Kollmorgen prepara i clienti all’Industria 4.0

Pubblicato il 29 marzo 2017

L’unione delle due tecnologie di motion (servoazionamenti) e movimento (AGV) consente a Kollmorgen di proporre ai propri clienti sistemi integrati e completi, pronti per l’Industria 4.0.

L’Industria 4.0, un’evoluzione che porta all’interazione tra uomo e macchina per una produzione automatizzata e interconnessa, ragiona nell’ottica di maggiore efficienza, connettività, produttività, flessibilità e sicurezza sul lavoro. Kollmorgen svolge un ruolo da protagonista con soluzioni di “Motion in Movement – 4.0 Ready”.

La famiglia di Servomotori a magneti permanenti prodotti dall’azienda americana con sede italiana a Bovisio Masciago (MB) offre la gamma più completa e con prestazioni elevate oggi disponibile sul mercato: un numero pressoché illimitato di configurazioni, semplicità di impiego, riconoscimento motore plug-and-play e autoregolazione sui servoazionamenti della serie AKD.
Altrettanto estesa è l’offerta di Servoazionamenti con tecnologia di controllo avanzata e facilità di messa in funzione. Compatta e con grado di protezione IP65, la serie di azionamenti decentralizzati AKD-N viene impiegata ormai in qualsiasi settore ove sia opportuno, o necessario, ridurre cablaggi e spazio all’interno dei quadri elettrici, collocando il drive direttamente nella macchina.

All’sps ipc drives 2017, Kollmorgen illustrerà Servosistemi per ambienti Washdown & Food Process. In questi ambiti, vigono linee guida severe in materia di igiene e sono necessari servomotori conformi ai più rigorosi requisiti per salvaguardare la salute dei consumatori proprio come i motori in acciaio inossidabile della serie AKMH con un grado di protezione IP69K.

All’sps di Parma, NDC, la soluzione di controllo per AGV che fornisce una piattaforma di automazione per l’aggiornamento dei veicoli esistenti e la creazione di nuovi veicoli automatizzati, sarà parte integrante dello stand Kollmorgen. NDC Solutions gestisce tecnologie di navigazione: naturale, laser, a punti, a nastro magnetico, a filo induttivo e multi-navigazione. Gli AGV permettono di incrementare l’efficienza della produzione e della gestione di magazzino senza onerosi investimenti. Svariati sono i vantaggi tra cui una lunga vita dei veicoli, movimenti controllati e riconfigurabili, un ridotto consumo di energia, maggiore produttività, una significativa riduzione del rischio di infortuni spesso legati alla movimentazione di materiali pesanti (pallet, bobine di acciaio, container di spedizione ecc.) e una completa integrazione dei dati per una fabbrica automatica al passo con i tempi dell’Industria 4.0.



Contenuti correlati

  • Il cuore smart degli UPS Masterys di Socomec

    Equipaggiato per le Smart Factory di oggi e di domani, l’UPS Masterys di quarta generazione è l’UPS Socomec più intelligente di sempre, in grado di unire il mondo dell’alimentazione sicura e la rivoluzione digitale per semplificare gli...

  • La ristorazione industriale è 4.0 grazie a Telmotor e Siemens

    Le innovative apparecchiature per la ristorazione industriale, rosticcerie, gastronomie e per la grande distribuzione di CB e Valko si avvalgono delle soluzioni Siemens proposte da Telmotor e fornite in qualità di Distributore Solution Partner di Siemens. Con...

  • Body Tracking, come nel gaming, sulle linee di produzione Ford

    La tecnologia di Body Tracking, solitamente utilizzata dalle star dello sport o nell’ambito gaming, fa il suo ingresso sulle linee di produzione dell’impianto dell’Ovale Blu di Valencia, in Spagna. I dipendenti impegnati presso l’Engine Assembly Plant di Valencia,...

  • Tecnologia e apporto umano rendono l’agricoltura più competitiva

    Lo sviluppo di nuovi mercati e la rivoluzione digitale offrono importanti possibilità di crescita alle aziende vitivinicole e notevoli opportunità di lavoro per i giovani nel settore primario. Capacità di lavorare in squadra per aggredire i nuovi...

  • Essere versatili con l’IoT: ecco come l’Internet of Things può aiutare il business

    IHS Markit prevede che entro il 2025 saranno presenti nel mondo circa 75,4 miliardi di dispositivi Internet of Things (IoT). In pochi anni sarà normale vedere i dispositivi connessi a Internet nella maggior parte dei settori industriali...

  • L’Industria 4.0 arriva nella bioplastica con Siemens

    È da poco entrato in esercizio il nuovo polo produttivo Bio-on per la produzione di bioplastica con sistema di controllo e supervisione di Siemens. L’impianto Bio-on è nato seguendo un percorso innovativo, cominciato con la creazione di...

  • Switch industriali unamanaged per smart city

    D-Link ha reso disponibile la serie di switch industriali DIS-100E, la gamma di Switch Fast Ethernet non gestiti, robusti e affidabili, disponibili nella versione DIS-100E-5W, con cinque porte 10/100BaseT(X) e nella versione DIS-100€-8W, con otto porte 10/100BaseT(X)....

  • Sensore fotoelettrico intelligente per Internet of Things

    La generazione, il trasporto e l’elaborazione delle informazioni sono compiti centrali nella applicazioni dell’Industria 4.0. Alla base di tutte le informazioni vi sono sensori intelligenti che acquisiscono richiesti. Il nuovo sensore ottico multifunzione BOS 21M ADCAP di...

  • MindSphere World Italia: Rittal è socia e preme sulla digitalizzazione

    Rittal prosegue nel suo lavoro teso a favorire la digitalizzazione dell’industria. L’azienda infatti è tra i 18 soci fondatori che lo scorso 16 luglio hanno costituito MindSphere World Italia, l’associazione dedicata a supportare lo sviluppo dell’ecosistema per...

  • La ‘Lean Factory School’ di Bonfiglioli: selezione finita per le prime start-up

    Bonfiglioli Consulting, società di consulenza specializzata in soluzioni predittive di organizzazione aziendale, ha completato la selezione del primo round di start-up che salirà a bordo della sua Lean Factory School, l’impresa-palestra patrocinata da Confindustria Emilia, dove manager...

Scopri le novità scelte per te x