Il primo super-computer nello spazio è firmato HPE

Pubblicato il 28 agosto 2017

Lunedì 14 agosto HPE, Hewlett Packard Enterprise, ha inviato il proprio Spaceborne Computer alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L’operazione è parte di un esperimento della durata di un anno condotto da HPE e dalla Nasa per realizzare un sistema informatico off-the shelf, ad alte prestazioni (Cots) nello spazio. L’obiettivo è che la macchina possa operare senza problemi e sia in grado di resistere almeno un anno alle dure condizioni dello spazio (pari approssimativamente alla quantità di tempo necessario per un viaggio su Marte).

Sarà possibile effettuare esplorazioni spaziali di successo oltre la superficie terrestre in orbita bassa (Low Earth Orbit – LEO) solo quando verranno sviluppati sistemi con capacità di calcolo adeguate in grado di operare a bordo per prolungati uptime. Per raggiungere questo obiettivo, la tecnologia spaziale deve raggiungere livelli di efficienza ancora più elevati per garantire la sopravvivenza degli astronauti. L’invio di un super-computer nello spazio, rappresenta per HPE un primo passo in questa direzione.

Perché i computer possano essere approvati e autorizzati dalla Nasa per una missione spaziale, devono rispondere a parametri stringenti: essere ‘irrobustiti’ e resi più resistenti per poter sopportare le dure e uniche condizioni dello spazio. Basti pensare alle radiazioni, ai raggi solari, alle particelle subatomiche, ai micrometeoriti, alla potenza elettrica instabile, al raffreddamento irregolare. Rispettare questi requisiti richiede tempo e denaro, e aumenta il carico del sistema. Per soddisfare questi sofisticati requisiti HPE ha adottato un approccio diverso: ha infatti ‘irrobustito’ il sistema a livello software, superando con successo oltre 146 safety test e certificazioni prima di essere approvato da parte della Nasa e autorizzato a operare nello spazio. Questo importante esperimento pone le basi per una più rapida adozione delle più recenti e innovative tecnologie al fine di favorire le esplorazioni spaziali oltre l’orbita terrestre bassa (LEO), come per esempio la Missione su Marte.

La notizia completa a questo link.



Contenuti correlati

  • HPE introduce nuove piattaforme e servizi per l’intelligenza artificiale 

    Hewlett Packard Enterprise ha annunciato nuove piattaforme e nuovi servizi su misura per aiutare le aziende a semplificare l’adozione dell’intelligenza artificiale, partendo da un’importante area dell’AI (Artificial Intelligence) conosciuta come deep learning. Ispirato dal cervello umano, il...

  • Un team di ricerca per ridurre i detriti lasciati dai satelliti nello spazio

    Il tema della riduzione dei detriti lasciati nello spazio dai satelliti sta acquisendo una crescente importanza con la crescita del loro numero. In questo ambito il Politecnico di Torino ha siglato un accordo con la startup italiana...

  • Express App Platform – Manufacturing di HPE

    Express App Platform – Manufacturing è la nuova piattaforma di Hewlett Packard Enterprise che semplifica il deployment applicativo nel manufacturing e unifica il funzionamento delle applicazioni per smart-factory con quelle legacy. Express App Platform – Manufacturing è...

  • HPE conclude lo spin-off e merger della divisione software con Micro Focus

    Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato il completamento dello spin-off e merger della divisione software con Micro Focus, azienda con sede a Newbury, UK. L’operazione ha un valore di circa 8,8 miliardi di dollari. La strategia di...

  • Infrastruttura HPE componibile per Private Cloud VMware

    In occasione di VMworld, Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato la prima infrastruttura componibile del settore per VMware Cloud Foundation, basata su HPE Synergy. Questa soluzione permetterà di semplificare la trasformazione delle infrastrutture IT verso modelli ibridi,...

  • HPE si allea a Microsoft nel Cloud28+

    Hewlett Packard Enterprise ha sottoscritto un’alleanza go-to-market con Microsoft attraverso Cloud28+, la open community focalizzata a incrementare l’adozione del cloud a livello enterprise. Microsoft entra così a far parte di Cloud 28+, una iniziativa guidata e supportata...

  • Server industry standard ProLiant di Hewlett Packard Enterprise

    La nuova generazione della gamma di server industry standard ProLiant di Hewlett Packard Enterprise integra funzionalità di sicurezza implementate su chip in silicio per contrastare gli attacchi via firmware, una delle maggiori minacce oggi affrontate da aziende...

  • Set di Hewlett Packard Enterprise per il Deep Learning

    Hewlett Packard Enterprise ha annunciato un set completo di innovazioni nei sistemi di calcolo per far evolvere ulteriormente il Deep Learning analytics e gli insight con innovazioni che comprendono il design dei sistemi, la collaborazione tra partner...

  • Rittal e Hewlett Packard, data center modulari per l’IIoT e l’Edge Computing

    Rittal sta avviando una partnership con Hewlett Packard Enterprise (HPE) per offrire congiuntamente soluzioni di data center modulari. Nell’ambito di una alleanza orientata all’impegno condiviso Rittal completa il suo portafoglio di soluzioni modulari e scalabili – dai...

  • Un software italiano nel progetto che simula la vita su Marte

    Hawaii Space Exploration Analog and Simulation (HI-SEAS), un progetto di ricerca finanziato dalla NASA, mirato a determinare i requisiti individuali e di gruppo durante le missioni per l’esplorazione spaziale a lungo termine, usa modeFRONTIER di Esteco, casa...

Scopri le novità scelte per te x