Il tool Safety Maturity Index di Rockwell incrementa la sicurezza

Il tool Safety Maturity Index fornisce alle aziende produttrici indicazioni dove e come ottimizzare la propria sicurezza al fine di migliorare le prestazioni dell'impianto

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 16 marzo 2016

Rockwell Automation presenta il Safety Maturity Index (SMI), un tool di valutazione autoguidata che fornisce alle aziende produttrici visibilità sull’efficacia dei propri programmi di sicurezza e la capacità di ottimizzare le prestazioni dell’impianto. Applicabile a qualsiasi settore, dimensione d’impianto e località nel mondo, il tool SMI aiuta le aziende a valutare il proprio grado di cultura, conformità e capitale in materia di sicurezza. Ciò che è più importante, il sistema fornisce una serie di indicazioni per raggiungere le migliori prestazioni in tema di sicurezza.

I tre elementi principali che caratterizzano un ambiente di lavoro veramente sicuro, cultura (comportamentale), conformità (procedurale) e capitale (tecnico), sono fondamentali in egual misura, nonché interdipendenti nello sviluppo di un programma di sicurezza rigoroso e sostenibile. Ad esempio, creare e consolidare una solida cultura della sicurezza, senza investire in tecnologie di sicurezza e / o nella conformità alle norme riduce la capacità dell’azienda di fornire un posto di lavoro sicuro. Allo stesso modo, la possibilità di rischio permane quando i produttori investono in tecnologie di sicurezza, ma falliscono nel promuovere l’importanza della cultura della sicurezza all’interno dell’organizzazione.

Ogni elemento fondamentale per la sicurezza può essere misurato con l’indice SMI in base a quattro categorie.

  • SMI 1: riduzione al minimo degli investimenti,
  • SMI2: raggiungimento della conformità,
  • SMI3: eliminazione dei costi,
  • SMI4: eccellenza operativa.

Safety Maturity Index infographicLe aziende possono completare la valutazione SMI rispondendo a una serie di domande e, quindi, determinare la propria posizione all’interno di ognuna di queste quattro categorie. Il rapporto fornisce, inoltre, indicazioni sui passi da compiere laddove fosse necessario migliorare. “Tra i vantaggi che possono derivare dall’ottimizzazione della sicurezza utilizzando lo strumento di valutazione SMI, ci sono la riduzione del numero di infortuni e sanzioni, una migliore produttività dell’impianto, una maggiore efficienza e il miglioramento del morale del personale” dichiara Mark Eitzman, SafetyMarket Development Manager di Rockwell Automation. “Il raggiungimento di prestazioni ottimali in ambito sicurezza inizia con la valutazione delle pratiche in essere nell’azienda, e da oggi i clienti possono farlo da soli”.

 



Contenuti correlati

  • La nuova app di ABB porta la sicurezza nell’era digitale

    Sin da quando è stata introdotta in ABB nel 2014, la soluzione SafetyAPP ha permesso di segnalare circa 50.000 situazioni di pericolo e ha ridotto del 50% il numero di infortuni gravi in Europa. Mentre le procedure...

  • Barriere fotoelettriche di sicurezza Allen-Bradley da RS Components

    RS Components ha annunciato la disponibilità del nuovo sistema di barriere fotoelettriche di sicurezza GuardShield POC 450L Allen-Bradley di Rockwell Automation. La nuova serie di barriere fotoelettriche è adatta per costruttori di macchine, tecnici della manutenzione e...

  • I toolkit OPC di Softing nel catalogo Rockwell Automation

    Rockwell Automation ha incluso i toolkit di Softing all’interno dei prodotti certificati tramite il suo programma Encompass Partner, per integrare le funzionalità di comunicazione OPC Classic e OPC UA nelle applicazioni di automazione industriale. I prodotti inseriti...

  • Cyber-security nell’industria: serve un piano di ‘difesa in profondità’

    Senza cyber-security non esiste safety. La ‘defence in depth’ diventa un paradigma irrinunciabile anche nei sistemi di controllo industriale (ICS), che governano fabbriche e impianti. Gli aspetti cruciali approfonditi in una giornata di studio promossa da Anipla...

  • Formazione: quali sono le competenze 4.0? – Parte I

    Quali abilità occorrono a chi opererà domani nelle aziende 4.0? Come si stanno attrezzando le nostre realtà e quali sono oggi le maggiori sfide? Leggi l’articolo

  • Cyber-security: un mostro dalle mille teste

    Una chiacchierata per capire quanto sia oggi indispensabile occuparsi di cyber-security a livello produttivo e come ‘domarne’ le mille teste Leggi l’articolo

  • Automation Fair 2017: la Cyber Security

    In occasione di Automation Fair 2017 abbiamo intervistato Sherman Joshua, Connected Services Portfolio Manager di Rockwell Automation, sul tema della cyber security.  Parlando infatti di Connected Enterprise, Connected Production, Connected Services, non poteva mancare un focus particolare...

  • Automation Fair 2017: le novità all’Innovation Booth

    Durante Automation Fair 2017 abbiamo intervistato John Pritchard, Strategic Business Development Manager di Rockwell Automation, sulle novità presentate da Rockwell Automation all’Innovation Booth: come ogni anni qui vengono presentate infatti le tecnologie alle quali la multinazionale sta...

  • Automation Fair 2017: la Connected Production nell’oil&gas

    Digitalizzazione e Industria 4.0 si concretizzano per Rockwell Automation nel concetto di Connected Enterprise, ovvero fabbrica interconnessa, dove i dati delle Operations fluiscono nei sistemi di un’architettura integrata in grado di ricavarne informazioni utili al miglioramento del...

  • Automation Fair 2017: l’evento in video

    Eccoci a Houston, la ‘Space City’ texana, come amano definirla i turisti in quanto sede della Nasa, assurta tristemente agli onori della cronaca quest’estate, in quanto fra le zone più colpite dall’uragano Harvey. Proprio qui, già un...

Scopri le novità scelte per te x