Smart building tassello fondamentale dell’ecosistema urbano

Pubblicato il 18 novembre 2019

In occasione dello Smart Building Expo, che si è svolto a Milano dal 13 al 15 novembre, Porsche Consulting, società di consulenza strategica parte dell’omonimo gruppo, evidenzia i passi da seguire per ripensare il proprio ruolo al di fuori di una visione settoriale e cogliere l’opportunità per trasformare gli smart-building nel tassello fondamentale delle future smart cities, offrendo servizi anche molto lontani da quelli che oggi propone il settore.

L’integrazione di hardware e software nella gestione degli edifici, ormai presente nella maggior parte delle nuove realizzazioni, permette già di interpretare i dati relativi agli ambienti e adattare gli spazi alle necessità del cliente. Ma, l’integrazione degli edifici in reti più ampie, il cloud computing e l’artificial intelligence danno vita a interessanti opportunità, nuovi “casi di utilizzo”, e abilitano innovativi modelli di business, molto più sofisticati di quelli tipici della gestione del real estate o del facility management tradizionale. Questo trend, oltre a cambiare offerta e modello di pricing, sta modificando radicalmente l’arena competitiva del settore.

L’utente passa dal possesso degli impianti, ad esempio il sistema di illuminazione, al puro pay-per-use attraverso investimenti tecnologici fatti dal service provider. La creazione di smart grid per edifici o gruppi di edifici, consente sia forti risparmi energetici, in particolare a seguito del bilanciamento della rete, sia la vendita dell’energia stessa, trasformando quindi un centro di costo in un centro di profitto.

L’arena competitiva si sta trasformando: mentre gli attuali operatori migrano la propria proposta di valore verso i servizi per attrarre nuovi clienti, il potenziale di crescita del settore della building automation spinge sia giganti tecnologici che start-up ad invadere i mercati con innovative soluzioni. Infatti, il mercato globale degli smart building si colloca al terzo posto per numero di applicazioni IoT e si stima che tra il 2018 e il 2025 registrerà una crescita annuale pari al 32, 3%.

Il potenziale è enorme, in quanto in futuro gli edifici saranno in grado di comunicare e scambiare dati con sistemi di traffico, reti elettriche e infrastrutture di smaltimento dei rifiuti, diventando elementi fondamentali delle “smart cities”.

In Italia ci sono interessanti esempi di soluzioni “smart”: a Milano Siemens ha realizzato nel proprio quartier generale un modello di generazione energetica distribuita che permetterà di massimizzare l’autoconsumo e ridurre il carico sulla rete nazionale grazie ad una gestione bilanciata ed accurata dei carichi elettrici e della produzione; si tratta di una microrete intelligente della capacità complessiva di oltre 1 megawatt (MW). Si tratta di un caso concreto di infrastruttura smart che integra tecnologie e building diversi, alimenta due edifici, uno smart building nuovo certificato Leed Gold e uno storico degli anni ’60 completamente rinnovato, coprendo un’area complessiva di circa 86 mila metri quadri e 1.800 persone.

«Per cogliere l’opportunità di questa trasformazione dell’arena competitiva», ha commentato Francesco Leoni, Associate Partner Porsche Consulting (in foto),«bisogna superare la visione settoriale e creare un chiaro modello di partnership per posizionarsi strategicamente in un ecosistema urbano che ingloba la mobilità, i servizi cittadini e i produttori di tecnologie, mettendo al centro l’utente degli spazi e la sua esperienza.»



Contenuti correlati

  • Soluzione di accesso remoto sicuro OT di Zscaler e Siemens

    Nell’attuale contesto ibrido che caratterizza sia l’ambito professionale che quello economico, è più forte che mai l’esigenza di un’automazione di fabbrica, di una maggiore produzione e di un personale agile per gli ambienti OT. Contemporaneamente, le fabbriche...

  • Proclamati i vincitori delle Olimpiadi dell’Automazione Siemens 2022

    Dopo mesi di appassionata ma sportiva “rivalità” tra le classi partecipanti, si sono concluse oggi le #olimpiadiautomazione Siemens 2022 e presso il DEX – Digital EXperience Center di Piacenza sono stati proclamati i vincitori della tredicesima edizione della competition...

  • Rush finale per scoprire i vincitori della 13esima edizione delle Olimpiadi dell’Automazione di Siemens

    Si è conclusa lo scorso 27 maggio la fase selettiva volta a individuare i migliori progetti candidati alle Olimpiadi dell’Automazione di Siemens. I vincitori della tredicesima edizione della competition riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione saranno annunciati martedì 7 giugno 2022...

  • SPS Italia Green Award: Siemens vince nella categoria “Miglior Tecnologia abilitante per la sostenibilità”

    In occasione della decima edizione di SPS Italia, sono stati premiati i migliori progetti presentati dalle aziende per l’Osservatorio 2022. Sostenibilità nell’industria. Conoscenza, uso e sviluppi futuri delle tecnologie green nel sistema industriale italiano. A pari merito...

  • Connettività per gli Industrial Edge Siemens

    Softing ha introdotto la nuova gamma di prodotti edgePlug per l’Industrial Edge di Siemens. Gli edgePlug sono Docker container basati su Linux che permettono l’accesso ai dati dei CNC Fanuc e Sinumerik 840D e li inviano agli...

  • OPC UA, TSN, 5G: i protocolli dell’industria di domani

    La spinta verso l’interoperabilità e la connettività estesa tra macchine ha portato al rafforzamento di nuovi standard di comunicazione. Tecnologie convergenti come OPC UA e TSN, unite alla diffusione iniziale delle reti 5G, determinano una nuova frontiera...

  • Olimpiadi dell’Automazione: la sfida si accende. Al via la fase selettiva

    Prosegue nel mese di maggio la sfida legata alle Olimpiadi dell’Automazione, il concorso ideato da Siemens e riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione all’interno del Programma Nazionale della Valorizzazione delle Eccellenze che permette a tanti giovanissimi di misurarsi con gli...

  • Automazione a elevato valore aggiunto

    Protagonisti della rivoluzione 4.0, PLC, PC industriali e rugged computer, resistenti a urti e condizioni estreme, continuano a fare quello che hanno sempre fatto, ma dotandosi di ulteriori funzionalità Leggi l’articolo

  • Insieme per le macchine di domani

    Il progetto sviluppato da Cama prevede l’integrazione di tutto il portfolio Siemens all’interno di un’unica piattaforma Tia Portal, con il supporto di applicativi specifici durante tutte le fasi di realizzazione Leggi l’articolo

  • Oil&Gas goes digital

    Un sistema messo a punto con i prodotti di Siemens impiega manipolatori completamente automatizzati per gestire l’intero processo di trivellazione senza intervento umano, rivoluzionando l’industria dell’Oil&Gas Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x