Gestione delle comunicazioni digitali nella fabbrica connessa con Softing

Pubblicato il 13 novembre 2017

Alla SPS IPC Drives 2017 (padiglione 7, stand 580) Softing si presenta come partner per lo sviluppo di soluzioni di automazione interconnessa. Con i suoi prodotti e le sue soluzioni, l’azienda colma il gap tecnologico tra il mondo della produzione (OT) e quello dei sistemi IT, abilitando in tal modo una comunicazione sempre attiva dei dati digitali nelle applicazioni Industry 4.0.

Per l’integrazione dei dati, Softing propone il nuovo “Industrial IoT Starter Kit” che alla fiera SPS IPC Drives sarà protagonista di una demo “live”. Lo Starter kit rappresenta un modo semplice e veloce per collegare in sicurezza la produzione al Cloud. Questa soluzione plug-and-play combina la potenza dell’hardware HPE, del software Softing e dell’offerta Cloud Azure di Microsoft.

La nuova versione 4.45 della “DataFEED OPC Suite” di Softing consente di accedere direttamente ai dati dei “blocchi ottimizzati” dei controllori Siemens SIMATIC S7-1200 e S7-1500. La suite propone un set completo di componenti per la comunicazione OPC e la connettività cloud in un unico prodotto. Altre caratteristiche di rilievo sono la comunicazione sicura tramite i protocolli REST e l’accesso in scrittura ai database NoSQL.

In fiera Softing presenta il “dataFEED uaGate MB” che permette di integrare i dati dei PLC provenienti da controllori Modbus nelle applicazioni locali e su Cloud. Si tratta di una nuova offerta che si affianca alla soluzione già esistente “dataFEED uaGate SI” per l’S7.

Per quanto riguarda gli strumenti di sviluppo, Softing propone due soluzioni: il “DataFEED OPC  UA Embedded Development Toolkit“, che consente di sviluppare velocemente server OPC UA nei sistemi embedded; questa soluzione si basa sullo standard ANSI C e richiede poca memoria e risorse di calcolo. Gli utenti possono sfruttare funzioni pre-realizzate e testate utilizzandole per ridurre significativamente il time-to-market dei loro progetti di sviluppo. Inoltre, il “DataFEED uaToolkit .NET Standard” permette lo sviluppo di client e server OPC UA indipendente dalla piattaforma, sfruttando la libreria standard Microsoft .NET.

La “dataTHINK analytics solution” di Softing permette di sfruttare i dati d’impianto per ottimizzare i processi di produzione. La soluzione è stata premiata con l’European Award di Frost & Sullivan perché consente di “abilitare la leadership tecnologica nel settore delle analisi di produzione”. DataTHINK permette di gestire i dati di produzione localmente. In tal modo si possono eliminare i problemi più ostici, ottimizzando le prestazioni d’impianto.

Il “dataFLOW commKit FF” e il “dataFLOW commKit PA” consentono di integrare i bus di campo Foundation Fieldbus H1 e PROFIBUS PA nei dispositivi che trovano impiego nell’automazione di processo. Poiché i moduli utilizzano lo stesso hardware, con un unico progetto è possibile gestire entrambi i protocolli. Una novità assoluta è la possibilità di personalizzare la configurazione dell’interfaccia di comunicazione tramite script software. I lunghi e complessi progetti di integrazione diventano così solo un lontano ricordo.



Contenuti correlati

  • Reti altamente distribuite

    La disponibilità di sofisticato hardware dai costi contenuti sta spingendo l’integrazione dell’intelligenza nei nodi al margine delle reti di controllo e automazione Leggi l’articolo

  • Scada: è giunta l’ora di pensare alla security

    Le cyber violazioni hanno per un’azienda conseguenze che possono andare ben oltre l’impatto economico e i danni d’immagine, fino a influire sull’ambiente circostante e creare esposizioni a livello macroeconomico Leggi l’articolo

  • Le smart machine cambieranno il futuro dell’industria

    Con le nuove macchine intelligenti e connesse il lavoro dei progettisti e degli OEM cambierà e lo scenario competitivo si trasformerà. comprendere l’impatto di questa transizione tecnologica e di business e capire come affrontarla è fondamentale per...

  • Con il Festo Motion Terminal, l’alta moda diventa 4.0

    Il caso applicativo di Autec: una macchina per realizzare porta carte di credito per i portafogli di un noto marchio del made in Italy Leggi l’articolo

  • Con mobiLink, Softing permette l’accesso a protocolli diversi con una interfaccia

    Softing presenta un’interfaccia multiprotocollo per dispositivi mobili che faciliti la configurazione dei dispositivi sul campo. Il 1° aprile 2018, con mobiLink la società ha permesso l’accesso ai principali protocolli di automazione di processo HART, Foundation Fieldbus e PROFIBUS PA,...

  • Sick a SPS Italia con live demo per l’Industry 4.0

    Digitalizzazione completa in produzione e nella logistica, unita ad un utilizzo di macchine in grado di gestirsi ed apprendere autonomamente per aumentare l’efficienza: questa, in poche parole, è Industry 4.0. Il processo parte da un elemento apparentemente...

  • Il salto di qualità

    Le PMI sono riuscite a fare il salto di qualità grazie alle politiche di Industry 4.0? Ne abbiamo parlato con ABB, Bosch Rexroth, Dassault Systèmes, Mitsubishi Electric e PTC Italia Leggi l’articolo

  • Arriva in Italia Ikoula Cloud

    Ikoula nasce in Francia nel ’98 ed è proprietaria di due datacenter; gli investitori sono tutti francesi o europei, quindi l’azienda sottosta solo ed esclusivamente a norme europee. Ikoula fa parte di Cispe, consorzio dei maggiori fautori...

  • Automazione senza limiti

    Con il rilascio del controllore AXC F 2152, il primo basato su PLCnext Technology, si apre una nuova era dell’automazione Leggi l’articolo

  • Schneider Electric: a SPS Italia 2018 l’integrazione totale dall’impianto produttivo all’impresa con EcoStruxure

    Schneider Electric, tra i leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, si presenta all’edizione 2018 di SPS IPC Drives Italia con un obiettivo ambizioso: dimostrare a costruttori di macchine e utenti finali come realizzare oggi...

Scopri le novità scelte per te x