Milano, Fondazione Catella: prova generale per SPS/IPC/Drives Italia

Ben 13 aziende del mondo dell’automazione industriale, partecipanti a SPS/IPC/Drives Italia, insieme ad accademici e utenti (Bmw, Parmalat, TrataPak), si sono riuniti ieri per parlare di “Produzione sostenibile: un imperativo e un’opportunità”

Pubblicato il 20 ottobre 2010
fieraparmalatoconlogo.jpg

“Produzione sostenibile: un imperativo e un’opportunità per l’automazione”: questo il titolo del convegno organizzato a Milano, nella storica cornice della Fondazione Riccardo Catella, da Messe Frankfurt Italia per “dare un segno di ciò che sarà SPS/IPC/Drives a Parma, anticipando uno dei temi di maggior spicco, quello della produzione sostenibile”. Questo il motivo di fondo dell’iniziativa, insieme alla volontà di “saggiare gli umori del mercato” a detta di Donald Wich, amministratore delegato di Messe Frankfurt Italia. Sì, perché quella della sostenibilità sarà una delle tematiche portanti dell’evento tricolore, così come è centrale per l’attuale mondo dell’industria: “Sostenibilità ed efficienza energetica sono oggi parole chiave, tutti ne parlano” ha dichiarato in apertura dei lavori Johann Thoma, managing director di Mesago Messe Frankfurt, la stessa organizzazione che si sta occupando della ‘fiera madre’, cui si ispira il neonato evento italiano, ossia SPS/IPC/Drives di Norimberga (in calendario dal 23 al 25 novembre).

Ha proseguito quindi Thoma: “Oltre che un’opportunità per le aziende, guardare all’efficienza e a produzioni sostenibili costituisce una sfida in cui l’automazione ha una funzione preponderante”. In questo panorama la fiera occupa un ruolo chiave quale luogo d’incontro fra fornitori di automazione e, in genere, di tecnologie in grado di favorire efficienza e sostenibilità, e utenti finali, ossia i produttori di beni e servizi, alla ricerca di soluzioni concrete a problemi reali e sistemi ad hoc, la cui promozione costituisce uno degli obiettivi primari dell’evento parmense. “La fiera si propone nell’attuale contesto come punto di ritrovo per tutti gli attori del mercato, dagli end user alle Università, dai tecnici agli istituti di ricerca” ha concluso Thoma.

Intanto segnali positivi per quanto concerne la ripresa del mercato vengono dai numeri di Norimberga che, con circa 1.300 espositori iscritti, ha quasi raggiunto la cifra record totalizzata nel 2008. “Dopo un 2009 drammatico per l’intero settore, a seguito oltretutto di un 2008 più che brillante, durante il quale i protagonisti dell’automazione avevano vissuto un vero ‘boom’ economico, oggi le imprese cominciano a vedere segni di ripresa, tanto da aver recuperato circa la metà del gap” ha illustrato Giuliano Busetto, presidente di AssoAutomazione. “L’importanza della sostenibilità e dell’efficienza energetica per l’utenza non può che giovare al comparto dell’automazione, in quanto fornitore delle tecnologie e dei sistemi, che consentono il raggiungimento di tali traguardi. Non esistono sostenibilità ed efficienza senza innovazione e l’innovazione viene con l’automazione” ha sottolineato Busetto. E non si deve pensare solo a soluzioni legate al tema del ‘green’: nessun ambito produttivo e sociale è escluso dal discorso sulla sostenibilità: “L’automazione ha un ruolo chiave, per esempio, se si vogliono rispettare i parametri specificati nel ‘Pacchetto clima-energia’ approvato dalla UE per la riduzione delle emissioni di CO2 e lo sviluppo di fonti energetiche alternative. Sono infatti i produttori del comparto a fornire i componenti e i sistemi per la realizzazione di campi eolici o fotovoltaici efficienti. E ancora, si prevede un raddoppio del consumo di energia nel mondo entro il 2030: per poter meglio distribuire questa energia occorrerà sviluppare reti affidabili, come le smart grid. Infine, si parla di diminuire gli sprechi, a partire dall’eccessivo consumo energetico a livello infrastrutturale, dove ancora l’automazione dell’edificio può fare da protagonista” ha esemplificato Busetto.
“Nel mondo” ha infine concluso il presidente “nel 2008 si sono investiti 119 miliardi di dollari per progetti di produzione di energie ‘pulite’, ma solo 1,8 miliardi di dollari per migliorare l’efficienza energetica: manca ancora la ‘cultura dell’efficienza’”, quella che una fiera come SPS/IPC/Drives non mancherà di promuovere.

