Industry 4.0: soprattutto una rivoluzione culturale

Pubblicato il 15 maggio 2017

Il mondo sta vivendo la Quarta Rivoluzione Industriale caratterizzata da una diffusione pervasiva di tecnologie digitali come l’Internet delle Cose, il cloud computing, i Big Data, i sistemi cyber-fisici… tutte tecnologie che trovano la loro applicazione sull’intero ciclo di vita del prodotto, dalla sua concezione fino al suo uso presso il consumatore in un mondo sempre più connesso dove i confini dei ruoli del progettista, dell’uomo di produzione, del manutentore e, più in generale, delle varie figure aziendali vanno via via sfumandosi; e dove, il consumatore diventa parte integrante di questa trasformazione.

Tutto ciò deve opportunamente essere analizzato per cogliere appieno le potenzialità che queste tecnologie offrono già oggi alla competitività delle nostre imprese. Si tratta innanzitutto di comprenderle nella loro essenza più profondamente ‘tecnologica’, per poi analizzarne la loro potenzialità che è basata su un aspetto a esse comune e trasversale: il dato e l’informazione.

Infatti, tutte le tecnologie sopra citate hanno alla base la raccolta, la gestione, l’interpretazione, l’interazione di dati e informazioni. Si deve in questo senso cominciare a parlare di ciclo di vita del dato, dalla sua raccolta al suo utilizzo in varie forme .

In questo scenario, le competenze delle diverse figure aziendali, a tutti i livelli dell’impresa, devono necessariamente evolvere verso un mondo in cui l’aspetto ‘fisico’ e tangibile si accompagna a quello ‘digitale’ e virtuale basato sul dato. La capacità di leggere, analizzare gestire dati e informazioni diventa l’elemento fondante di ogni professionalità del futuro. Le decisioni, che una volta potevano essere basate su intuito, devono oggi lasciare il posto a razionali e quantitative analisi di contesto.

Per queste ragioni, quella che stiamo vivendo oggi non è solo una rivoluzione tecnologica ma anche e soprattutto culturale come sostiene Marco Taisch, professore ordinario al Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Gestionale dove insegna Advanced and Sustainable Manufacturing.

 

 

Antonella Cattaneo



Contenuti correlati

  • Clpa supera l’importante pietra miliare dei 3000 associati

    I primi mesi del 2017 hanno visto crescere la diffusione di CC-Link IE e CC-Link: il numero di aziende associate a CC-Link Partner Association (Clpa) ha superato le 3.000 unità. Con questo picco nel numero di associati,...

  • Storia e innovazione si fondono per l’ultimo Profibus & Profinet Day dell’anno

    Ultima tappa dell’anno per il Profibus & Profinet Day, la giornata congressuale volta a condividere con ingegneri, installatori e system integrator le ultime novità legate alla comunicazione industriale. Per l’ultimo incontro del 2017 storia e innovazione si...

  • Wenglor si aggiudica il TOP 100 Award 2017

    L’Award TOP 100 è il più importante riconoscimento che ogni anno viene assegnato in Germania alle piccole e medie imprese che, operanti nei più disparati ambiti, si distinguono per caratteristiche di originalità e innovazione nella proposizione della...

  • Valvola a sede inclinata Vzxa di Festo per la portata dei fluidi

    Flessibile, robusta e altamente preformante, la valvola a sede inclinata Vzxa di Festo controlla la portata dei fluidi in modo rapido ed affidabile. La sua architettura intelligente e l’interfaccia brevettata permettono di combinare a piacere corpi valvola...

  • Sensori interamente programmabili con Sick AppSpace

    Con i suoi sensori programmabili e le soluzioni versatili che combinano software e hardware, Sick compie un passo significativo in direzione di Industry 4.0 e del networking della catena del valore industriale. Valutazioni binarie, come ‘sì o...

  • O+P presenta il banco speciale di collaudo 1.200 bar BC 1200ES/F

    Il know-how di O+P ha portato alla progettazione di un banco speciale per il collaudo di matasse di tubo su pallet fino a 1.200 bar. L’attrezzatura BC1200ES/F, destinata a un importante distributore e raccordatore del territorio italiano,...

  • A 1 anno dall’esordio: cosa funziona e cosa no nel Piano Nazionale 4.0?

    Internet delle Cose, piattaforme per la gestione dei dati, stampa 3D, robotica, machine learning, intelligenza artificiale, intralogistica rappresentano un mercato che tra il 2017 e il 2022 crescerà a un tasso annuo del 9,3%, per un valore...

  • Settembre 2018, Hannover Messe debutta negli USA

    Hannover Messe è sinonimo, in tutto il mondo, di innovazione industriale, trend di riferimento e contatti d’affari. La manifestazione si è imposta negli ultimi anni anche come hotspot globale delle tecnologie per Industria 4.0. CEO di gruppi...

  • Balluff acquisisce due aziende nel gruppo

    Balluff sta ampliando il proprio know-how digitale con l’acquisizione non di una, ma di ben due aziende: l’azienda di software di Stoccarda iss innovative software services GmbH (iss) ed il costruttore della camera di visione Matrix Vision...

  • La rivoluzione nell’automazione

    La pneumatica è intrinsecamente una tecnologia user-friendly; è destinata a diventare ancora più intuitiva, versatile e flessibile con il nuovissimo Festo Motion Terminal VTEM, che sta catapultando la pneumatica nell’era della Industry 4.0, grazie alle App che...

Scopri le novità scelte per te x