Roadshow 2016: l’importanza dell’export per le imprese italiane

Pubblicato il 14 dicembre 2016

Si è tenuta a Udine la 43°tappa del Roadshow 2016, iniziativa che vede insieme tutti i soggetti – pubblici e privati – del Sistema Italia, impegnati in un’azione congiunta di medio termine sul territorio nazionale, con la finalità di accompagnare le aziende sui temi dell’internazionalizzazione, per sostenere quelle realtà che intendono cogliere opportunità di sviluppo e crescita sui mercati esteri. Il confronto sugli strumenti per esplorare i mercati stranieri ha riscosso ancora una volta molto successo e conferma la forte convergenza sui temi dell’internazionalizzazione da parte del sistema produttivo.

La giornata di lavori è stata aperta da Michele Bortolussi – Vice Presidente Vicario Confindustria Udine e Lucio Chiarelli – Vice Direttore Centrale Attività Produttive – Regione Friuli Venezia Giulia.
Bortolussi ha così commentato: “Il numero medio di mercati esteri per esportatore è cresciuto ulteriormente nel 2015, raggiungendo un nuovo massimo (5,85). L’aumento del grado di apertura esterna dell’economia italiana emerge altresì dalla crescita della quota di imprese esportatrici sul totale delle imprese attive, passata dal 4,2 al 4,5 per cento tra il 2008 e il 2013, anche se nel 2014 tale quota è rimasta invariata. Sono questi elementi di positività che ci portano a ritenere che le nostre aziende, ambasciatrici nel mondo del nostro know how e del Made in Italy, debbano essere riconosciute e supportate nella propria attività e nella crescita dimensionale. Anche il Piano straordinario per il Made in Italy e l’attrazione degli investimenti, già partito nel 2015, è una leva per espandere la presenza delle nostre aziende in sempre più mercati esteri, cercare di facilitare l’aumento delle imprese che abitualmente esportano nel mondo e nel contempo aumentare la nostra attrattività come sistema paese amico delle aziende che vogliono qui investire.”

La sessione tecnica ha avuto inizio con la consueta panoramica sugli scenari internazionali, a cura di Claudio Colacurcio – Prometeia Specialist.

Veronica Ferrucci – Vicario Ufficio Internazionalizzazione delle imprese del Ministero degli Affari Esteri e della C.I. ha introdotto e moderato gli interventi tecnici di ICE-Sace-Simest dedicati alla presentazione degli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione.
“E’ un dato di fatto che aprirsi ai mercati internazionali è oggi più che mai una scelta determinante, per crescere e conquistare posizioni sempre più competitive” – ha dichiarato Veronica Ferrucci. “Un percorso che va affrontato guardando alla complessità – e talvolta all’imprevedibilità – degli scenari geopolitici ed economici attuali, ma anche avendo ben presenti le opportunità che i mercati internazionali offrono; la Farnesina mette a disposizione del Paese le capacità e le professionalità per leggere questi scenari così complessi, grazie soprattutto alla rete “intelligente” di Ambasciate e Consolati diffusi in tutto il mondo, in grado di affiancare e supportare le aziende in tutte le fasi del percorso di internazionalizzazione: dall’individuazione di opportunità commerciali fino alla realizzazione di investimenti produttivi all’estero” ha poi concluso.

Antonino Laspina – Direttore Ufficio di Coordinamento Marketing ICE-Agenzia ha dichiarato: “Quella di Udine è stata la 43esima tappa del Roadshow per l’internazionalizzazione, voluto dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale. La tappa di Udine, organizzata ancora una volta in collaborazione con organismi territoriali e di rappresentanza delle imprese, ha visto Confindustria e Federlegno Arredo nel ruolo di partner prioritari. Questa tappa ha reso possibile per agenzie come ICE, SACE e SIMEST comunicare in maniera più diretta con le imprese, fornendo loro aggiornamenti sugli strumenti che il governo mette a disposizione per l’internazionalizzazione; in particolare la sessione pomeridiana ha consentito a oltre 90 imprese di avere incontri individuali che porteranno, in futuro, alla possibilità di usufruire di pacchetti formativi e di servizi da parte degli uffici ICE all’estero.”

