Industria 4.0: arriva il Piano Nazionale 2017-2020

Pubblicato il 22 settembre 2016

È stato presentato ieri a Milano il “Piano Nazionale Industria 4.0” presso il Museo della Scienza e della Tecnica. Lo abbiamo atteso a lungo, mentre vedevamo realtà europee e non mettere in atto politiche di sostegno del manifatturiero interno, prendendo atto degli ultimi rivoluzioni sviluppi della tecnologia e dei nuovi approcci segnati dalla Industry 4.0. Un piano, questo, teso dunque a rilanciare gli investimenti e le imprese italiane e che è stato studiato per avere uno sguardo di medio e lungo termine.

Il piano è stato presentato in mattinata al Mise alla presenza del Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, di quello del Lavoro Giuliano Poletti, dell’Istruzione Stefania Giannini, dell’Ambiente Gianluca Galletti, dell’Agricoltura Maurizio Martina, del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e dell’amministrazione delegato di Cdp Fabio Gallia. Nel pomeriggio è intervenuto anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il Ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha sottolineato:”Siamo di fronte a un grande salto tecnico e culturale che rischia di spiazzarci e non solo sotto il profilo della competitività”. Il piano sarà coordinato da una “cabina di regia. E la verifica sarà spietata”. La regia sarà gestita in un primo momento da Governo e imprese, poi successivamente entreranno anche le Regioni. Calanda ha proseguito dicendo che già nel 2017 “vogliamo mobilitare investimenti privati per 10 miliardi in più” e prevediamo nell’arco di piano (2017-2020) un “delta di 11,3 miliardi per ricerca e innovazione”. Il ministro ha poi spiegato che il piano nazionale Industria 4.0 è “costruito su incentivi fiscali orizzontali”. Verranno a meno, invece, gli incentivi a bando perché abbiamo “imparato che è il modo di non spendere”. Tra le misure prevista arrivano anche tempi più lunghi per il superammortamento e una diversa modulazione del credito di imposta per ricerca e innovazione che sarà incrementale, portando l’aliquota della spesa interna fino al 50%, con un credito massimo da 5 fino a 20 milioni di euro. (Fonte Repubblica).

Per un approfondimento su superammortamento e iperammortamento clicca qui.

Piano Nazionale Industria 4.0



Contenuti correlati

  • SKF, l’evoluzione dei moderni sistemi lineari vuole nuovi attuatori

    SKF ha presentato a Stoccarda alla fiera Motek 2017 una nuova serie di attuatori che rappresenta l’evoluzione dei moderni sistemi lineari. I moduli principali che definiscono l’attuatore sono l’unità lineare, il riduttore, l’adattatore motore, il motore elettrico...

  • Baumer: interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link disponibili

    Gli interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link e omologazione ATEX sono disponibili. Lo annuncia Baumer in una nota. L’interfaccia IO-Link permette all’utente di automatizzare la configurazione dei sensori. L’omologazione ATEX consente di utilizzare le barriere...

  • ‘Build your future’ a scuola con Adecco e Siemens

    Il progetto di Alternanza Scuola Lavoro ‘Build your Future’, frutto della collaborazione tra Siemens e Adecco, porterà in più di 30 scuole italiane percorsi di orientamento e formazione volti allo sviluppo di competenze tecniche e di soft...

  • Festo ha ospitato a Varignana alcune tra le esperienze I4.0 più riuscite

    Le esperienze tecnologiche, i casi applicativi e le prospettive in termini di nuovi business model che già si affacciano all’orizzonte con una portata decisamente rivoluzionaria. Il mondo dell’industria italiana, dai produttori di tecnologia agli OEM agli end...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Nel terzo trimestre crescita record delle tecnologie per il legno

    “Molto bene!”. Ecco come possiamo riassumere l’andamento delle tecnologie per la lavorazione del legno e l’industria del mobile alla luce dei risultati della tradizionale indagine congiunturale. I dati elaborati dall’Ufficio studi Acimall, l’associazione confindustriale che rappresenta le...

  • ABB e Università di Genova, premio alle tesi su Digitalizzazione e Smart Cities

    La digitalizzazione attraverso l’Internet of Things nell’industria della generazione di energia e Smart grids e smart cities. Questi i temi dei due Premi di Laurea intitolati alla memoria dell’ingegner GB Ferrari, istituiti da ABB presso l’Università degli...

  • A Sew-Eurodrive il premio Class “The best Industry 4.0 in Italy”

    Sew-Eurodrive è stata premiata al convegno “Motore Italia: come far decollare le PMI”, organizzato da Class Editori presso la Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte, a Milano con il diploma “The best Industry 4.0 in Italy”. Giunta alla terza...

  • Binomio Industria 4.0 e formazione: MecSpe rilancia la sfida

    La Legge di Bilancio 2018 si appresta a varare il secondo capitolo del Piano Industria 4.0. Oltre alla riconferma dei bonus per i super-ammortamenti dei macchinari, seppur più bassi (dal 140% al 130%), ma soprattutto dell’iper-ammortamento, mantenuto...

  • Tappa a Brescia per i laboratori Mecspe Fabbrica Digitale

    Il progetto “Laboratori Mecspe Fabbrica Digitale, la via italiana per l’industria 4.0” fa tappa oggi a Brescia, dove, grazie ai numerosi interventi e case aziendali, vengono raccolti dati e informazioni utili per capire il processo di trasformazione...

Scopri le novità scelte per te x