Una rivoluzione chiamata BIM (Building Information Modeling)

In Italia sarà obbligatoria dal 2019: è la prima piattaforma in grado di ottimizzare i processi di costruzione attraverso rappresentazioni virtuali

Pubblicato il 22 novembre 2017

Accelerazione dei processi di progettazione, ottimizzazione delle fasi di gestione, taglio dei costi e delle tempistiche di realizzazione, creazione di nuove figure professionali: il Building Information Modeling (BIM) si prepara a rivoluzionare il settore delle costruzioni. Sarà obbligatorio in Italia a partire dal 2019 ma in Europa è già stato adottato nel Regno Unito, Germania e Francia. Chi non si adegua ai nuovi standard rischia di essere tagliato fuori dal mercato.

Questi sono alcuni dei risultati dello studio di Roland Berger “Turning point for the Construction Industry – The disruptive impact of Building Information Modeling (BIM)” (Roland_Berger_Building_Information_Modeling_2017) basato su un sondaggio
realizzato su scala europea intervistando i principali protagonisti del mercato edile.

BIM ai raggi X
Ma che cos’è il BIM? Building Information Modeling (BIM) è una piattaforma in grado di raccogliere tutti i dati relativi a un edificio e di riprodurne una rappresentazione digitale completa. Consentendo a tutti coloro che partecipano alla sua costruzione di compiere un viaggio virtuale nella struttura già in fase di pianificazione e progettazione. Con il vantaggio di potere apportare modifiche o correggere eventuali errori in tempo reale. Inoltre, il BIM permette alle imprese coinvolte di ottimizzare le decisioni sui materiali necessari per la realizzazione del progetto stesso e in definitiva di ridurre gli sprechi.

Cosa dice la Legge?
In Italia sarà obbligatorio dal 2019 ma solo per i progetti dal valore superiore ai 100 milioni di euro. Tale soglia verrà progressivamente abbassata con l’obiettivo di arrivare entro il 2022 a una copertura totale per quel che concerne i nuovi edifici. Tradizionalmente, l’approvazione dei piani di costruzione, il calcolo dei costi e il coordinamento dei lavori vengono pianificati in diverse fasi della progettazione. Con il BIM, invece, tutto questo viene combinato in un’unica piattaforma, accelerando i processi di coordinamento e ottimizzando i tempi e costi di realizzazione.

Boom del mercato
I vantaggi della nuova tecnologia si riflettono anche nei numeri: come riportato dal Transparency Market Research il mercato delle applicazioni BIM quadruplicherà tra il 2014 e il 2022 passando da 2,7 a circa 11,5 miliardi di dollari a livello mondiale. L’evoluzione del processo di digitalizzazione costringerà i player del settore a rivedere e rinnovare i propri modelli di business. Il BIM, infatti, darà agli architetti e ai progettisti, la capacità di decidere quali fornitori di servizi e quali materiali utilizzare. Le scelte sui materiali e sui prodotti cominceranno molto prima, già nel processo di costruzione, e questo avrà un impatto anche sui fornitori stessi di materiali che vedranno ridursi la loro influenza decisionale.



Contenuti correlati

  • JEC World 2018, le soluzioni Altair per la progettazione guidata dalla simulazione

    Altair presenzia all’edizione annuale del JEC World, la più importante fiera internazionale per il settore dei materiali compositi, in programma dal 6 all’8 marzo a Parigi, con la sua gamma completa di tecnologie e tutto il suo...

  • Progettare con il BIM: ecco come nasce Fico Eataly World

    Politecnica, fra le maggiori società di progettazione integrata a capitale italiano, ha svolto la progettazione esecutiva delle opere civili, strutturali e impiantistiche di Fico (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World, il più grande parco agroalimentare al mondo dedicato...

  • Tyco Integrated Fire & Security è ora Johnson Controls

    Dopo il successo della fusione di Johnson Controls e Tyco, le due aziende sono ora sotto il marchio Johnson Controls, che unisce prodotti e tecnologie per l’edilizia, sistemi di sicurezza e protezione antincendio integrati, accumulo dell’energia e...

  • Beckhoff Technology Day 2018: tre giornate di formazione tecnica

    Il 6, 7 e 8 marzo si terranno tre giornate di formazione tecnica a Milano, Treviso e Bologna, durante le quali end user, OEM e system integrator potranno toccare con mano le ultime interessanti novità di Beckhoff....

  • HiveDrive destinato al mondo BIM

    SilentWave è un’azienda italiana che opera nel settore ICT, nasce dall’esigenza di possedere la libertà di generare nuove idee e soluzioni tecnologiche finalizzate all’ottimizzazione dei processi aziendali. In quest’ottica l’azienda lancia il software HiveDrive, destinato al mondo...

  • Africa: la nuova frontiera da esplorare secondo i dati Anie

    L’industria delle tecnologie italiane continua a guardare alla internazionalizzazione come leva strategica di sviluppo e si affaccia all’Africa, area emergente dalle interessanti opportunità per le imprese italiane: è quanto emerso all’‘Open Day’ di Anie Confindustria, il tradizionale...

  • Trace Software presenta elec calc BIM, la rivoluzione digitale nell’edilizia

    Trace Software International, azienda attiva nella creazione di soluzioni software per la progettazione di impianti elettrici e di automazione, presenta elec calc BIM. Quando si parla di Building Information Modelling (BIM) non si parla di una tendenza, ma di...

  • Esri e Autodesk semplificano la pianificazione e progettazione di infrastrutture

    Esri e Autodesk hanno avviato una partnership tecnologica volta a creare un “ponte” tra le rispettive tecnologie di punta: il GIS (Geographic Information System) per Esri e BIM (Building Information Model) per Autodesk. Le due aziende intendono...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Auto elettriche: vendite in aumento secondo Avvenia

    Perderanno valore petrolio, platino e palladio, si rivaluteranno invece cobalto e litio: a metterlo in evidenza, analizzando l’andamento del mercato delle auto elettriche, è Avvenia, uno dei maggiori player italiani nell’ambito dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale....

Scopri le novità scelte per te x