Sono quindi seguiti gli interventi di Alberto Turchetto – Responsabile Friuli Venezia Giulia SACE e di Carlo De Simone – Area Manager Marketing e Business Development SIMEST. Rodolfo Martina – Coordinatore Agenzia Investimenti – Regione Friuli Venezia Giulia e Mauro Del Savio – Presidente Finest hanno illustrato gli strumenti regionali di supporto all’internazionalizzazione, ribadendo l’importanza di fare squadra e di coordinarsi fra i vari partner istituzionali per accompagnare le aziende, partendo già dal territorio fino ad iniziative a livello nazionale. La testimonianza aziendale di successo è stata offerta da Roberto Mirabella – Direttore Commerciale e Marketing – Calligaris SpA, azienda artigianale nata nel 1923, oggi diffusa e apprezzata in tutto il mondo, che è stata capace di rinnovarsi e rispondere alle nuove esigenze dell’abitare contemporaneo.

Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all’ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia.



Contenuti correlati

  • ‘Export 4.0’: fondo regionale per le aziende lombarde

    È stato messo a disposizione, nell’ambito del bando “Export 4.0”, un fondo regionale di cui potranno beneficiare le imprese lombarde che intendono sviluppare la propria posizione sui mercati esteri attraverso l’accesso a piattaforme e-commerce e la partecipazione...

  • Al via il Smart Connected Assembly Roadshow

    È partito ieri da Torino lo Smart Connected Assembly Roadshow. Per Atlas Copco è l’occasione per mostrare le sue più innovative soluzioni di assemblaggio sviluppate in partnership con i più grandi OEM. Un’occasione da non perdere per...

  • Africa: la nuova frontiera da esplorare secondo i dati Anie

    L’industria delle tecnologie italiane continua a guardare alla internazionalizzazione come leva strategica di sviluppo e si affaccia all’Africa, area emergente dalle interessanti opportunità per le imprese italiane: è quanto emerso all’‘Open Day’ di Anie Confindustria, il tradizionale...

  • Export: 150 imprenditori a confronto a Firenze nell’appuntamento col Roadshow ICE

    Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” ha fatto tappa a Firenze, alla Fortezza da Basso. Oltre 150 imprenditori hanno preso parte all’appuntamento per scoprire le opportunità dell’export. “Quella di Firenze è stata la 53esima tappa...

  • Industria 4.0, Ansaldo Energia apre un bando per i progetti innovativi di startup e PMI

    Ansaldo Energia è stata selezionata dal Cluster Fabbrica Intelligente per conto del Ministero dello Sviluppo Economico come uno dei primi quattro “Lighthouse Plant”, completamente basato su tecnologie digitali nell’ambito del programma Impresa 4.0. Per realizzare questo obiettivo,...

  • PMI, appuntamento con export e mercati esteri il 18 ottobre a Verona

    Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” si prepara alla tappa di Verona. L’appuntamento per scoprire le opportunità dell’export è per il 18 ottobre dalle 9 alle 17 nel Centro Congressi...

  • Terni ospita il roadshow ICE

    Il prossimo 20 settembre sarà Terni a ospitare la tappa del roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri”: le istituzioni e le organizzazioni imprenditoriali tornano a incontrare le aziende per confrontarsi su...

  • Tecnest: 30 anni di innovazione al servizio del manifatturiero

    Tecnest, azienda di Udine nota nel campo delle soluzioni di supply chain e gestione della produzione, da poco ha festeggiato i 30 anni di fondazione. Era il 17 luglio del 1987: alle 19.30 quattro giovani ingegneri si...

  • Roadshow ICE, a Torino tappa strategica

    Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” ha fatto tappa a Torino, che si conferma territorio di grande rilevanza per le esportazioni italiane. Dinamicità, propensione all’internazionalizzazione, prodotti di grande qualità e...

  • Acimall: il 2016 sorride alle tecnologie del legno

    Le tecnologie del legno portano un’atmosfera positiva. Secondo i dati definitivi 2016 elaborati dall’Ufficio studi di Acimall, l’associazione dei costruttori italiani, relativi allo scorso anno confermano sia le previsioni sia l’atmosfera. Infatti, la produzione si è attestata...

Scopri le novità scelte per te x