Kollmorgen: servodrive decentralizzati AKD-N

Pubblicato il 20 dicembre 2013

Il sistema di azionamento dei servodrive decentralizzati AKD-N di Kollmorgen è costituito da robusti drive IP67 collocati sul campo nelle immediate vicinanze del motore ed alimentati da un modulo centralizzato installato nel quadro elettrico. Il cavo ibrido con un diametro di soli undici millimetri, integra l’alimentazione, la sicurezza e il bus di campo. È quindi possibile condividere anche la connessione DC, senza ulteriore alimentazione. È di serie la funzione Safe Torque Off con arresto singolo o di gruppo. I campi di applicazione tipici di questi nuovi dispositivi sono molteplici, sia per le singole macchine che per linee complete di produzione.

Fuori dall’armadio elettrico, in un involucro che garantisce la massima igiene e direttamente in macchina: i servodrive decentralizzati AKD-N riducono nettamente il volume d’ingombro nell’armadio e lo spazio occupato dai cavi fino all’80% a seconda dell’applicazione. Il miglior comportamento termico derivante dalla separazione tra drive e motore, impedisce il derating e consente di ottenere quindi una potenza del 100% rispetto a soluzioni integrate tra loro. Queste, inoltre, prediligono perlopiù un tipo di motore, limitando in tal modo la configurazione all’interno di un’applicazione, tanto più che queste unità hanno una struttura tale da renderne ancor meno flessibile il montaggio. La possibilità di collegare gli AKD-N a qualsiasi tipo di servomotore convenzionale, direct drive rotativo o lineare, consente la massima libertà di progettazione per quanto riguarda configurazioni cinematiche e prestazioni.

Con altrettanta semplicità si può combinare la tecnologia di asservimento decentralizzata con quella centralizzata. Situazione: i drive per uso decentralizzato si differenziano solo all’esterno dai ben noti drive da armadio della serie AKD. Non vi sono quindi novità a livello di funzionalità, configurazione ed integrazione nella progettazione. Kollmorgen, in combinazione con i servodrive decentralizzati, offre anche una serie di drive programmabili PDMM, che integrano funzioni PLC e motion control di alte prestazioni. Infine, tra azionamento e motore è anche disponibile la tecnica di connessione a un cavo singolo. I vantaggi: cablaggio ridotto al minimo, flessibilità elevata grazie all’uso di un singolo cavo standard in tutti i sistemi di retroazione, costi hardware nel complesso ridotti e maggior facilità di pulizia delle macchine.



Contenuti correlati

  • Elmo arriva a Hollywood

    Gli avanzati servodrive ad alta tensione di Elmo consentono all’innovativo carrello robotico della telecamera Mega Trax di catturare filmati estremi dal vivo Leggi l’articolo

  • Servoazionamenti Delta per applicazioni che richiedono velocità e precisione

    La serie di servoazionamenti in corrente alternata ASDA-A3 di Delta è stata progettata per soddisfare le esigenze delle applicazioni che richiedono una risposta ad alta velocità, un’elevata precisione e movimenti estremamente fluidi. Le funzioni di movimento incorporate...

  • Un cablaggio di ultima generazione

    Le infrastrutture di rete, i sistemi di cablaggio e i relativi componenti sono oggi al centro dell’attenzione delle aziende in quanto elementi di base per avviare progetti in ottica Industry 4.0 Leggi l’articolo

  • Parker e le comunicazioni Ethernet IP, Ethercat e Profinet

    Parker Hannifin, azienda che propone tecnologie di controllo del movimento, ha potenziato la sua gamma di servoazionamenti mono e multiasse PSD aggiungendo una nuova interfaccia di comunicazione. I servoazionamenti PSD sono disponibili da ora con la comunicazione Ethernet...

  • Risparmio energetico nella movimentazione di bobine con gli azionamenti Kollmorgen

    Il nuovo impianto per l’imballaggio delle bobine in funzione presso il centro per la lavorazione dell’acciaio Vogel-Bauer di Solingen mostra concretamente quali misure adottare per risparmiare energia guadagnando in efficienza. Il fattore principale che contribuisce al risparmio...

  • La tecnologia Lapp viaggia a Expo Ferroviaria

    Il settore ferroviario presenta oggi numerose possibilità di crescita, sia nelle economie mature che in quelle emergenti, soprattutto in Asia, Medio Oriente, Europa dell’Est, America Latina e recentemente anche in Africa. Opportunità che Lapp Italia, forte del...

  • Kollmorgen amplia la rete di sviluppo basata sul web

    Kollmorgen Developer Network ha rivisto e ampliato completamente la rete di sviluppo basata sul web, la KDN (Kollmorgen Developer Network). La nuova versione della piattaforma di sviluppo online è semplice da utilizzare su tutti i PC, tablet e...

  • Omron presenta la terza ondata di dispositivi Push-in Plus

    Omron ha uniformato la configurazione dei suoi dispositivi FA (Factory Automation) per risparmiare spazio e ridurre le dimensioni dei quadri di controllo o, in alternativa, inserire più componenti, aumentando così le funzionalità di controllo dei quadri stessi....

  • I robot “vivono” più a lungo con Lapp

    Otto milioni di cicli (o dieci se tutto procede correttamente) e poi arrivano il primo fermo macchina o interventi di manutenzione per la maggior parte dei robot industriali. Questo succede perché i cavi si usurano quando vengono...

  • Le novità di Yaskawa alla SPS IPC Drives Italia

    Alla recente SPS IPC Drives di Parma, Yaskawa ha presentato innovazioni nel campo della tecnologia di azionamento e controllo e nuovi modelli di robot Motoman. L’attuale generazione di inverter GA700 di Yaskawa unisce funzionalità, flessibilità e semplicità....

Scopri le novità scelte per te x