitive networking’ sulla piattaforma CompactDAQ

    La sincronizzazione ‘time-based’ su Ethernet è un requisito chiave per i sistemi di test e misura distribuiti, e la casa di Austin la integra in due nuovi prodotti CompactDAQ   Del TSN (time-sensitive networking) NI ha mostrato...

  • NI abbassa i costi di test con le ATE Core Configurations

    Le soluzioni, preconfigurate, ma ampiamente personalizzabili, puntano a ridurre i rischi d’integrazione e a velocizzare il time-to-market   Oltre alle novità introdotte con la presentazione di LabVIEW NXG 1.0 e LabVIEW 2017 – due versioni di LabVIEW...

  • Una piattaforma per sviluppare misura e controllo

    La più recente versione del software LabView incarna l’idea di sviluppo basato su piattaforma: un concetto proposto da National Instruments per realizzare velocemente applicazioni di misura, automazione ed elettronica. NI ha anche presentato diverse novità per quanto...

  • Una manutenzione preventiva per un funzionamento efficiente

    Per National Instruments ci sono tre fasi da considerare per migliorare la manutenzione preventiva e l’efficienza di funzionamento. Vediamole Leggi l’articolo

  • SPS Italia 2016: video intervista a Matteo Bambini di National Instruments

    Intervista di Automazione Oggi, Fiera Milano Media, a Matteo Bambini, Embedded Systems Marketing manager, Emeia di National Instruments durante SPS IPC Drives Italia 2016.

  • Nello spazio grazie all’automazione

    Due missioni del veicolo spaziale Falcon 9 di SpaceX si sono concluse con successo e con un rientro controllato del primo stadio del vettore orbitale, che sarà riutilizzato in missioni successive. Per raggiungere questi obiettivi sono stati...

  • NIDays 2016

    L’edizione degli NIDays di quest’anno è all’insegna del tutto connesso.  Matteo Bambini, Embedded Systems Marketing Manager, EMEIA in National Instruments presenta un esempio dell’utilizzo della tecnologia RIO.

  • È #tuttoconnesso a NIDays 2016

    Il 18 febbraio torna l’annuale appuntamento con NIDays, il Forum Tecnologico sulla Progettazione Grafica di Sistemi di National Instruments, che, giunto alla 23ª edizione, si terrà a Pero (Milano) presso l’ATAhotel Expo Fiera. NIDays riunisce oltre 600...

Scopri le novità scelte per te x