Risparmio energetico con i monitor integrati per interruttori e sensori Texas Instruments

Pubblicato il 20 ottobre 2017

Texas Instruments ha presentato due dispositivi MSDI (Multi-Switch Detection Interface) che consumano fino al 98 percento in meno di energia del sistema rispetto a soluzioni discrete convenzionali. TIC12400 e TIC12400-Q1 sono i primi monitor per interruttori e sensori che si interfacciano direttamente con interruttori codificati con resistenza.

I costruttori, in particolare le case automobilistiche, si trovano a dover integrare sempre più funzionalità, ma risparmiando energia e spazio. TIC12400 e TIC12400-Q1 possono rendere più facile affrontare questa sfida attraverso il monitoraggio nativo degli ingressi e la decodifica del percorso di resistori per un massimo di 54 interruttori in un unico dispositivo, sgravando il processore dall’attività di decodifica del segnale. Inoltre, attraverso il monitoraggio diretto e mettendo a disposizione strumenti diagnostici integrati per 24 ingressi di canali, l’architettura della sequenza di interrogazione dei dispositivi riduce il tempo attivo del microcontroller del sistema, abbattendo sensibilmente il consumo di energia del sistema per applicazioni tra cui l’elettronica della carrozzeria in ambito automobilistico e le attrezzature di automazione industriale e degli edifici.

Energia del sistema ridotta del 98 percento: i progettisti possono ridurre il consumo di energia del sistema da milliamp a microamp in applicazioni che richiedono un’elevata efficienza. Il monitoraggio sul dispositivo consente al microcontroller di entrare in modalità sleep a basso consumo energetico e utilizzare meno energia durante le attività, che costituisce un aspetto fondamentale per applicazioni come lo Start/Stop nell’automotive o quando un veicolo rimane parcheggiato per periodi di tempo prolungati.

Riduzione della complessità con un ingombro ridotto del 60 percento: eliminando fino a 120 componenti discreti, il TIC12400-Q1 è dotato di una modalità di condivisione degli ingressi e a matrice per agevolare il monitoraggio di 54 interruttori e sensori. Questo dispositivo a elevata integrazione comprende inoltre correnti minime regolabili per evitare l’ossidazione, controlli di temporizzazione, soglie e circuiti ridondanti integrati per protezione, i quali aumentano l’affidabilità a livello di sistema riducendo i potenziali punti di guasto.

Protezione affidabile e solida del sistema con layout semplificato della scheda: la protezione integrata contro le scariche elettrostatiche (ESD) e le caratteristiche di autodiagnostica riducono i componenti di protezione esterni. I nuovi dispositivi sono conformi ai requisiti di protezione ESD per ±8 kV dell’Organizzazione Internazionale per la Normazione (ISO 10605), in modo da evitare che i potenziali eventi di guasto danneggino i circuiti interni. Questi dispositivi, interamente configurabili, sono in grado di monitorare e proteggere 24 ingressi in modo indipendente, dando al microcontroller host maggiori possibilità per svolgere altre funzioni.

I progettisti di moduli di controllo carrozzeria in campo automotive possono ridurre i costi del sistema e il peso del veicolo sfruttando questo nuovo dispositivo per creare un’architettura più intelligente e centralizzata, diminuendo il numero e il peso complessivo dei fili che entrano nel cablaggio. Scoprite come il TIC12400-Q1 è in grado di decodificare gli ingressi di interruttori ad alta tensione con il Progetto di riferimento per interfaccia multi-switch automotive.



Contenuti correlati

  • Industry 4.0 in totale sicurezza

    Il vasto catalogo di prodotti Sick questo permette all’azienda di rispondere con esattezza a qualsiasi esigenza di automazione industriale. In occasione di A&T 2018 verranno presentate le ultime soluzioni dedicate, in particolare, ai settori dell’automotive e della...

  • Sistemi Danfoss nel nuovo stabilimento logistico di Lidl in Spagna

    La catena di supermercati Lidl ha recentemente aperto un nuovo stabilimento logistico nella città di Alcalá de Henares (Madrid), il decimo in Spagna e il più grande della società in Europa. Presso il sito lavoreranno inizialmente 100...

  • Simulazione ottica per veicoli autonomi, Ansys acquisisce Optis

    Ansys ha siglato un accordo definitivo per acquisire Optis, fornitore di software per simulazioni scientifiche di luce, visione umana e visualizzazione basata sulla fisica. L’acquisizione di Optis amplierà il portfolio di prodotti multiphysics di Ansys nel sempre...

  • Kia Motors raggiunge tassi di lettura del 99% con i lettori Cognex

    Cognex ha fornito a Kia Motors la propria soluzione DataMan per raggiungere il target di lettura richiesto dei codici DPM (Direkt Part Mark) allo spostamento delle linee di produzione di componenti dei motori. La coreana Kia Motors...

  • CPM supporta la produzione 4.0 delle auto del futuro

    L’auto del futuro si guiderà da sola, sarà ecologica e silenziosa ma soprattutto sarà costruita con tecnologia italiana: merito della torinese CPM che, forte di una solida esperienza nella realizzazione di impianti per veicoli tradizionali, è ormai un...

  • Gli UPS Masterys di Socomec sono sempre più smart

    Il più recente sviluppo della continua innovazione Socomec combina la collaudata e comprovata tecnologia degli UPS Masterys con le tecnologie “smart” per offrire prestazioni ineguagliabili in termini di affidabilità e livello di servizio. Equipaggiato per le “Smart...

  • Simulazione di nuova generazione con Ansys 19

    La simulazione di prossima generazione a marchio Ansys semplifica i flussi di lavoro e garantisce risultati accurati, consentendo agli utenti di offrire prodotti rivoluzionari e riducendo al tempo stesso costi e time to market. Ansys 19 permette...

  • Exoskeleton Suits: uomo e macchina diventano un unicum in Ford

    Le componenti robotiche indossabili offrono agli utenti la possibilità di sollevare e manovrare più facilmente oggetti pesanti. E ora, per la prima volta, sono stati integrati in una catena di montaggio di veicoli in movimento. Gli exoskeleton suits,...

  • Automotive, soluzioni Molex per la saldatura a punti

    Custom Combo Blade and Pin Headers di Molex eliminano la necessità di attrezzature per l’inserzione dei pin e la saldatura a punti, con conseguente realizzazione di un’interfaccia coi pin più flessibile e robusta. “Dal momento che i...

  • CLPA supporta lo sviluppo di soluzioni con CC-Link IE

    CC-Link Partner Association (CLPA) mostrerà lo sviluppo delle soluzioni con CC-Link IE alla fiera SPS/IPC/Drives di quest’anno. CLPA offre una gamma completa di opzioni per i produttori di dispositivi che desiderino entrare a far parte degli utilizzatori...

Scopri le novità scelte per te x