Fraunhofer Institute e Mitsubishi Electric insieme per illustrare il funzionamento della macchina con approccio orientato all’uomo

Pubblicato il 25 novembre 2017

A EMO 2017 Mitsubishi Electric ha fornito una panoramica sul futuro con il monitoraggio e la formazione orientati all’uomo per macchine CNC utilizzando dispositivi intelligenti che offrono l’integrazione diretta con i sistemi di controllo delle macchine. Sviluppata come progetto pilota con il Fraunhofer Institute for Production Technology IPT, la dimostrazione allo stand dell’azienda ha mostrato come tablet e occhiali intelligenti possano essere utilizzati come interfaccia utente con un controllore CNC su una macchina CNC a 5 assi per supportare l’utente nel passaggio a un nuovo livello digitale.

Il grande potenziale degli “smart device” in applicazioni industriali risiede nella flessibilità offerta agli utenti di gestione della macchina, nelle operazioni di monitoraggio della produzione, avviamento del sistema e addestramento, oltre che nel supporto/assistenza e manutenzione. La comunicazione diretta tra il dispositivo e il controllore della macchina è gestita attraverso un’interfaccia visiva di facile comprensione: una soluzione innovativa per l’analisi e la valutazione dei dati in tempo reale all’interno del sistema informatico. Per il monitoraggio, gli operatori possono visualizzare informazioni aggiornate sulla macchina e sulla produzione, ad esempio lo svolgimento delle operazioni, il tempo restante, lo stato della macchina o l’OEE (Overall Equipment Effectiveness, efficienza globale delle apparecchiature).

Il funzionamento di un sistema di questo tipo dipende da uno scambio diretto tra il sistema di controllo della macchina e lo smart device. Contemporaneamente, le comunicazioni tra il controllore della macchina e lo smart device devono essere quasi in tempo reale, dal momento che le informazioni sono spesso critiche in termini di tempo e richiedono un’azione o un intervento immediato. Ciò che si apre è un più elevato livello di trasparenza delle informazioni in real-time per l’operatore, in quanto i dati grezzi vengono continuamente elaborati, visualizzati e automaticamente aggiornati all’interno dello smart device. In caso di interruzioni di produzione impreviste o errori, l’operatore riceve automaticamente informazioni pop-up. Le librerie e i codici di errore predefiniti vengono tradotti in messaggi importanti che veicolano le possibili cause e le istruzioni per la correzione con conseguente riduzione del tempo di reazione nella risoluzione delle problematiche e un incremento dell’OEE.

Un impulso significativo alle pratiche di addestramento e manutenzione predittiva

La tecnologia supporta anche la manutenzione predittiva. Lo smart device fornisce ai tecnici i risultati dell’analisi dei dati e informazioni sul ciclo di vita dei componenti, come ad esempio indicazioni sullo stato di usura dell’azionamento di un mandrino. Il tecnico viene così informato della necessità di un intervento di manutenzione molto prima che il problema si trasformi in un guasto. Come ausilio alla riparazione o sostituzione, un modello 3D dell’azionamento del mandrino viene sovrapposto all’effettivo campo visivo in un ambiente di realtà aumentata, chiarendo e semplificando l’intervento di manutenzione.

La stessa tecnologia può essere di aiuto per l’addestramento dell’operatore o del personale di manutenzione, ad esempio con una libreria di video, PDF o altro contenuto formativo che potrà essere visualizzato all’interno degli smart device. Anche i contenuti formativi possono sfruttare la realtà aumentata per aiutare il personale che gravita intorno alla macchina a ridurre le curve di apprendimento.

La connettività è una delle caratteristiche chiave della soluzione

L’uso di smart device in un ambiente industriale reale dipende dall’integrazione e dal collegamento del dispositivo al sistema e questo è stato uno dei principali obiettivi della collaborazione tra il Fraunhofer Institute for Production Technology IPT e Mitsubishi Electric.

L’applicazione pilota ha mostrato come la comunicazione tra smart device e controller CNC M850W possa essere implementata utilizzando il protocollo SLMP (Seamless Message Protocol) su un’interfaccia Android/PLC, e mette in evidenza quanti diversi dispositivi con sistema operativo Android possono essere integrati. Nel sistema possono essere utilizzati anche altri protocolli, tra cui OPC UA.