di Ilaria De Poli

SPS/IPC/Drives Italia: www.sps-italia.net

Messe Frankfurt Italia: www.messefrankfurtitalia.it

Messe Frankfurt: www.messefrankfurt.com



Contenuti correlati

  • Sirio 6 colori stack type
    L’eccellenza italiana nel campo della stampa flessografica

    A completare la gamma BFM è arrivata la nuova Stampa Flexo Sirio 6 colori Stack Type, la cui realizzazione ha richiesto un notevole impegno in termini di innovazione e sviluppo tecnologico. BFM è un’azienda che opera nel...

  • foto-6-logo-anniversario
    Aignep festeggia 40 anni

    Aignep, l’azienda di Bione (BS) specializzata nella produzione di componenti per il trattamento dei fluidi festeggia quest’anno quarant’anni di attività. Dalle origini come contoterzista nel settore della raccorderia per termosanitari, oggi l’azienda è diventata una multinazionale con...

  • Bosch_GENERALE
    Soluzione flessibile per il doctoring da Rexroth

    Progedin è un’azienda specializzata nella progettazione meccanica e automazione di applicazioni per impianti e macchinari industriali. L’azienda è in grado di progettare gruppi meccanici per diverse applicazioni di stampa, dalla flessografia alla serigrafia, includendo la progettazione di...

  • anie
    L’automazione vola sui livelli pre-crisi

    È stato un 2015 di crescita per l’automazione, in controtendenza rispetto ad altri settori dell’economica tricolore, ma le previsioni per il 2016 risentono del clima di incertezza: ecco il quadro del comparto secondo Anie Automazione Leggi l’articolo

  • abb_office_of_the_future
    ABB illumina l’Office of the Future, il primo stampato in 3D

    ABB ha contribuito con le sue soluzioni per gli smart building alla realizzazione dell’Office of the Future di Dubai, il primo edificio per uffici al mondo stampato in 3D. La fornitura ABB comprende il sistema di controllo...

  • AUTOMATICA2016_tp1414
    Robot, fabbriche digitali, lavoro 4.0 in vetrina ad Automatica 2016

    Automatica 2016, evento che si è svolto a Monaco dal 21 al 24 giugno, ha superato tutte le attese: circa 45.000 visitatori (+30%) e 839 espositori da 47 Paesi (+16%). Un terzo dei visitatori è giunto dall’estero....

  • ABB+Nissan+Mexico
    +20% in efficienza per Renault-Nissan e Daimler grazie ad ABB

    I prodotti di ABB per l’impianto elettrico del nuovo stabilimento includono quadri di distribuzione in bassa tensione, motor control center e componenti per il sistema di automazione dell’illuminazione. L’accordo prevede inoltre la fornitura di Emax 2, il...

  • SO_82_EneryStorage_Stem
    Socomec sbarca negli USA con 20 sistemi di Energy Storage per il gruppo Stem

    Con oltre 45 anni di esperienza nei sistemi UPS, Socomec ha sviluppato una gamma di sistemi modulari e flessibili che convertono ed accumulano energia, in grado di ottimizzare la domanda energetica dell’utenza alimentata. Un totale di 20 sistemi SUNSYS PCS²...

  • avvenia_white_economy
    Avvenia, la chiave 100% italiana per lo sviluppo delle imprese di domani

    Innovazione, controllo e riduzione dei consumi, gestione aziendale orientata alla sostenibilità ambientale, visione imprenditoriale di largo respiro: tutto questo è la white economy, quella che oggi più che mai sembra essere la chiave per lo sviluppo del...

  • 03 der antrieb sps 300
    Nord Drivesystems, ecco i motoriduttori per automazione con funzioni evolute

    I moderni impianti produttivi richiedono tecnologie di automazione con funzionalità evolute. I componenti devono essere in grado di fornire dati chiave del processo, raccogliendo le informazioni provenienti dai sensori e attuatori connessi all’impianto e trasmetterli tramite le...

Scopri le novità scelte per te x