L’auto dal volto umano

Automazione spinta, comandi vocali, intrattenimento, controllo dell’auto: lo sapevate che è stato realizzato un sistema analogo qui da noi, in Italia?

Pubblicato il 20 ottobre 2010
ravasi.jpg

Alzi la mano chi non ha mai sognato di possedere una ‘Supercar’ intelligente, capace di interagire, magari di avviarsi e spegnersi da sola e – perché no? – di parlare? Ancora la realtà non ha superato la fantasia, ma un’auto molto simile a quella dei sogni, dotata di un sistema di riconoscimento vocale, che non è solo in grado di parlare, capire, interloquire con il conducente, ma anche di rispondere a tono a secondo di determinate situazioni, esiste già e può fare tutto questo grazie all’ausilio di una sensoristica ambientale in aggiunta a quella nativa dell’auto.

Ce lo ha indicato un lettore, Mario Ravasi che, imbattendosi nella notizia “Google Car: dove va il futuro dell’automotive” pubblicata qualche giorno fa su questo stesso sito, ha voluto segnalarcelo. La vettura da lui ottimizzata e ‘personalizzata’ alla ‘Kit del noto telefilm ‘Supercar’ è una BMW serie 3 E36 del 1992. Il suo sistema informatizzato di controllo e di supporto alla guida si chiama RTS (Road Thunder Storm), o ‘Giulia’ come lo chiama Ravasi quando interagisce con lui una volta alla guida, per avere informazioni relative alla velocità, al viaggio o d’intrattenimento.

La vettura, dotata di sensori supplementari e di un sistema di monitoraggio dell’ambiente circostante, completo di telecamere e radar, è in grado, per esempio, di riconoscere l’avvicinarsi di una persona amica; il sistema permette inoltre al guidatore di controllare i vari dispositivi elettrici ed elettronici dell’auto con un semplice comando vocale, tra cui anche l’accensione. “È solo un piacere poter fare qualcosa per te, Mario” ripete dopo aver eseguito un comando o dopo avere portato a termine un compito.

Un filmato dimostrativo è disponibile al link: www.youtube.com/watch?v=J1ZG1z3illw



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x