Vipa Italia presenta le CPU Slio

Ventiquattro configurazioni possibili per le CPU Slio di Vipa, basate sulla tecnologia Speed7 con Asic 7100 di Profichip

Dalla rivista:
Fieldbus & Networks

 
Pubblicato il 24 febbraio 2016

Le CPU Slio di Vipa, basate sulla tecnologia Speed7 con Asic 7100 di Profichip, hanno una memoria di lavoro espandibile dai 32 kb fino ai 512 kb, una velocità di elaborazione per operazioni a bit 20 ns (0,02 µs), per operazioni word 120 ns (0,012 µs), per operazioni a virgola fissa 10 ns (0,01 µs), per operazioni a virgola mobile 60 ns (0,06 µs).

Sono disponibili in due versioni hardware base che danno origine a 24 tipi di configurazioni possibili semplicemente acquistando un codice installato su SD card, con un enorme vantaggio nei costi di stoccaggio. Possono essere implementate in un momento successivo le funzioni di espansione memoria o le connessioni fieldbus. In pratica la CPU, che ha a bordo una flash interna per la ritenzione del programma e dei dati, può accogliere una SD Card per un ulteriore backup esterno, nella quale Vipa può caricare un particolare codice che amplia le caratteristiche della CPU come memoria o interfacce disponibili.

L’hardware delle CPU si inserisce nel bus di collegamento con le IO di Slio, che può sostenere fino a 64 moduli in linea alla eccezionale velocità di 48 Mbit/s, con una varietà molto ampia di moduli digitali, analogici e funzionali; inoltre, le CPU vengono fornite col modulo di alimentazione incorporato e removibile. La programmazione può avvenire via Simatic Manager o TIA Portal di Siemens o Speed7 Studio di Vipa; le CPU dispongono all’interno di una Web Interface che, oltre a mostrare le caratteristiche dell’oggetto, permette diagnosi e supporto.



Contenuti correlati

  • Gateway Modbus con configurazione automatica dell’instradamento

    Quando serve monitorare e controllare un gran numero di dispositivi Modbus, bisogna normalmente spendere molto tempo per la pianificazione della topologia di collegamento e la segmentazione della rete in vari sottogruppi di dispositivi. Ai tecnici viene anche richiesto...

  • Rilasciato l’OPC UA Companion Standard per Sercos

    OPC Foundation e Sercos International hanno reso noto che è disponibile la specifica di accompagnamento OPC UA per Sercos, che descrive la mappatura del modello dispositivo Sercos e dei profili dispositivo Sercos in OPC UA, in modo che le...

  • Vipa Italia presenta il nuovo catalogo prodotti

      Vipa Italia, azienda con sede a San Zeno Naviglio (BS) che produce e commercializza sistemi e componenti di automazione industriale, annuncia la nuova edizione 2017 del catalogo prodotti. Quest’ultimo contiene una panoramica completa delle soluzioni di...

  • SPS Italia 2017: intervista a Luigi Bernardelli, Yaskawa Vipa Controls

    Luigi Bernardelli, CEO di Vipa Italia, azienda facente parte del Gruppo Yaskawa, a SPS Italia 2017 presenta un nuovo PLC.

  • Sport: in 1.300 per la Simatic Run, la maratona dell’automazione di Siemens Italia

    Giunta ormai alla quarta edizione, la corsa amatoriale organizzata da Siemens Italia, in collaborazione con SPS IPC Drives Italia si conferma uno degli appuntamenti annuali più attesi dagli amanti dello sport outdoor e della podistica. Il nome...

  • FSoE Safety CPU fra le novità di KEB a SPS Italia 2017

    A breve partirà una nuova edizione della fiera per l’automazione SPS Italia, evento che è diventato una vetrina per le nuove tecnologie di cui il mondo dell’automazione potrà usufruire. Anche quest’anno KEB ha diverse novità da proporre: una tra...

  • SourgeForge: 50.000 download per Powerlink

    Ad oggi lo stack openPowerlink è stato scaricato da SourceForge ben 50.000 volte, il che dimostra la popolarità che lo standard Powerlink sta conquistando: “OpenPowerlink è unico nell’ambito dell’automazione in quanto protocollo open source e questo si vede dal numero...

  • Sercos International lancia il sito in cinese

    Sercos International, organizzazione che supporta e promuove il bus di automazione Sercos, ha lanciato il sito in cinese www.sercos.cn, per offrire informazioni dettagliate su questo bus di automazione, le sue funzionalità e i principi di base dell’architettura. Vengono...

  • Il futuro di Profinet in un’intervista a Giorgio Santandrea di PI Italia

    Industria 4.0 vuole dire ‘digitalizzazione’, ovvero la possibilità di connettere fra loro apparati e sistemi perché si scambino informazioni utili al business. In questo contesto, le reti Industrial Ethernet, Profinet in primis, rappresentano l’asse portante di Industria...

  • Ethercat: i punti chiave in un’intervista ad Alessandro Figini di ETG

    Connettività, interattività, in una parola integrazione dal campo alla produzione fino al management: dall’avvento di Industry 4.0 nel mondo manifatturiero non si sente parlare d’altro… Ethercat è oggi una delle reti di comunicazione Industrial Ethernet in grado di...

Scopri le novità scelte per te x