Il Sercos OPC UA Companion Standard è ora disponibile

Pubblicato il 23 agosto 2017

La fondazione OPC e Sercos International annunciano il rilascio dello standard supplementare Sercos OPC UA. Questa specifica descrive la relazione dei modelli di dispositivi Sercos e dei profili dei dispositivi Sercos a OPC UA, in modo che le funzioni e i parametri dei dispositivi Sercos siano accessibili via OPC UA in maniera universale e indipendentemente dai produttori degli stessi. Lo scopo di questa iniziativa è semplificare la comunicazione tra la periferia delle macchine e i sistemi di supervisione IT e supportare le esigenze di Industry 4.0 riguardo all’interoperabilità semantica. La due organizzazioni hanno cominciato a cooperare nel 2011 con l’obiettivo comune di migliorare l’integrazione delle macchine e la comunicazione tra la periferia delle macchine e i sistemi IT superiori.

“Sercos offre un modello di dispositivo completo e diversi profili di dispositivi standardizzati collegati in maniera logica nell’ambito di OPC UA. Lo standard supplementare Sercos OPC UA rende possibile l’interoperabilità tra macchine, così come l’integrazione delle macchine con applicazioni basate su cloud, nella maniera più facile. I fornitori Sercos adesso potranno trarre vantaggio dalle molteplici funzionalità orientate ai servizi dell’architettura OPC UA, rendendo realtà la visione di un flusso di dati dal mondo integrato fino al cloud. L’ecosistema OPC potrà adesso espandere i propri prodotti facilmente grazie alle molteplici possibilità della tecnologia di rete Sercos. Entrambe le organizzazioni stanno collaborando per aiutare i fornitori a portare sul mercato prodotti certificati con il sostegno di questa nuova normativa supplementare”, ha affermato Burke, presidente e dirigente della fondazione OPC.

“Nei sistemi di automazione odierni è necessario integrare e mantenere dispositivi di diversi produttori, con costi significativi durante l’intero ciclo di vita del prodotto. Allo stesso tempo, durante la pianificazione e il controllo della produzione sono necessarie informazioni sui processi e sulle macchine per permettere un uso efficiente dei mezzi di produzione. La definizione di una mappatura unitaria per unire la semantica ben definita di Sercos al modello di informazione OPC UA rappresenta perciò un approccio molto promettente. I possibili campi di applicazione vanno dalla parametrizzazione dei dispositivi, alla configurazione delle reti, fino alla gestione energetica e alla manutenzione preventiva. Una semantica unitaria e universale permette inoltre la nascita di nuovi modelli di business”, afferma Peter Lutz, amministratore delegato di Sercos International e.V.

Le regole di mappatura specifiche di Sercos su OPC UA possono essere utilizzate per diversi approcci di implementazione: ad esempio, le funzionalità del server OPC UA possono essere utilizzate in un dispositivo Sercos Master (CNC o SPS), oppure è possibile trasferire queste funzionalità in un dispositivo slave (in questo caso gli accessi OPC UA vengono eseguiti in parallelo alla comunicazione Sercos realtime o addirittura senza comunicazione Sercos realtime). In questo modo è possibile assicurare una comunicazione regolare con OPC-UA fino al livello di campo senza rinunciare alla comunicazione rapida in tempo reale dei bus di automazione Sercos.



Contenuti correlati

  • Impiego versatile

    Flessibile, robusta e altamente preformante, la valvola a sede inclinata Vzxa di Festo controlla la portata dei fluidi in modo rapido ed affidabile. La sua architettura intelligente e l’interfaccia brevettata permettono di combinare a piacere corpi valvola...

  • Sensori interamente programmabili con Sick AppSpace

    Con i suoi sensori programmabili e le soluzioni versatili che combinano software e hardware, Sick compie un passo significativo in direzione di Industry 4.0 e del networking della catena del valore industriale. Valutazioni binarie, come ‘sì o...

  • O+P presenta il banco speciale di collaudo 1.200 bar BC 1200ES/F

    Il know-how di O+P ha portato alla progettazione di un banco speciale per il collaudo di matasse di tubo su pallet fino a 1.200 bar. L’attrezzatura BC1200ES/F, destinata a un importante distributore e raccordatore del territorio italiano,...

  • A 1 anno dall’esordio: cosa funziona e cosa no nel Piano Nazionale 4.0?

    Internet delle Cose, piattaforme per la gestione dei dati, stampa 3D, robotica, machine learning, intelligenza artificiale, intralogistica rappresentano un mercato che tra il 2017 e il 2022 crescerà a un tasso annuo del 9,3%, per un valore...

  • Settembre 2018, Hannover Messe debutta negli USA

    Hannover Messe è sinonimo, in tutto il mondo, di innovazione industriale, trend di riferimento e contatti d’affari. La manifestazione si è imposta negli ultimi anni anche come hotspot globale delle tecnologie per Industria 4.0. CEO di gruppi...

  • Balluff acquisisce due aziende nel gruppo

    Balluff sta ampliando il proprio know-how digitale con l’acquisizione non di una, ma di ben due aziende: l’azienda di software di Stoccarda iss innovative software services GmbH (iss) ed il costruttore della camera di visione Matrix Vision...

  • La rivoluzione nell’automazione

    La pneumatica è intrinsecamente una tecnologia user-friendly; è destinata a diventare ancora più intuitiva, versatile e flessibile con il nuovissimo Festo Motion Terminal VTEM, che sta catapultando la pneumatica nell’era della Industry 4.0, grazie alle App che...

  • RFID Global premia i giovani talenti 4.0 italiani

    Come Partner di Sfida Italia 4.0, il Digital Innovation Hub alle porte di Brescia che guida la trasformazione digitale delle piccole e medie imprese italiane, RFID Global annuncia l’avvio del contest Hard Work Challenge. Il concorso è...

  • La produzione interconnessa protagonista ad Hannover Messe 2018

    L’interconnessione nell’industria cresce. L’interazione tra tecnologia dell’automazione e tecnologia energetica, piattaforme IT e intelligenza artificiale accelera i tempi della quarta rivoluzione industriale. Uomo, macchine e IT sono le colonne portanti della fabbrica del futuro, che esprime però...

  • Banco prova “smart” per raccordi di Hydro+Power

    L’esperienza di Hydro+Power, il marchio nato dalla sinergia tra Brescia Hydropower e O+P, ha portato alla realizzazione di un nuovo banco prova per tubi raccordati in grado di eseguire test di scoppio fino a 4000 bar. L’attrezzatura,...

Scopri le novità scelte per te x