Il neo Vice Presidente Federmeccanica Fabio Tarozzi: “Il mio impegno per i produttori emiliani di macchine”

Il Past President di Acimac affiancherà il Presidente Federmeccanica Dal Poz nella rappresentanza dei principali settori dell’Emilia-Romagna: macchine per ceramica e per packaging, automotive, meccanica generica.

Pubblicato il 24 luglio 2017

Nuovo prestigioso incarico in ambito confindustriale per il Past President di Acimac Fabio Tarozzi, che è stato di recente eletto Vice Presidente di Federmeccanica, la Federazione Sindacale dell’Industria Metalmeccanica Italiana che associa circa 16.000 imprese con 800.000 addetti.

Tarozzi è l’unico imprenditore dell’Emilia-Romagna nella nuova squadra del Presidente Alberto Dal Poz. A lui spetterà quindi il compito di rappresentare tutti i produttori emiliani di beni strumentali – a cominciare ovviamente dalle macchine per ceramica e dalle macchine per packaging – così come altri settori trainanti quali l’automotive e la meccanica generica.

“Ho accettato con grande orgoglio e senso di responsabilità questo incarico – commenta Fabio Tarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Siti B&T Group di Formigine (Modena) – per il quale intendo impegnarmi a fondo per fornire un contributo attivo e propositivo. Lo affronterò con la consapevolezza che l’impresa rappresenta un bene comune, un patrimonio sociale collettivo capace di veicolare il benessere della persona e della comunità. In questo solco, mi confronterò anche con la nostra mission principale, riguardante gli aspetti normativi del Contratto Nazionale dei metalmeccanici: sarò la voce emiliana di questo macro settore e cercherò di sostenere al meglio le istanze di tutti i miei colleghi imprenditori”.

Nei prossimi due anni di mandato da Vice Presidente di Federmeccanica, Tarozzi intende puntare l’attenzione anche sulla necessità di un , così come sull’introduzione di nuovi possibili sistemi di welfare. Si tratta di fattori indispensabili per un profondo rinnovamento culturale e industriale, che passi anche dal diritto a una formazione continua e professionalizzante, all’interno di un rapporto win-win nel quale traggono beneficio sia l’individuo che l’impresa: un primo e grande risultato del Contratto Nazionale di categoria firmato nel novembre scorso.

Altro obiettivo di Federmeccanica sarà l’elaborazione di una visione condivisa della quarta rivoluzione industriale, per valutarne minacce, opportunità e i possibili percorsi, con la consapevolezza che il futuro della manifattura si fonda sia sulla digitalizzazione sia sulla centralità della persona. In questo senso, il coraggio di elaborare un ripensamento delle relazioni industriali appare volano imprescindibile per avviare un processo di cambiamento culturaleverso un futuro in cui realizzare progetti ambiziosi per le imprese e per le persone.

Il Presidente di Acimac Paolo Sassi e il Direttore Generale Paolo Gambuli hanno formulato a Tarozzi i migliori auguri di buon lavoro per il nuovo incarico, oltre alla massima disponibilità a collaborare sui temi di interesse comune delle due realtà del Sistema Confindustria.



Contenuti correlati

  • Siemens Automotive Solution, la soluzione per l’industria automobilistica

    La nuova soluzione Integrated Software Engineering di Siemens per l’industria automobilistica risponde alle numerose sfide dello sviluppo di prodotti associate alla vera e propria esplosione del software embedded nelle auto moderne, sempre più sofisticate. Integrando il software...

  • FANUC, nuovo robot ARC Mate 100iD per la saldatura ad arco

    La gamma di robot FANUC per la saldatura ad arco si arricchisce del modello ARC Mate 100iD, che prosegue il percorso di assoluta produttività e accessibilità intrapreso dal suo predecessore, l’apprezzato ARC Mate 100iC/12. Il nuovo robot verrà ufficialmente...

  • Elezioni in Acimac e Ucima

    L’Assemblea generale di Acimac (Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica) ha eletto i membri del consiglio direttivo che affiancheranno il Presidente, Paolo Sassi, e i vice-presidenti, Emilio Benedetti, Paolo Lamberti e Maurizio Manzini, nella guida...

  • Innovazioni per l’automotive, ecco la Motorvehicle University of Emilia-Romagna

    Sono ufficialmente aperti i bandi d’iscrizione per gli studenti italiani e dei Paesi appartenenti all’Unione Europea alle lauree magistrali internazionali e inter-ateneo promosse dall’associazione Motorvehicle University of Emilia-Romagna (MUNER) dedicate ai sei indirizzi di specializzazione in Advanced...

  • I robot “vivono” più a lungo con Lapp

    Otto milioni di cicli (o dieci se tutto procede correttamente) e poi arrivano il primo fermo macchina o interventi di manutenzione per la maggior parte dei robot industriali. Questo succede perché i cavi si usurano quando vengono...

  • Coval: ecco la ventosa che manipola le confezioni in FlowPack

    Coval alza il sipario sulla ventosa Serie FPC come Flow Pack Cup adatta alla manipolazione delle confezioni in FlowPack. Rivoluzione tecnica per il mondo del packaging in costante sviluppo, l’imballaggio in FlowPack presenta un contatto alimentare diretto,...

  • Dati Acimac 2016: fatturato in crescita oltre i 2 miliardi di euro

    Il settore dei costruttori italiani di macchine per ceramica continua ad avere il vento in poppa. Dopo gli incrementi registrati negli tre anni precedenti, anche il 2016 si è chiuso con il fatturato in crescita del +2,3%,...

  • Sensori ToF Melexis per la visione 3D

    Melexis ha progettato un chipset a Tempo di Volo (Time of Flight o ToF) e un kit di sviluppo che consente di realizzare in modo semplice progetti modulari e a prova di futuro di soluzioni di visione...

  • Packaging: riprende la corsa delle tecnologie Made in Italy – Parte II

    I costruttori italiani di macchine automatiche per il settore del packaging rafforzano la loro leadership mondiale. Sentiamo le parole del presidente di Ucima e di alcune aziende protagoniste 398Panorama-II parte

  • Come abilitare la IV rivoluzione industriale? Qualche esempio pratico…

    Per Industry 4.0 si intende un processo che traghetta l’azienda verso una produzione industriale del tutto automatizzata in cui le nuove tecnologie digitali si integrano perfettamente con il mondo fisico e ne aumentano esponenzialmente le performance. Tutto...

Scopri le novità scelte per te x