Nasce il Comitato Anie Digitale

Costituito nell’ambito di Federazione Anie, sarà guidato da Agostino Santoni - Cisco Italia - e ha l’obiettivo di supportare le aziende nel percorso verso la digitalizzazione.

Pubblicato il 16 giugno 2017

La trasformazione digitale è una sfida per tutte le imprese, indipendentemente dal settore e dalla dimensione. Significa semplificazione, efficienza operativa, riduzione dei costi, competitività, crescita.

Consapevole di quanto sia fondamentale dare una risposta adeguata del mercato alla digital trasformation, Federazione Anie, che rappresenta in Confindustria le imprese altamente tecnologiche dell’elettrotecnica e dell’elettronica e i general contractor, ha costituito il Comitato Anie Digitale.

“La digitalizzazione non è una opzione – ha spiegato il presidente Anie Giuliano Busetto – ma una direzione strategica verso cui si muove il mondo, che ha già cambiato in modo radicale il comportamento degli utenti. Il fenomeno della convergenza tra automazione, meccanica, energia e ICT introduce il tema della digitalizzazione in molti settori applicativi di grande interesse anche per le imprese associate Anie. Dal 2009, anno dell’esplosione in Italia del fenomeno smart grid, si è verificata un’espansione capillare del concetto di digitalizzazione applicato anche alle città (smart city, smart building) e dal 2011 all’industria con il paradigma Industrie 4.0”.

Anie Digitale sarà coordinata da Agostino Santoni, CEO di Cisco Italia, manager con grande competenza nelle tematiche legate all’ICT e alla digitalizzazione.

Il comitato si articola trasversalmente alle 14 associazioni di Federazione Anie e avrà quattro working groups corrispondenti ai mercati finali delle tecnologie Anie: building, energia, industria e infrastrutture, a loro volta guidati da esperti provenienti dalle aziende associate.

“Anie Digitale analizzerà in profondità le implicazioni della digitalizzazione nei nostri settori, grazie alla competenza dei migliori esperti delle aziende associate e il know how degli esperti Anie. Sarà luogo di dialogo in cui favorire il confronto – ha spiegato ancora Busetto – Il momento che stiamo vivendo è intenso ed effervescente e richiede visione e prospettiva. Dobbiamo interrogarci con lungimiranza e decidere oggi quale vogliamo che sia il futuro della digitalizzazione in Italia”.

 

Nella foto: Giuliano Busetto, presidente Anie



Contenuti correlati

  • SKF, l’evoluzione dei moderni sistemi lineari vuole nuovi attuatori

    SKF ha presentato a Stoccarda alla fiera Motek 2017 una nuova serie di attuatori che rappresenta l’evoluzione dei moderni sistemi lineari. I moduli principali che definiscono l’attuatore sono l’unità lineare, il riduttore, l’adattatore motore, il motore elettrico...

  • Baumer: interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link disponibili

    Gli interruttori di livello LBFH e LBFI con IO-Link e omologazione ATEX sono disponibili. Lo annuncia Baumer in una nota. L’interfaccia IO-Link permette all’utente di automatizzare la configurazione dei sensori. L’omologazione ATEX consente di utilizzare le barriere...

  • ‘Build your future’ a scuola con Adecco e Siemens

    Il progetto di Alternanza Scuola Lavoro ‘Build your Future’, frutto della collaborazione tra Siemens e Adecco, porterà in più di 30 scuole italiane percorsi di orientamento e formazione volti allo sviluppo di competenze tecniche e di soft...

  • Automation Fair 2017: la Cyber Security

    In occasione di Automation Fair 2017 abbiamo intervistato Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager di Rockwell Automation, sul tema della cyber security.  Parlando infatti di Connected Enterprise, Connected Production, Connected Services, non poteva mancare un focus particolare...

  • Festo ha ospitato a Varignana alcune tra le esperienze I4.0 più riuscite

    Le esperienze tecnologiche, i casi applicativi e le prospettive in termini di nuovi business model che già si affacciano all’orizzonte con una portata decisamente rivoluzionaria. Il mondo dell’industria italiana, dai produttori di tecnologia agli OEM agli end...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Nel terzo trimestre crescita record delle tecnologie per il legno

    “Molto bene!”. Ecco come possiamo riassumere l’andamento delle tecnologie per la lavorazione del legno e l’industria del mobile alla luce dei risultati della tradizionale indagine congiunturale. I dati elaborati dall’Ufficio studi Acimall, l’associazione confindustriale che rappresenta le...

  • Come nasce una smart city? Italian Innovation Day 2017 fa tappa a Trento

    Da Trento a Barcellona, da New York a Parigi, le città cambiano e diventano più intelligenti grazie alla tecnologia. Ma quali caratteristiche fanno sì che una città si trasformi davvero in una “smart city”? E in che...

  • ABB e Università di Genova, premio alle tesi su Digitalizzazione e Smart Cities

    La digitalizzazione attraverso l’Internet of Things nell’industria della generazione di energia e Smart grids e smart cities. Questi i temi dei due Premi di Laurea intitolati alla memoria dell’ingegner GB Ferrari, istituiti da ABB presso l’Università degli...

  • A Sew-Eurodrive il premio Class “The best Industry 4.0 in Italy”

    Sew-Eurodrive è stata premiata al convegno “Motore Italia: come far decollare le PMI”, organizzato da Class Editori presso la Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte, a Milano con il diploma “The best Industry 4.0 in Italy”. Giunta alla terza...

Scopri le novità scelte per te x