Kaspersky Industrial CyberSecurity for Energy protegge le infrastrutture critiche

Pubblicato il 30 marzo 2017

Le reti elettriche moderne sono network complessi, con funzionalità di automazione e controllo integrate. Tuttavia, comunicando attraverso protocolli aperti, non hanno sufficienti funzioni di sicurezza informatica integrate per contrastare la crescente gamma di minacce che si trovano ad affrontare.

Il recente report di Kaspersky Lab sulla sicurezza informatica industriale ha svelato che il 92% dei dispositivi ICS (Industrial Control System) accessibili dall’esterno usano protocolli di connessione a internet aperti e pericolosi. Dal 2010 il numero di vulnerabilità dei componenti ICS è cresciuto di dieci volte, rendendo questi dispositivi un obiettivo facile e profittevole. Secondo la recente Global Information Security Survey di Ernst & Young, il 42% delle aziende energetiche e dei servizi considera improbabile riuscire a rilevare un attacco sofisticato.

Kaspersky Industrial CyberSecurity (KICS) for Energy intende aiutare le aziende del settore energetico a proteggere ogni livello della loro infrastruttura industriale, senza incidere sulla continuità operativa dei processi tecnologici. La soluzione di Kaspersky Lab protegge i centri di controllo a livello SCADA e i sistemi di automazione di sottostazione a ogni livello: il livello superiore di automazione include server, HMI, gateway e workstation ingegneristiche, mentre il livello secondario comprende relè di protezione, Bay Controller, Merging Unit, Unità Terminali Remote (RTU), altri IED di substation bus e process bus e l’intera infrastruttura della rete.

La soluzione offre diverse tecnologie avanzate per proteggere i nodi industriali (compresi server, HMI, gateway e workstation ingegneristiche) e l’infrastruttura di rete. Quest’ultima offre monitoraggio della rete e controllo dell’integrità con la capacità di effettuare un’ispezione approfondita del protocollo di applicazione (inclusi IEC 60870-5-104, IEC 61850 e altri standard e protocolli per le infrastrutture elettriche).

“L’automazione, il controllo e la protezione delle infrastrutture elettriche non vengono più gestiti da sistemi chiusi e, attualmente, è estremamente difficile rilevare le potenziali minacce, sia dal punto di vista tecnico sia organizzativo”, ha commentato Andrey Suvorov, Head of Critical Infrastructure Protection di Kaspersky Lab. “Ecco perché è importante che le aziende del settore energetico rinforzino le loro difese per combattere le sempre più frequenti minacce informatiche ed evitare lo scenario da incubo della perdita completa del servizio e l’impatto che potrebbe avere sui cittadini e su tutta la società”.

Alexander Golubev, Chief IT Security Officer di Electrical Distribution Network Northwest Federal District, Rosseti, ha dichiarato: “Essendo uno dei principali gestori della rete elettrica in Russia, è fondamentale per la nostra azienda garantire la continuità delle operazioni, anche in caso di attacco informatico alla nostra infrastruttura IT. Numerose nostre società controllate usano da molto tempo le soluzioni Kaspersky Lab, che permettono loro di rilevare e bloccare efficacemente tutti i tipi di minacce informatiche in modo tempestivo. Considerata questa esperienza positiva, stiamo valutando la possibilità di estendere la nostra cooperazione al campo della sicurezza industriale. La sperimentazione di Kaspersky Industrial CyberSecurity for Energy su una delle nostre sottostazione è il primo passo in questa direzione”.



Contenuti correlati

  • Reti intelligenti per la città

    Smart city, smart mobility e dintorni: dove il digitale prende corpo in una serie di infrastrutture tali da rendere più efficienti i sistemi complessi di gestione dei servizi presenti nelle città Leggi l’articolo

  • Automation Fair 2017: la Cyber Security

    In occasione di Automation Fair 2017 abbiamo intervistato Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager di Rockwell Automation, sul tema della cyber security.  Parlando infatti di Connected Enterprise, Connected Production, Connected Services, non poteva mancare un focus particolare...

  • Le nuove tecnologie brevettate da Kaspersky Lab aiutano le aziende a combattere gli attacchi da remoto

    I criminali informatici controllano a distanza i computer delle vittime per svolgere di nascosto attività dannose, spesso raggiungendo attraverso canali di comunicazione criptati i server di comando e controllo. Una volta installati sul computer dell’utente, gli strumenti...

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Delta: soluzioni intelligenti a risparmio energetico

    Delta, azienda che opera a livello mondiale nelle soluzioni Power e di gestione termica, durante la fiera Sicurezza ha presentato il proprio ampio portafoglio di soluzioni intelligenti a risparmio energetico per supportare la creazione di edifici intelligenti, sicuri ed...

  • IoT: i rischi di essere costantemente connessi alla rete

    L’Internet of Things è una realtà che si sta consolidando e insediando sempre di più nella nostra società. Un’arma a doppio taglio che, se da un lato viene in nostro aiuto rendendoci la vita più facile, dall’altro...

  • Auto elettriche: vendite in aumento secondo Avvenia

    Perderanno valore petrolio, platino e palladio, si rivaluteranno invece cobalto e litio: a metterlo in evidenza, analizzando l’andamento del mercato delle auto elettriche, è Avvenia, uno dei maggiori player italiani nell’ambito dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale....

  • L’industria italiana della sicurezza: innovazione e integrazione tecnologica guidano la crescita

    L’industria italiana fornitrice di tecnologie per la sicurezza e automazione edifici rappresentata in Anie Sicurezza – espressione a fine 2016 di un fatturato totale aggregato pari 2,3 miliardi di euro – costituisce un comparto di eccellenza all’interno del...

  • Non solo tecnologia: educare le persone alla cybersecurity

    Le aziende oggi investono in sistemi di cybersecurity, hanno dei programmi di education, degli standard e delle procedure che aiutano a mantenere le informazioni sicure. Spesso, però, si tende a dimenticare che la prima linea di difesa...

  • Bad Rabbit: nuova ondata ransomware in Europa

    Nelle scorse settimane un nuovo ransomware denominato Bad Rabbit ha colpito Russia, Ucraina, Turchia, Germania, Bulgaria, USA e Giappone. Russia e Ucraina hanno subito l’attacco maggiore, poiché l’infezione è partita da alcuni siti web di notizie russi...

Scopri le novità scelte per te x