Verso l’evoluzione digitale con la Digital Enterprise di Siemens a SPS 2017

Già frontrunner nel mondo dell’automazione, Siemens guida anche la digitalizzazione dell’intera filiera industriale. Lo dimostrerà a SPS Italia 2017

Pubblicato il 22 maggio 2017

“Tutte le aziende, di qualsiasi dimensione, possono usufruire dei vantaggi della rivoluzione digitale. Siemens è alla guida di questa rivoluzione, non solo in qualità di frontrunner nel mondo dell’automazione ma anche grazie al suo know-how, le sue soluzioni e servizi software per il ​processo di digitalizzazione dell’intera filiera industriale, discreta e di processo” ha esordito così Giuliano Busetto, Digital Factory e Process Industries and Drives Country Divisions Lead di Siemens Italia, sintetizzando ciò che Siemens si propone di mostrare ai visitatori durante le prossima fiera SPS IPC Drives Italia 2017.

“Il portfolio completo e integrato di prodotti, soluzioni, servizi e competenze, che compone la Digital Enterprise, garantisce l’incontro e il collegamento della produzione reale con quella virtuale attraverso la creazione di una copia digitale perfetta, il digital twin, che duplica e simula le proprietà, le caratteristiche e le performance di un prodotto fisico, di una linea di prodotti, di un processo produttivo e dell’intera fabbrica, da potere condividere tra i vari attori della produzione manifatturiera. Virtualizzare la fabbrica significa poter pianificare, osservare, valutare e intervenire sui processi/prodotti prima ancora che la fabbrica stessa si metta in movimento. Ma per fare questo ci vogliono sinergie. Si tratta di un circolo virtuoso che si pone l’obiettivo di favorire il miglioramento delle performance, intese in termini di efficienza dei processi produttivi, flessibilità e accelerazione del time-to-market” prosegue Busetto.

Oggi la Digital Enterprise si espande sempre più, integrandosi nel sistema operativo aperto per l’Internet of Things basato su cloud, MindSphere. “L’intento è connettere, aggregare e analizzare le informazioni provenienti dai diversi asset industriali, macchine e impianti automatizzati, anche dislocati in diversi siti, in modo da prendere decisioni a fronte di analisi predittive e identificare potenziali problematiche in una fase molto precoce, a tutti i livelli e su qualsiasi aspetto dell’azienda” dichiara Busetto. MindSphere inoltre fornisce un’ampia gamma di applicazioni per differenti scopi e impieghi (MindApps) in grado di facilitare i nuovi servizi digitali che, sulla base dell’uso efficiente dei dati raccolti, generano un vantaggio competitivo che si traduce per esempio in disponibilità garantita delle macchine, utilizzo ottimizzato delle risorse e incremento della produttività.

Ed è proprio per esemplificare questo approccio, che Siemens ospiterà nel proprio stand a SPS IPC Drives Italia 2017 un esempio concreto di macchina automatica di Easysnap Technology (leggi l’articolo inerente al caso applicativo su Automazione Oggi – maggio 2017), che già rispetta i dettami dell’Industria 4.0. Un’applicazione innovativa, in termini di performance e flessibilità realizzata seguendo un workflow altrettanto innovativo: un percorso 4.0 completo che comincia dalla realizzazione di un gemello virtuale che permette una prototipazione e conseguente simulazione virtuale ancor prima che inizi la produzione reale. Passando dalle fasi di ingegnerizzazione e produzione, dal mondo dell’automazione al mondo elettromeccanico, dal condition monitoring fino all’analisi e valorizzazione di tutti i dati e le informazioni di produzione all’interno di MindSphere.
Non solo dal mondo degli OEM ma anche dalle piccole e medie imprese e dalle grandi realtà industriali provengono gli esempi concreti che Siemens porterà a SPS IPC Drives Italia 2017, dimostrando ancora una volta il proprio know-how e il proprio ruolo di fornitore di soluzioni a 360 gradi, in grado di coprire tutti gli stadi della catena del valore e di soddisfare le esigenze dell’industria manifatturiera e di processo, sostenendo lo sviluppo di nuovi modelli di business e assicurando ai propri clienti un successo competitivo.



Contenuti correlati

  • Dispositivo di interfaccia funzionante CC-Link IE/Profinet

    Alla recente SPS/IPC/Drives sono stati mostrati i primi risultati della collaborazione tra CC-Link Partner Association (CLPA) e Profinet & Profibus International (PI): CLPA ha presentato il primo dispositivo di interfaccia funzionante utilizzato per implementare la specifica di...

  • SKF, l’evoluzione dei moderni sistemi lineari vuole nuovi attuatori

    SKF ha presentato a Stoccarda alla fiera Motek 2017 una nuova serie di attuatori che rappresenta l’evoluzione dei moderni sistemi lineari. I moduli principali che definiscono l’attuatore sono l’unità lineare, il riduttore, l’adattatore motore, il motore elettrico...

  • Baumer: interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link disponibili

    Gli interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link e omologazione ATEX sono disponibili. Lo annuncia Baumer in una nota. L’interfaccia IO-Link permette all’utente di automatizzare la configurazione dei sensori. L’omologazione ATEX consente di utilizzare le barriere...

  • ‘Build your future’ a scuola con Adecco e Siemens

    Il progetto di Alternanza Scuola Lavoro ‘Build your Future’, frutto della collaborazione tra Siemens e Adecco, porterà in più di 30 scuole italiane percorsi di orientamento e formazione volti allo sviluppo di competenze tecniche e di soft...

  • Automation Fair 2017: la Cyber Security

    In occasione di Automation Fair 2017 abbiamo intervistato Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager di Rockwell Automation, sul tema della cyber security.  Parlando infatti di Connected Enterprise, Connected Production, Connected Services, non poteva mancare un focus particolare...

  • Festo ha ospitato a Varignana alcune tra le esperienze I4.0 più riuscite

    Le esperienze tecnologiche, i casi applicativi e le prospettive in termini di nuovi business model che già si affacciano all’orizzonte con una portata decisamente rivoluzionaria. Il mondo dell’industria italiana, dai produttori di tecnologia agli OEM agli end...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Nel terzo trimestre crescita record delle tecnologie per il legno

    “Molto bene!”. Ecco come possiamo riassumere l’andamento delle tecnologie per la lavorazione del legno e l’industria del mobile alla luce dei risultati della tradizionale indagine congiunturale. I dati elaborati dall’Ufficio studi Acimall, l’associazione confindustriale che rappresenta le...

  • ABB e Università di Genova, premio alle tesi su Digitalizzazione e Smart Cities

    La digitalizzazione attraverso l’Internet of Things nell’industria della generazione di energia e Smart grids e smart cities. Questi i temi dei due Premi di Laurea intitolati alla memoria dell’ingegner GB Ferrari, istituiti da ABB presso l’Università degli...

  • A Sew-Eurodrive il premio Class “The best Industry 4.0 in Italy”

    Sew-Eurodrive è stata premiata al convegno “Motore Italia: come far decollare le PMI”, organizzato da Class Editori presso la Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte, a Milano con il diploma “The best Industry 4.0 in Italy”. Giunta alla terza...

Scopri le novità scelte per te x