Tecnologia di supporto orientata all’uomo per la digitalizzazione sul campo

Il lavoro di sviluppo che il Fraunhofer Institute for Production Technology IPT e Mitsubishi Electric hanno intrapreso mostra come gli smart device rappresentino un’estensione sensibile, logica e pratica della classica interfaccia tra sistema di controllo macchina e operatore.

Con la migrazione delle aziende verso la produzione Industry 4.0, gli operatori avranno bisogno di una maggiore flessibilità e di informazioni in tempo reale oltre all’interazione diretta con la macchina. La possibilità di richiamare direttamente le informazioni, elaborarle localmente e visualizzarle in modo pratico sarà uno dei fattori chiave del progresso delle aziende e in questo contesto gli smart device rivestono un ruolo fondamentale.



Contenuti correlati

  • SKF, l’evoluzione dei moderni sistemi lineari vuole nuovi attuatori

    SKF ha presentato a Stoccarda alla fiera Motek 2017 una nuova serie di attuatori che rappresenta l’evoluzione dei moderni sistemi lineari. I moduli principali che definiscono l’attuatore sono l’unità lineare, il riduttore, l’adattatore motore, il motore elettrico...

  • Un cablaggio di ultima generazione

    Le infrastrutture di rete, i sistemi di cablaggio e i relativi componenti sono oggi al centro dell’attenzione delle aziende in quanto elementi di base per avviare progetti in ottica Industry 4.0 Leggi l’articolo

  • Cyber-security: un mostro dalle mille teste

    Una chiacchierata per capire quanto sia oggi indispensabile occuparsi di cyber-security a livello produttivo e come ‘domarne’ le mille teste Leggi l’articolo

  • Mitsubishi Electric, il nuovo Simple Motion Module potenzia la soluzione control

    Il nuovo Simple Motion Module FX5-80SSC-S, in grado di controllare fino a 8 assi in rete SSCNET III/H in fibra ottica, potenzia la soluzione Motion control della piattaforma di PLC compatti iQ-F di Mitsubishi Electric. Come per...

  • Soluzioni per la trasformazione digitale dei processi di produzione

    Esempi dal vivo di sistemi di produzione con interazione uomo-macchina mostrano come i costruttori possano aiutare gli utenti finali a trarre maggiori profitti dalla loro attività. Una connettività aumentata contribuisce ad apportare miglioramenti nell’ottimizzazione della produzione, monitoraggio,...

  • Grande successo di Clpa a SPS IPC Drives 2017

    CC-Link Partner Association (Clpa) ha ottenuto un grande successo alla fiera SPS/IPC/Drives 2017 generando un grande interesse tra i visitatori. L’ininterrotta crescita a due cifre dell’ultimo decennio ha portato la base installata di dispositivi CC-Link IE e...

  • Elettronica di azionamento in rete e caratteristiche IoT all’SPS IPC Drives

    La nuova serie di sistemi di distribuzione di campo Nordac Link di Nord Drivesystems, progettata per gli impianti intralogistici in rete con molti assi azionati, assicura un’esperienza utente particolarmente buona. Questi inverter e sistemi di avviamento permettono la...

  • Italtel cerca giovani start up IoT e Industry 4.0-oriented

    Italtel ha lanciato un programma di Open Innovation allo scopo di individuare start up e giovani imprese con cui fare innovazione, acquisire tecnologie e prodotti market-ready e andare congiuntamente su mercati verticali come Industry 4.0, Smart City,...

  • Sistema di posizionamento induttivo Industry 4.0-ready di Pepperl+Fuchs

    Il sistema di posizionamento induttivo PMI F90 di Pepperl+Fuchs è in grado di rilevare con precisione la posizione assoluta di un attuatore e la distanza tra due dispositivi. Grazie alla tecnologia IO-Link, il sistema è dotato di...

  • A Sew-Eurodrive il premio Class “The best Industry 4.0 in Italy”

    Sew-Eurodrive è stata premiata al convegno “Motore Italia: come far decollare le PMI”, organizzato da Class Editori presso la Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte, a Milano con il diploma “The best Industry 4.0 in Italy”. Giunta alla terza...

Scopri le novità scelte per te x