Il nuovo EtherNet/IP Linking Device collega i PLC di Rockwell Automation con i dispositivi basati su Modbus-TCP

HMS Industrial Networks, specialista in connettività industriale, ha realizzato il secondo prodotto della gamma di soluzioni Linking Devices per EtherNet/IP. Il nuovo EtherNet/IP Linking Device per Modbus-TCP consente agli utenti di collegare i dispositivi, basati su Modbus-TCP, ai PLC ControlLogix o CompactLogix di Rockwell.

Pubblicato il 23 novembre 2016

Il nuovo EtherNet/IP per Modbus-TCP di HMS Industrial Networks rende possibile l’integrazione di qualsiasi dispositivo d’automazione con interfaccia Modbus TCP in un’architettura di rete etherNet/IP, in grado di supportare più di 8000 byte di dati IO in totale. Oltre ad essere un’alternativa più conveniente rispetto ai moduli di connettività in-chassis, le soluzioni distribuite EtherNet/IP per Modbus-TCP offrono diversi vantaggi:

Migliore architettura di sistema

Contrariamente al modulo in-chassis, che viene fisicamente collegato al PLC, la nuova soluzione può essere montata vicino ai dispositivi da connettere. Ciò significa che è possibile stabilire la connettività tramite un unico cavo ethernet, invece di utilizzare cavi specifici per le diverse reti. Tutti i moduli EtherNet/IP Linking Devices di HMS supportano il Device Level Ring (DLR) di Odva per topologia ad anello.

hmsFacile configurazione

Gli utenti possono accedere alla configurazione del protocollo seriale tramite il loro software Studio 5000 esistente: tutta la configurazione è eseguita all’interno dello stesso, dove è presente il supporto alle Process Variable Data Tags, così come alla creazione sia manuale che automatica delle strutture di nomi delle Studio 5000 Controller Tags, senza dover sviluppare logica di programma utente.

Alte prestazioni e affidabilità

Poiché il modulo linking device è una soluzione stand-alone (distribuita), non incide sulle prestazioni del PLC (tempo di ciclo del PLC), anche quando vengono trasmesse grandi quantità di dati. Il PLC semplicemente scansiona il linking device, come se fosse un qualsiasi altro dispositivo I/O in rete.

Integrazione di sistema più semplice

“Abbiamo rilasciato il nostro primo EtherNet/IP Linking Device per la comunicazione seriale all’inizio del 2016 ed è stato ben accolto dal mercato”, afferma Markus Bladh, Responsabile di Prodotto in HMS. “Con la nuova versione, siamo in grado di offrire una soluzione di connettività tra queste reti, economicamente vantaggiosa ed in grado di supportare il trasferimento di grandi quantità di dati. Grazie all’integrazione allo Studio 5000, gli utenti di Rockwell possono accedere facilmente ai dati tramite dispositivi Modbus-TCP come i sistemi I/O, drive, sensori e strumentazione”.



Contenuti correlati

  • Addio a Dick Morley, il ‘padre’ del PLC

    Il mondo dell’automazione ha ricevuto una brutta notizia a metà ottobre: quella della morte di Dick Morley. Conosciuto come il ‘padre’ dei controllori logici programmabili, PLC, fu anche un apprezzato inventore e il suo nome viene associato...

  • Schneider Electric presenta l’ePAC Modicon M580 per un’automazione di processo integrata

    Modicon M580 di Schneider Electric è il primo ePAC per un’automazione di processo integrata pienamente nelle logiche di comunicazione industriale. Il prodotto è dotato di backplane con connessione Ethernet diretta e nativa, consentendo di utilizzare design architetturali...

  • Un PLC per la macchina raviolatrice

    Le macchine realizzate da Italgi e destinate alla produzione e alla lavorazione della pasta utilizzano controllori e componentistica di ABB negli armadi e nei quadri elettrici. ABB fornisce relè, teleruttori e anche il PLC che controlla i...

  • Collegamento a CIP Safety con Ixxat Safe T100

    Il modulo safety Ixxat Safe T100 di HMS supporta il protocollo CIP Safety secondo il CIP Volume 5 V2.14. Inizialmente disponibile per Profisafe, il nuovo Ixxat Safe T100/CS permette un’implementazione facile, basata su moduli di IO sicuri...

  • I servizi che ‘piovono’ dal cloud – Parte I

    Alimentati dalla quantità di dati raccolti grazie alle tecnologie IIoT (Industrial Internet of Things), sono moltissimi i servizi che le aziende possono sfruttare per ottimizzare internamente prodotto, processo e innovazione ed evolvere il rapporto con clienti e...

  • PLC Pixsys modulare per Industry 4.0

    Pixsys ha recentemente introdotto il PL500, un nuovo PLC scalabile e customizzabile. Sul contenitore da 3 moduli del PL500 è stata realizzata una CPU velocissima ed esuberante in termini di potenza. Grazie al processore ARM Cortex a...

  • Panasonic Electric Works: ecco il controllore FP7 per l’integrazione cloud e PLC

    Panasonic Electric Works alza il sipario sul controllore FP7. Si tratta della soluzione di controllo di nuova generazione che offre funzionalità per l’integrazione con sistemi Cloud/Web e l’accessibilità dei dati PLC da qualunque dispositivo dotato di Internet...

  • Soluzioni Delta a supporto dell’Advanced Manufacturing

    Delta ha mostrato a SPS IPC Drives Italia 2017 il suo portfolio completo di prodotti di automazione industriale di nuova generazione e le sue soluzioni volte a migliorare la produttività del manufacturing e dei processi industriali in...

  • SPS Italia 2017: intervista a Luigi Bernardelli, Yaskawa Vipa Controls

    Luigi Bernardelli, CEO di Vipa Italia, azienda facente parte del Gruppo Yaskawa, a SPS Italia 2017 presenta un nuovo PLC.

  • Ecco il nuovo misuratore Flowmaster II di DropsA

    DropsA alza il sipario su una nuova generazione di misuratori e regolatori di portata volumetrici. Grazie al Flowmaster II, la chiave di un efficiente sistema di lubrificazione è la capacità di poter regolare ed erogare il flusso...

Scopri le novità scelte per te x