igus, stabilimento automatizzato da robot

Pubblicato il 7 settembre 2017

igus automatizza il suo stabilimento con prodotti propri e fa montare catene portacavi a robot antropomorfi e robot cartesiani. Per i clienti significa che è possibile impiegare dei bracci robotici robolink muniti di unità di controllo a partire da 5mila euro, spesso con tempi di ammortamento da quattro a sette mesi.

Da un anno, igus automatizza il suo stabilimento con i propri prodotti in modo semplice. Anche i prodotti che quest’anno sono presentati all’Hannover Messe sono già messi alla prova insieme alla loro unità di controllo, come i robot antropomorfo robolink e il portale robotizzato drylin. Si tratta dei componenti principali di una unità assemblatrice automatica per catene portacavi, naturalmente l’intero sistema e esente da lubrificazione e manutenzione. Un’unità produttiva sostituisce per ogni turno di lavoro un assemblatore umano che quindi può essere impiegato per incarichi di maggior valore.
igus combina i due sistemi robotici per le classiche applicazioni Pick and Place. Due tavolette rotanti portano i componenti nella cella di montaggio, il braccio robolink RL-DC con sollevatore a sottovuoto convogliano i segmenti della catena nella giusta direzione. Poi un’alta unità di presa capovolge gli spezzoni di catena in modo che vengano inserite nella giusta posizione per il montaggio completamente automatico.

In fine la catena portacavi pronta e assemblata arriva in un contenitore per essere stoccata a magazzino. La macchina è realizzata per il 75 percento con prodotti igus: oltre a robolink, nell’impianto, vengono impiegati sistemi lineari drylin W per l’unità di presa e i giusti assi lineari con cinghia dentata. Anche le lastre in materiale iglidur vengono impiegate nella macchina insieme a parti in plastica stampate in 3D realizzate con il tribomateriale proprio di igus.

L’esempio di igus mostra com’è facile ed economico anche per i clienti poter semplificare i loro processi produttivi. In questo modo i robot antropomorfi offrono la possibilità di automatizzare, con una unità di controllo economica acquistata esternamente già a partire da 5mila euro, e con robot cartesiani a partire da 3mila euro. Spesso gli investimenti si ammortizzano, in base all’unità di controllo impiegata e ai compiti, dopo quattro-sette mesi.



Contenuti correlati

  • I robot che inaugurano il 2018 all’insegna della rivoluzione tecnologica

    Kawasaki Robotics ha lanciato due nuovi robot della serie RS: i modelli RS7N e RS7L che si posizionano tra i best-seller della gamma Kawasaki RS5N e RS10. Il primo, RS7N, ha uno sbraccio di 730 mm, mentre...

  • Robot FANUC per montaggio a soffitto agile e veloce

    La serie di robot industriali FANUC R-2000, caratterizzata da estrema compattezza, velocità elevata con polso e braccio sottili e progettata per le applicazioni di manipolazione e saldatura a punti, si completa di un nuovo modello con fissaggio...

  • Concorso per robot a supporto dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica

    Lemo supporta le attività di Rovenso, startup svizzera finalista del concorso Robotics Challenge promosso dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA). L’evento si è tenuto a Brisbane, in Australia. L’obiettivo di questo concorso era individuare i robot che...

  • Igus, un nuovo materiale per ruote dentate stampate in 3D

    Lo specialista in motion plastics Igus ha ampliato la sua offerta in merito alla stampa in 3D e ora presenta un materiale per sinterizzazione laser che si adatta in particolare alla produzione additiva di ruote dentate. Il...

  • Hermes Award 2018, Deutsche Messe premia l’innovazione tecnologica

    Deutsche Messe lancia la 15esima edizione dell’Hermes Award, uno dei più ambiti riconoscimenti internazionali per la tecnologia. Al Premio possono iscriversi da subito aziende e istituzioni che espongano ad Hannover Messe presentando in prima assoluta un prodotto...

  • Abb svela l’ultimo nato della famiglia YuMi

    Abb ha presentato in anteprima alla International Robotics Exhibition (iRex) 2017 di Tokio il nuovissimo robot collaborativo a un braccio. Come il predecessore YuMi, introdotto nel 2015 per l’assemblaggio e manipolazione di piccoli pezzi, il nuovo robot ha...

  • Campionati di calcio robotico: vincono NimbRo e B-Human grazie ai prodotti igus

    Tirare in alto la palla, intercettarla mentre si muove, saltare e rialzarsi dopo una caduta. Non ci riescono solo i calciatori professionisti, bensì anche i robot dei team NimbRo e B-Human. I team di Bonn e Brema...

  • Robotica di nuova concezione per la manutenzione predittiva

    I guasti alle macchine continuano a cogliere di sorpresa molte società. La tendenza prevalente è quella di risolvere i problemi nel corso dei fermi macchina imprevisti o di implementare una manutenzione preventiva in base a calendari stabiliti...

  • Robot pallettizzatore FANUC compatto e veloce

    FANUC introduce il nuovo pallettizzatore M-410iC/110, un robot a 4 assi specificatamente progettato per aumentare la velocità nelle applicazioni di pallettizzazione dove lo spazio di lavoro è limitato. Il robot M-410iC/110 ha una capacità di carico al...

  • La Furniture-chain di igus, tra ordine e installazione facile

    Postazioni computer flessibili con mobili multifunzionali. E’ questa la tendenza del moderno mondo del lavoro. Per conseguenza, anche l’elettrificazione delle attrezzature da ufficio continua a crescere e c’è bisogno di un numero sempre crescente di linee dati...

Scopri le novità scelte per te x